homepage   Menu generale   cerca



Tessitore francese sconosciuto




Storia degli Arazzi

Il termine arazzo deriva dal nome della città di Arras, uno dei centri di produzione più importanti, dominante soprattutto tra il 1420 ed il 1470.

La funzione dell’arazzo è stata ed è decorativa ed artistica.

L’arazzo è una forma d’arte antichissima e presente in tutte le culture del mondo da millenni.

I primi arazzi giunti fino a noi risalgono all’antico Egitto, ma ne sono stati rinvenuti anche nell’America precolombiana e nelle vestigie degli antichi imperi dell’Asia.

L’arazzo inteso come forma artistica vede mescolarsi il talento pittorico dell’artista che realizzava il disegno preparatorio, o cartone, e che poteva essere un pittore anche di grande fama, e l’artigiano, che doveva realizzare l’arazzo vero e proprio partendo da questa base.

Grandi artisti come Raffaello, Rubens, Goya realizzarono cartoni per arazzi.

I soggetti dei cartoni potevano essere dei più vari: dalla mitologia, alla storia, alla natura, a soggetti sacri.

Gli arazzi religiosi venivano spesso custoditi nelle chiese e srotolati solo in occasioni speciali, come celebrazioni, ma anche le case private non disdegnavano arazzi di tipo sacro.


(Cio txt)




(Cio txt)




Tecnicamente, per realizzare un arazzo occorre un telaio ad alto o basso liccio (il liccio è la parte del telaio che serve per muovere i fili dell’ordito), un cartone di base, fili colorati, ognuno collegato a una spoletta diversa, pettini per uniformare la trama, forbici.

Per prima cosa viene realizzato, partendo dal cartone, l’ordito, che fungerà da base all’arazzo.

Per l’ordito di solito si utilizza il cotone ritorto, mentre in passato si usavano lino o lana.


(Cio txt)




(Cio txt)



La trama, ovvero il disegno vero e proprio, viene realizzato in lana o seta, a volte mischiate tra loro. Negli arazzi moderni vengono usati anche viscosa e fibre sintetiche.

La creazione di un arazzo richiede la presenza e la partecipazione di diversi artigiani, ciascuno specializzato in un ambito specifico: pittori, tessitori, cucitrici.

È una pratica complessa e laboriosa, ma ancora oggi capace di realizzare opere di grande suggestione e valore.





Galleria di Arazzi

slideshow
slideshow

Tessitore francese sconosciuto
Tessitore francese sconosciuto

Merry company by candlelight tessitore olandese
Merry company by candlelight tessitore olandese

The bayeux tapestry detail
The bayeux tapestry detail
tessitore inglese

(Ads arg)

The bayeux tapestry detail
The bayeux tapestry detail
tessitore inglese

The offering of the heart tessitore fiammingo
The offering of the heart tessitore fiammingo

The unicorn in captivity tessitore fiammingo
The unicorn in captivity tessitore fiammingo

Scenes from the life of Virgin tessitore francese
Scenes from the life of Virgin tessitore francese

The union of the duchy of Urbino tessitore italiano
The union of the duchy of Urbino
tessitore italiano

Gobelin tapestry Linderhof castle Upper Bavaria
Gobelin tapestry Linderhof castle Upper Bavaria

The triumph of divine wisdom
The triumph of divine wisdom

Disegno e originale d'epoca di un arazzo
Disegno e originale d'epoca di un arazzo

The unicorn at bay
The unicorn at bay

Patchwork
Patchwork

arazzi_007
 

arazzi_008
 

Amadigi rescuing Oriana spiering Francois
Amadigi rescuing Oriana spiering Francois



Link sponsorizzati