storia di Padre Pio






La vita di Padre Pio

Padre Pio

Chi era Padre Pio?

Padre Pio, il cui nome vero è Francesco Forgione, patrono dei volontari e della Protezione Civile, nasce a Pietralcina (Benevento) nel 1887 e si festeggia ogni 23 Settembre, giorno della sua morte a San Giovanni Rotondo.

Fin da piccolo Padre Pio mostra dedizione a Cristo.

A soli cinque anni ha visioni di Maria, di Gesù e degli angeli, ha apparizioni celestiali e cerca di ostacolare attacchi dal diavolo.

Dopo aver migrato con la famiglia all'estero per garantire al piccolo Francesco gli studi, torna a Pietralcina dove il ragazzo ha chiare le sue volontà.

Padre Pio vuole fare il frate, "il frate con la barba" dice.

Dopo aver tentato di entrare al noviziato dei cappuccini invano, riesce a trovare un posto nel 1903 all' Ordine dei Frati Minori Cappuccini in provincia di Foggia e poi a Benevento dove nel 1906 acquisisce il nome di Padre Pio.

La sua salute inizia ad essere cagionevole ma Padre Pio non cede alle richieste di medici e famigliari di tornare a Petralcina e resta a Benevento dove il 10 Agosto 1910 diventa sacerdote a soli ventitre anni.

Il sacerdote prega molte, invocando il Signore di farlo "vittima dei peccatori" fino a che riceve la risposta da Dio con la prima apparizione delle stimmate che compaiono in una mano.

È il 1911 e durante la confessione, racconta al sacerdote di avere segni rossastri sulle mani oltre ad un grande dolore agli arti, primi segnali della comparsa delle stigmate.







Per non destare sospetti e domande, chiede al Signore di far scomparire tali ferite ma di lasciargli patire comunque il dolore. Il suo desiderio viene esaudito.

Durante la prima guerra mondiale partecipa alla vita militare ma la sua malattia peggiora ed è costretto ad abbandonare l'esercito nel 1918 quando gli viene diagnosticata una bronco alveolite doppia.

Trascorre la convalescenza prima in un convento a Foggia, poi a San Giovanni Rotondo, unico posto dove trova refrigerio dalla grande calura dell'estate.

Doveva essere soltanto un periodo di convalescenza, ma invece Padre Pio resterà in quel luogo per tutta la vita.

È l'agosto del 1918 quando Padre Pio vive il fenomeno della perforazione spirituale del cuore con sanguinamento (trasverberazione).

Si racconta che un' anima celeste trafigge con una lamina di ferro incandescente il corpo del Frate.

Qualche settimana dopo, nel mese di Settembre, gli appare un essere misterioso con mani, piedi e petto grondanti di sangue.

Dopo questa apparizione surreale Padre Pio si accorge di avere mani, piedi e costato sanguinanti, proprio come quell'essere apparso in visione.

Impossibile per Padre Pio tenere nascosto l'evento, e con il diffondersi della notizia iniza un continuo pellegrinaggio di devoti verso San Giovanni Rotondo.

Le ferite rimarranno sanguinanti fino a pochi istanti prima della morte, in cui scompariranno definitivamente.


Le autorità del Convento tentano di far trasferire il frate ma i pellegrini si impongono a sua difesa.

Il sacerdote resta ma vengono a lui negati i diritti di celebrare messe se non in privato.

Nel 1933 finalmente a Padre Pio vengono ridati i suoi diritti di frate, può riprendere a celebrare la Messa e le confessioni.

Nel 1947 viene posta la prima pietra di un progetto che occupa Padre Pio dal 1940, quello di costruire una Casa Sollievo alla Sofferenza.

L'anno successivo, insieme ai tanti pellegrini che fanno visita a San Giovanni Rotondo c'è un sacerdote polacco che riceve la confessione dal Frate, si tratta di Karol Wojtyla.

Qualche anno dopo la dedizione verso Padre Pio diventa sempre più forte nei pellegrini che vengono in sua visita, così che viene autorizzato a dir messa sul sagrato della Chiesa per accogliere tutta la folla.

Nel 1955 iniziano i lavori di costruzione di una chiesa più grande che sarà inaugurata nel 1959 dal vescovo di Foggia, purtroppo Padre Pio non potrà esserci perché ricoverato in ospedale.

