storia di santa Lucia






Santa Lucia


San Silvestro

Chi era Santa Lucia?

Lucia, patrona di Siracusa, nasce a Siracusa verso il finire del terzo secolo e si festeggia ogni 13 Dicembre.

Nata nel 283 d.c., patrona dei ciechi, degli oculisti, degli elettricisti e degli occhi, è una Santa molto amata dai bambini perché in alcuni Paesi porta doni in regalo un po' come Babbo Natale.

Figlia di una nobile famiglia cristiana, fin da piccola si dedica a Dio facendo anche voto segreto di castità anche se promessa in matrimonio dai genitori.

La sua vita di bambina destinata a Cristo si segna durante il suo primo viaggio a Catania, dove la piccola Lucia chiede di recarvisi in pellegrinaggio con la mamma Eutichia, molto malata.

In visita al Sepolcro di Sant'Agata Lucia invoca la grazia alla Santa per chiedere la guarigione della mamma.

È il 5 febbraio del 301 che le due donne piangono intensamente sulla tomba della Santa patrona di Catania fino a quando la piccola suggerisce alla mamma di posare le mani sul sepolcro e pregare. Improvvisamente Sant'Agata appare in visione a Lucia che rassicurandola le dice di non chiedere a lei quello che lei stessa può ottenere per la madre.

"Per la tua fede è guarita!" dice Sant'Agata a Lucia aggiungendo una profezia: "Come per me è beneficata la città di Catania, così per te sarà onorata la città di Siracusa".

Una volta esaurita l'apparizione, la mamma Eutichia scopre di essere miracolosamente guarita e la piccola Lucia confida di voler dedicare tutta la sua vita al Signore, ai poveri e alla devozione, rinunciando anche al suo matrimonio promesso.








Da quel giorno Lucia per tre anni, si spoglia di ogni bene terreno, diventando povera e dedicandosi soltanto alla carità verso i più deboli, i poveri, i malati e la Chiesa.

Purtroppo però lo sposo promesso non prende bene questa scelta e decide di vendicarsi sporgendo denuncia verso Lucia al tribunale dell'Impero Romano che sotto Diocleziano perseguiva i cristiani.

Lucia viene arrestata ma resta ferma sulle sue intenzioni, rifiutandosi di dedicarsi al paganesimo e confermando il suo essere cristiana.

Subisce un processo dal magistrato Pascasio durante il quale Lucia risponde citando unicamente la Sacra Bibbia.

Alla richiesta del tribunale di sacrificarsi agli dei pagani, Lucia cita una lettera dell'apostolo Giacomo dove viene ribadita la volontà di sacrificarsi solo per Dio, per i poveri, gli orfani e le vedove, dicendo di avere solo se stessa da offrire avendo rinunciato ad ogni altro bene.

Si appella allo Spirito Santo citando il salmo che recita: "Mille cadranno al tuo fianco e diecimila alla tua destra, ma nulla ti potrà colpire".

Da quel momento la sua condanna è scritta.

Subisce una serie di gravi torture che la lasciano però sempre illesa tanto che Pascasio chiama addirittura dei maghi per punire Lucia.

Non c'è però nessun attacco che sembra scalfire il suo corpo che ad ogni colpo resta illeso, resistendo perfino al fuoco.

Dopo aver profetizzato la fine imminente delle persecuzioni di Diocleziano e la tanto sognata pace per la Chiesa Cristiana, Lucia viene colpita con un colpo di spada alla gola il 13 Dicembre del 304 a soli 21 anni e seppellita nelle catacombe cristiane di Siracusa.

Le sue spoglie sono custodite nel Santuario di Santa Lucia a Venezia.




Santa Lucia nell'arte e in letteratura

Santa Lucia e Dante Alighieri

Lucia è una Santa molto amata dalla letteratura e dall'arte.

Il poeta Dante Alighieri nel Convivio dichiara di aver subito da giovane una grave malattia agli occhi miracolosamente sparita dopo aver a lungo pregato la Santa.

Come segno di gratitudine lo stesso Dante le affida un ruolo importante nella Divina Commedia, come simbolo della "grazia illuminante".

Il viaggiatore Cristoforo Colombo le dedica un'isola della Piccole Antille, scoperta il 13 Dicembre.

Il martirio di Santa Lucia è descritto in due famosi testi, la Legenda Aurea di Jacopo da Varazze e le Cronache di Norimberga di H. Schedel del 1493.

Anche il poeta Garcia Lorca dedica a Santa Lucia un poemetto "Santa Lucia e San Lazzaro" omaggio a lei e al simbolo degli occhi.

Furono tanti gli artisti che dedicarono le loro opere d'arte a Santa Lucia nel corso dei secoli, tra tutti il Caravaggio, durante un soggiorno in Sicilia, dipinge una tela d'altare rappresentanto il Seppellimento di Santa Lucia, oggi visibile presso la Chiesa di Santa Lucia a Siracusa.

Perchè Santa Lucia protegge occhi e vista?

Santa Lucia è la protettrice di occhi e vista. Il suo nome stesso deriva dal latino e vuol dire luminosa, splendente.

Santa Lucia protettrice della vista

Non ci sono notizie certe che possono attribuire il simbolo della vista a Lucia, se non per derivazione iconografica.

