Rinaldo e Armida




Biografia e vita di Bellucci Antonio (Italia 1654-1726)

Ritratto di Antonio BellucciAntonio Bellucci, pittore italiano, appartenente alla corrente Rococò, nasce a Pieve di Soligo nel 1654.

Dalle poche notizie storiche della sua formazione artistica, si sa che i primi rudimenti di pittura li ebbe dal maestro Domenico Difnico a Sebenico (Sibenik) nella colonia veneziana della Dalmazia (oggi parte della Croazia, ma si sa che nel 1675 era già a Venezia.

Ad Antonio Bellucci vengono attribuite alcune opere come La Famiglia di Dario, la Magnanimità di Scipione, nelle quali il pittore tende all'uso di colori scuri e verso figure eleganti con una grazia quasi accademica nello stile di Pietro Liberi (1605-1687), un Natività per la chiesa dell'Ascensione a Venezia e varie figurette in collaborazione con il pittore Antonio Tempesta (1555-1630), incisore e specializzato in affreschi di paesaggi che il giovane Bellucci arricchiva di figure umane.

La prima opera con data certa è del 1691, il Lorenzo Giustinian che prega per la liberazione di Venezia dalla peste del 1447, collocata presso la chiesa di San Pietro di Castello.

La sua notorietà superò presto le frontiere e raggiunse l'Inghilterra, la Germania e l'Austria.

Biografia di Antonio BellucciPur essendo sostanzialmente un decoratore, nel 1692 ha completato quattro pale d'altare raffiguranti vari santi per la chiesa di Klosterneuburg, poi ha vissuto a Vienna dove ha dipinto il Trionfo di Ercole e altri soffitti con  affreschi allegorici al Palais Liechtenstein (ora Museo).

 Verso la fine del secolo Bellucci rinnovò il suo stile ed i suoi elementi pittorici tendendo decisamente verso il Rococò: i suoi colori si schiarirono e le sue figure emersero, ben delineate, su limpidi cieli chiari, come evidenziò nelle sue opere realizzate a Vienna nell'abbazia di Klosterneuburg.

Biografia di Antonio BellucciNel 1705 dipinse una Pala D'Altare per la parrocchiale di Cenate d'Argon e negli anni successivi si trasferì in Germania a Düsseldorf al servizio dell'Elettore del Palatinato, un membro della importante famiglia Wittelsbach, per il quale dipinse Il matrimonio di John William con Anna Maria Luisa de' Medici e l'opera nella quale l'Elettore Palatino John William cede il bastone del comando al figlio

Dal 1716 al 1722 il pittore soggiornò a Londra, dove si mise in luce lavorando per il Duca Brydges James, dipingendo pareti e soffitti della residenza di campagna nei pressi di Londra; presso la vicina Whitchurch San Lorenzo, i dipinti della Natività e il Deposizione dalla Croce, posti ai lati dell'altare, e la Trasfigurazione, al di sopra del banco del duca.

All'Ashmolean Museum di Oxford vi è un autoritratto di Bellucci, in camicia aperta in stile quasi Romantico.

Tornato al suo paese natale, Soligo, trascorse gli ultimi anni della sua vita, morendo nel 1726.

Tra i suoi allievi vi furono Antonio Balestra e Jacopo Amigoni.







Galleria opere d'arte di Bellucci Antonio

slideshow
slideshow

Rinaldo e Armida
Rinaldo e Armida

Ercole al palazzo di Onfale
Ercole al palazzo di Onfale

Antioco e Stratonice
Antioco e Stratonice



Annunci

Ritratto di un procuratore
Ritratto di un procuratore

bellucci antonio  Dana
Dana



Annunci e Argomenti correlati




Libri sul Barocco ed il Rococò

  Barocco e rococò
2003, Gribaudo
  Il barocco. Ediz. multilingue
2009, Logo
  Ritorno al Barocco. Itinerari a Napoli e in Campania
2009, Arte'm
  Al crepuscolo del barocco. L'attività romana dell'architetto Carlo Murena (1717-1764)
Carbonara Pompei Sabina, 2008, Viella
  Il mobile rococò in Italia. Arredi e decorazioni d'interni dal 1738 al 1775
Colle Enrico, 2003, Mondadori Electa
  Vivere l'arte. Vol. 2. Dal Rinascimento al Rococò
2008, Mondadori Bruno
  La storia dell'arte. Vol. 2. Dal Rinascimento al Rococò
Dantini Michele, Cottino Alberto, Guastalla Silvia, 2004, Archimede
  La geografia dell'arte. Vol. 2. Da giotto al Rococò
Frapiccini Nicoletta, Giustozzi Nunzio, 2005, Hoepli
  Architettura barocca e rococò a Napoli 
Blunt Anthony, 2006, Mondadori Electa
  La pittura veneta negli Stati estensi
Bentini Jadranka, Marinelli Sergio, Mazza Angelo, 1997, Artioli