storia di santa chiara






Storia di Santa Chiara


Santa Chiara

Chi era santa Chiara?

Santa Chiara, che si festeggia l'11 Agosto, è nata ad Assisi nel 1193.

Santa patrona della televisione, Chiara, il cui nome significa dal latino "trasparente", nasce dalla famiglia dei nobili Offreducci e il suo simbolo è il giglio.

Ad Assisi c'è la Basilica a lei dedicata che conserva le sue reliquie.

Si sa poco dell'infanzia e della prima gioventù di Chiara.

È certo però che sin da piccola Chiara non indossa abiti all'altezza della sua nobile famiglia, ma veste in modo povero con vestiti di stoffa grezza, dedicandosi alle preghiere insieme alla mamma che la avvicina al mondo della benevolenza verso i più bisognosi.

Il suo incontro con San Francesco avviene tramite il cugino Rufino, frate che aveva deciso di seguire Francesco nelle sue opere e nel suo stile di vita.

Rufino racconta a Francesco della cugina, del suo modo di vivere semplice e delle tante opere pie da lei compiute.

Così Francesco si avvicina e conosce Chiara che a soli diciotto anni, la notte della Domenica delle Palme, decide di abbandonare la ricchezza e di spogliarsi di tutti i suoi beni terreni restituendoli al padre, per abbracciare la strada della semplicità e povertà intrapresa già da San Francesco d'Assisi.

Quella notte stessa raggiunge Francesco alla Porziuncola di Assisi dove indossa il saio francescano, si fa tagliare i capelli decidendo da lì per sempre di seguirlo.








Nel Monastero Benedettino di San Paolo a Bastia Umbra, Chiara incontra il padre ed altri famigliari che cercano di convincerla, anche con la forza, a farla tornare a casa.

Le urla di Chiara richiamano in suo soccorso la sorella Agnese che si prostra sul corpo di Chiara al fine di proteggerla. È qui che accade il suo primo miracolo nel momento in cui lo zio cerca di sferrare un pugno ad Agnese, il braccio resta paralizzato salvando la sorella, convincendo così i parenti a desistere.

Santa Chiara e San Francesco d'Assisi

Insieme ad Agnese Chiara si rifugia nella Chiesa di San Damiano dove diventa badessa fondando l'ordine femminile delle povere escluse, o povere dame, quello che diverrà in seguito ordine delle Clarisse.

Secondo alcuni racconti pare che Francesco desiderasse avere un ordine composto da sole donne, per questo detta la prima regola, quella del "privilegio della povertà" che lei stessa chiede ed ottiene dal Cardinale Ugolino, diventato Papa Gregorio IX.

Successivamente, nella bolla del 1253 a pochi giorni dalla sua morte, papa Innocenzo IV le conferma il privilegio della povertà che prevede una severa e rigida austerità.

Chiara conduce una vita basata sulla povertà estrema che tenta di insegnare anche alle altre badesse, come ad Agnese, figlia del re di Boemia, ad altre amiche nonchè alla stessa madre, tutte donne che decidono di seguire l'esempio francescano per abbandonare le spoglie di donne ricche e nobili per dedicarsi ai malati e ai poveri.

Chiara non detta regole ma ispira tutte le sue sorelle a vivere nell'assoluta semplicità senza perdere mai il sorriso.

Purtroppo la seconda parte della vita di Chiara è dominata dalla malattia senza però farla desistere dall'applicare le regole di una vita monastica disciplinata e di far del bene al prossimo.

La storia narra che nel 1240 Assisi è minacciata dalle truppe militari di Federico II. Chiara, malata e stanca, riesce a salvare l'assedio portando sull'ostensorio l'Eucarestia Chiara, gesto miracoloso che porta alla fuga l'esercito.

Ogni anno il 22 Giugno ad Assisi si ricorda e festeggia questo miracoloso evento chiamato: "festa del voto delle clarisse".

Chiara muore l'11 Agosto del 1253 ad Assisi, due anni dopo papa Alessandro IV la dichiara santa.




Patrona della Televisione

Santa Chiara, oltre ad essere la Santa Patrona di Assisi e di Iglesias, la cui festa ricorre l'11 Agosto di ogni anno, è anche la Patrona della Televisione dal 17 febbraio del 1958.

Fu Papa Pio XII a nominarla Santa patrona della televisione e delle telecomunicazioni basandosi su una antica tradizione narrata nei secoli.

Si racconta che un giorno di Natale Chiara era gravemente malata e per la sua infermità era costretta a letto dovendo rinunciare alla Santa Messa celebrata proprio da Francesco.

Chiara desiderava così tanto essere presente alla funzione che ebbe una visione della cerimonia e al momento della comunione le apparve un angelo che le offrì l'ostia consacrata.

Per questo motivo è tutt'oggi la Patrona della TV.


Torna all'indice Temi religiosi up





Galleria dipinti su Santa Chiara

Saluto di Santa Chiara - Giotto
Saluto di Santa Chiara opera di Giotto

Santa Chiara: patrona di Assisi

Santa Chiara

Santa Chiara e San Francesco

Santa Chiara opera di Simone Martini
Opera di Simone Martini



Link interessanti o sponsorizzati


Altri consigli





linea

6 offerta ibsLibri sull'ARTE: OUTLET -50%

Il volto di Gesù. Storia di un'immagine dall'antichità all'arte contem...
Caroli Flavio, Mondadori
Follia? Vita di Vincent Van Gogh
Guerri Giordano B., Bompiani
Davanti all'immagine
Sgarbi Vittorio, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
La pittura moderna e la tradizione romantica del Nord da Friedrich a Rothko
Rosenblum Robert, 5 Continents Editions
Arte moderna. Dal Postimpressionismo all'Informale
Mondadori Electa
Trattato della pittura
Leonardo da Vinci, Giunti Demetra
Vermeer
Tazartes Maurizia, Mondadori Electa
Bosch
Dello Russo William, Mondadori Electa
Arte d'Oriente. Arte d'Occidente. Per una storia delle immagini nell'era della global...
Caroli Flavio, Mondadori Electa
Episodi e personaggi dell'Antico Testamento
De Capoa Chiara, Mondadori Electa
Grande atlante del Rinascimento
Zuffi Stefano, Mondadori Electa
Grande atlante del design dal 1850 a oggi
Morteo Enrico, Mondadori Electa