Condominio clandestino




Biografia e vita di Barni Roberto (Italia 1939)

Foto di Roberto BarniLo scultore pittore Roberto Barni nasce a Pistoia nel 1939, toscano a tutti gli effetti, l'artista vive e lavora a Firenze.

Inizia a dipingere intorno agli anni '50. Verso la fine del decennio escono i primi quadri astratti realizzati con materiali diversi: ferro, legno, fotografia, carta di giornale.

Le sue prime esposizioni risalgono al 1960 mentre nel 1963 vince una borsa di studio promossa dal Comune di Firenze.

Nel maggio 1962 espone il suo necrologio. La sua arte attinge al repertorio delle immagini industriali ed artificiali, topografia, grandi paesaggi a forti contrasti dipinti a smalto, oggetti di ferro verniciati.

Nel 1965 partecipa alla mostra dell'avanguardia d'Europa "Revort I. Documenti di arte oggettiva in Europa", presso la Galleria d’Arte Moderna di Palermo.

Roberto Berni dipintoDal 1960 al 1970 continua ad esporre le sue opere presso mostre personali e varie gallerie in Italia e in Europa.

Nel 1972, dopo dieci anni dal necrologio, comincia la sua resurrezione artistica e si dedica alla realizzazione di grandi calendari.

La sua visione artistica è anacronistica. Rivendica infatti all'artista una visione dell'arte non condizionata da tempo, tecniche e materiali, tutto al di fuori della contemporaneità.

Ai primi anni Ottanta risale la sua mostra personale di Spoleto al "Festival dei due Mondi", a seguire altre mostre come alla Biennale di Venezia, a Firenze, a Milano presso la Galleria Ariete, a Parigi, per approdare poi a New York nel 1985 presso la Shape Gallery e al Queens Museum.

Roberto Barni: Remar ControL'artista partecipa infatti a grandi mostre internazionali come "A new Romanticism" a Washington D.C. e nell’Ohio, "Avant-garde in the Eighties" presso il L.A. County Museum a Los Angeles, la Biennale di Venezia come scultore nel 1988, la Biennale di Scultura di Montecarlo.

I primi anni '90 vedono nascere quadri e disegni con grandi rilievi di carta di giornale.
Nelle sue opere compaiono principalmente animali, che come l'essere umano sono esploratori dell'intero universo.

Roberto Barni inizia a dedicare sempre maggior spazio alla scultura.
Realizza Atto muto, Filastrocca, Vacina, Opposte vedute.

Espone alla Tour Fromage di Aosta nel 1992, al Museo Marini di Firenze nel 1994, al Fort Griffon a Besancon nel 1996.
Roberto Barni
Nel 1997 è a Palazzo Fabbroni e al Museo di belle arti di Budapest, nel 1999 al Museo di belle arti di Reims.

Tra il 1999 e il 2000 realizza diverse sculture, tra cui Continuo per la collezione di Daniel Spoerri a Seggiano e la grande Vacina per il Museo Pecci di Prato.

Nel 2001 inizia a collaborare con Alessandro Bagnai e Alessandro Poggiali presentando esposizioni personali a Siena e a Firenze.

Dal 2002 ad oggi sono svariate le mostre personali che presenta in Italia ed Europa riscuotendo grande successo.

Le sue opere sono conservate in numerose collezioni pubbliche, Collezione Giuliano Gori a Santomato Pistoia, la Fondazione "Il giardino di Daniel Spoerri” a Seggiano, Grosseto, la Galleria d’Arte Moderna di Bologna, la Galleria d’Arte Moderna di Roma, la Galleria degli Uffizi a Firenze, il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci a Prato, il Museo d’Arte Contemporanea Palazzo Forti a Verona, il Museo d’Arte Moderna a Spoleto, il Museo di Belle Arti di Budapest, il Queens Museum di New York, la Print Collection della Tate Gallery di Londra.






Galleria opere d'arte di Barni Roberto

slideshow
slideshow

barni roberto Continuo (2000)
Continuo (2000)

Appuntamento con la musica
Appuntamento con la musica

Fermi tutti
Fermi tutti

Gambe in spalla
Gambe in spalla

Atto muto (2007)
Atto muto (2007)

Condominio clandestino
Condominio clandestino

Solidali (2008)
Solidali (2008)

Vacina (2001)
Vacina (2001)

Triennale (2003)
Triennale (2003)

barni_roberto Canaglie (1992)
Canaglie (1992)

Uomo radice
Uomo radice

Vincitori e vinti (2006)
Vincitori e vinti (2006)

Rasoio (2002)
Rasoio (2002)

Trono (2000)
Trono (2000)

barni_roberto Umori (2000)
Umori (2000)

Tripode (2005)
Tripode (2005)

Passi sull'Europa (2003)
Passi sull'Europa (2003)

Passione (2002)
Passione (2002)

Canaglie (1999)
Canaglie (1999)

Remar contro (2000)
Remar contro (2000)

Colonna bisbetica (2006)
Colonna bisbetica (2006)

Atto muto (2005)
Atto muto (2005)

Servi muti (1990)
Servi muti (1990)



Annunci e Argomenti correlati




Libri su Roberto Barni

  Roberto Barni. Gambe in spalla. Ediz. italiana e inglese
2008, Gli Ori
  Roberto Barni. Vedute d'interno
2007, Gli Ori
  Roberto Barni. Sculture
cur. Cortenova G., 2005, Gli Ori
  Roberto Barni. Immobilità transitorie
Nannelli Lorenzo, 2009, Polistampa
  Roberto Barni. Fermi tutti. Pittura e scultura. Catalogo della mostra (Verona, 20 giugno-9 novembre 2008)
cur. Cortenova G., Nuzzo P., 2008, Marsilio
  Vannoccio Biringuccio «De la pirotechnia». Libro VII. Roberto Barni. Sculture
2004, Gli Ori
  Mappe del cielo tatuato
Barni Roberto, Mazzonis Cesare, 2004, Gli Ori
  Recinti. Roberto Barni. Kerísétek. Catalogo della mostra
cur. Burmeister K. M., 1997, Maschietto Editore
  Roberto Barni all'Hotel Augustus di Forte dei Marmi. Catalogo della mostra
1997, Maschietto Editore
  Roberto Barni. Affezioni. Catalogo della mostra
cur. Boatto A., 1997, Maschietto Editore
  Roberto Barni. Figure di passaggio. Catalogo della mostra (Firenze, 20 settembre-20 ottobre 2003). Ediz. italiana e inglese
Corà Bruno, Barni Roberto, 2003, Gli Ori
  Roberto Barni. Dove non mettere né mani né piedi. Catalogo della mostra (Siena)
Boatto Alberto, Corà Bruno, Cortenova Giorgio, 2001, Gli Ori
  Giro di sculture. Sculture di Roberto Barni
cur. Natalini A., 1997, Maschietto Editore
  L'ermite et le drôle. Catalogo della mostra
Barni Roberto, cur. Lemaire G. G., 1995, Maschietto Editore