Nel 1956 viene finalmente inaugurata Casa Sollievo della Sofferenza e il frate di Pietralcina chiede al Papa di dare in gestione l'ospedale alla Congregazione del Terz'Ordine Francescano e di depositare le azioni allo IOR, richieste tutte accolte dal Santo Padre.

Padre Pio e la malattia

Dopo diversi contrasti con le autorità che limitano di nuovo il frate a celebrare liberamente la messa, nel 1966 la malattia diventa più grave tanto da costringere Padre Pio su di una sedia a rotelle.

Sono le cinque del mattino del 22 settembre quando Padre Pio dice la sua ultima Messa.

È molto provato e stanco, ma riesce a dare l'ultima benedizione ai fedeli accorsi all'inaugurazione della nuova cripta alle sei del pomeriggio, ultima apparizione in pubblico.

Alle prime ore del mattino del 23 Settembre Padre Pio muore invocando il nome di Maria e di Gesù, momento in cui le stimmate scompaiono definitivamente dal suo corpo senza lasciare alcun minimo segno.

Nel 1983 ha inizio la canonizzazione di Padre Pio che prosegue fino al 1990 quando la decisione finale viene rimessa nella mani di Roma, alla Congregazione per le cause dei Santi.

Il 18 dicembre 1997 Papa Giovanni Paolo II in Vaticano affida a Padre Pio il titolo di "venerabile" e il 2 Maggio 1999 riceve dallo stesso la beatificazione e il 16 Giugno 2002 in Piazza San Pietro a Roma la canonizzazione proclamando Santo il beato Padre Pio da Pietralcina.


I miracoli di Padre Pio

Il miracolo più significativo durante la vita di Padre Pio è la comparsa delle stimmate, portate dal frate per cinquantasette anni s'eppure in fasi diverse, a volte visibili a volte solo dolorose.

Tra gli altri doni miracolosi del Santo Padre Pio da Pietralcina c'è la capacità di saper leggere nel cuore della gente, soprattutto durante le confessioni che potevano durare anche per diciotto ore al giorno.

I fedeli da lui confessati hanno raccontato di come il frate riuscisse quasi ad anticipare i peccati che stavano per essere raccontati.

Un'altra caratteristica di Padre Pio è quella di far percepire ai fedeli forti profumi di fiori, dal profumo di violette al gelsomino, alle rose, come segno della sua presenza anche dopo la morte.

Viene attribuita a Padre Pio anche la guarigione miracolosa del piccolo Matteo Pio Colella, bambino gravemente malato di San Giovanni Rotondo.

Protagonista anche di casi di bilocazione, Padre Pio pare esser stato presente nello stesso momento in due luoghi diversi.

Oggi San Giovanni Rotondo è meta continua di pellegrinaggi di persone che provengono da tutto il mondo.
Torna all'indice Temi religiosi up






Galleria dipinti e foto su Padre Pio

Padre Pio da Pietralcina

Padre Pio stigmate



Padre Pio santino

Padre Pio e Papa Wojtyla



Link interessanti o sponsorizzati


Altri consigli





linea

6 offerta ibsLibri sull'ARTE: OUTLET -50%

Il volto di Gesù. Storia di un'immagine dall'antichità all'arte contem...
Caroli Flavio, Mondadori
Follia? Vita di Vincent Van Gogh
Guerri Giordano B., Bompiani
Davanti all'immagine
Sgarbi Vittorio, BUR Biblioteca Univ. Rizzoli
La pittura moderna e la tradizione romantica del Nord da Friedrich a Rothko
Rosenblum Robert, 5 Continents Editions
Arte moderna. Dal Postimpressionismo all'Informale
Mondadori Electa
Trattato della pittura
Leonardo da Vinci, Giunti Demetra
Vermeer
Tazartes Maurizia, Mondadori Electa
Bosch
Dello Russo William, Mondadori Electa
Arte d'Oriente. Arte d'Occidente. Per una storia delle immagini nell'era della global...
Caroli Flavio, Mondadori Electa
Episodi e personaggi dell'Antico Testamento
De Capoa Chiara, Mondadori Electa
Grande atlante del Rinascimento
Zuffi Stefano, Mondadori Electa
Grande atlante del design dal 1850 a oggi
Morteo Enrico, Mondadori Electa