Ad esempio c'è un'icona che la raffigura con in mano un piattino dove sopra ci sono i suoi stessi occhi.

Non si sa per certo il motivo o almeno non c'è nulla di scritto.

Il nesso più logico deriva dall'etimologia del suo nome, lux, luce, lucia.

Lucia era portatrice di luce, questo forse è un altro dei motivi che la rappresentano con questa iconografia.

I simboli a lei legati sono gli occhi, la palma, la lampada, oltre a simboli più rari rappresentativi del suo martirio come la spada, il calice, il libro, il fuoco.

Le immagini che raffigurano Santa Lucia nell'arte, non essendoci alcun chiaro riferimento storico al suo aspetto fisico, sono delle proiezioni di quanto questa martire ha ispirato, spesso derivanti dall'accostamento del nome Lucia a Luce, dove Lucia stessa diventa simbolo del cammino di luce.



La notte di Santa Lucia

La notte di Santa Lucia

In alcuni paesi del Nord Italia Santa Lucia, che si festeggia il 13 dicembre, porta tanti doni ai bambini, ed è festeggiata anche di più di Babbo Natale, di Gesù bambino, della befana.

La tradizione popolare vuole che i bambini scrivano una letterina a Santa Lucia, facendo una lista di regali e di promesse.

Nei giorni prima dell'arrivo di Santa Lucia c'è l'usanza che i ragazzi dei vari paesi percorrendo le strade di sera suonino un campanello per richiamare i più piccini a comportarsi bene e ad andare a letto perché se li vede Santa Lucia comportarsi male, getta della cenere nei loro occhi accecandoli.

In cambio le famiglie lasciano alla finestra delle arance, dei biscotti, del caffè e mezzo bicchiere di vino rosso e del fieno per l'asinello che porta i regali della Santa.

Al mattino del 13 dicembre quanto i bambini si alzano dal letto trovano caramelle e dolci al posto delle arance e i doni richiesti esauditi, soltanto a chi si è comportato bene.

La tradizione dei doni di Santa Lucia sembra risalga al XIV secolo, quanto nobili veneziani presero l'abitudine di fare regali ai più piccoli propri il 13 dicembre.

A Brescia c'è testimonianza che Santa Lucia si festeggia fin dal 1438 quando per celebrare la resistenza agli attacchi del Piccinino si portavano doni sul sagrato di San Pietro de Dom.

A Verona invece c'è una leggenda che risale al XIII secolo che narra di una incurabile epidemia agli occhi dei bambini.

I cittadini disperati invocarono Santa Lucia andando in pellegrinaggio a piedi nudi e senza mantello fino alla Chiesa di Sant'Agnese, oggi sede del Municipio.

I più piccoli, intimoriti dal freddo e dal gelo di quella notte di dicembre non volevano partecipare al pellegrinaggio così che i genitori per invogliargli promisero in cambio tanti doni al loro ritorno.

Una volta terminato il pellegrinaggio pare che la malattia agli occhi sparì improvvisamente e i bambini ebbero i loro regali portati da Santa Lucia.

Santa Lucia nel mondo

Non solo in Italia Lucia è celebrata la notte del 13 Dicembre.

In Svezia per Santa Lucia i bambini fanno biscotti e dolci e la mattina del 13 dicembre la bambina più grande di casa si alza prima che venga la luce e si veste come Santa Lucia, indossando un lungo vestito bianco con una una cintura rossa in vita, sulla testa una corona di foglie e sette candele per poter vedere meglio.

Le altre sorelle indossano una camicia bianca a simboleggiare le stelle, mentre i figli maschi cappelli in paglia.

La bambina più grande sveglia tutti i componenti della famiglia che insieme si siedono al tavolo per mangiare i biscotti preparati nei giorni precedenti.


Torna all'indice Temi religiosi up





Galleria dipinti e opere su Santa Lucia

Santa Lucia

Pala di Santa Lucia

Santa Lucia

Santa Lucia: protettrice degli occhi



Santa Lucia

Cappella di Santa Lucia

Santino di Santa Lucia


Opera del Caravaggio


Opera di Jacobello del Fiore



Link interessanti o sponsorizzati


Altri consigli





linea

6 offerta ibsLibri sull'ARTE: OUTLET -50%

Il volto di Gesù. Storia di un'immagine dall'antichità all'arte contem...
Caroli Flavio, Mondadori
Follia? Vita di Vincent Van Gogh
Guerri Giordano B., Bompiani
Davanti all'immagine
Sgarbi Vittorio, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
La pittura moderna e la tradizione romantica del Nord da Friedrich a Rothko
Rosenblum Robert, 5 Continents Editions
Arte moderna. Dal Postimpressionismo all'Informale
Mondadori Electa
Trattato della pittura
Leonardo da Vinci, Giunti Demetra
Vermeer
Tazartes Maurizia, Mondadori Electa
Bosch
Dello Russo William, Mondadori Electa
Arte d'Oriente. Arte d'Occidente. Per una storia delle immagini nell'era della global...
Caroli Flavio, Mondadori Electa
Episodi e personaggi dell'Antico Testamento
De Capoa Chiara, Mondadori Electa
Grande atlante del Rinascimento
Zuffi Stefano, Mondadori Electa
Grande atlante del design dal 1850 a oggi
Morteo Enrico, Mondadori Electa