Assisi: turismo - guida - vacanze in Umbria

Settemuse Arte Turismo Vacanze Cultura

Temi principali:
 Home   Arte   Cultura   Turismo Italia 

Altri temi:  Bestseller    Cinema    Come fare    Disegnare    Foto sfondi 
 
 Frasi utili   Musica   Poesia   Ricette   Scienze   Scrittori   Turismo Europa  






 

Slideshow Assisi

Assisi


Vacanze in provincia di Perugia

Come andare, cosa vedere e cosa fare ad Assisi

Guida, itinerari, foto, mappa e storia





Hotel - Residence - Resort - Ville - B&B - Ostelli

 

Le migliori offerte per un soggiorno in
ASSISI e dintorni

 

Guida della località


Assisi - Chiesa di San Francesco
 

Mappa di Assisi
Mappa di Assisi

Come arrivare ad Assisi



Assisi, in provincia di Perugia, è una località molto visitata  per le testimonianze della vita di San Francesco.

In auto:
- Da Nord e Bologna,  A14 Autostrada Adriatica uscire ad Ascoli Piceno, proseguire verso Norcia e continuare seguendo l'indicazione Perugia - Assisi;
- oppure dalla A14 uscire a Civitanova Marche - Macerata e continuare seguendo le indicazioni per Perugia - Assisi;
- oppure dalla A14, uscire a Cesena Nord, prendere la direzione Roma e continuare per Città di Castello, Umbertide ed Assisi.
- Da Roma, A1 Autosole, uscire a Orte, prendere verso Terni e continuare seguendo l'indicazione Spoleto - Assisi;
- Da Firenze, A1 Autosole, uscire a Valdichiana, prendere la direzione Perugia e continuare seguendo l'indicazione Assisi.

In treno:
A 4 Km dal centro di Assisi c'è la Stazione Ferroviaria Santa Maria degli Angeli sulla Linea FS Foligno - Terontola.

In aereo:
L'Aeroporto dell'Umbria Sant'Egidio di Perugia è l'aeroporto più vicino, a 10 Km da Assisi.
 

Assisi cenni storici


Probabilmente abitata da popoli umbri, subì l'influenza degli Etruschi e poi dal III secolo a.C. dei Romani diventandone municipio con il nome di Asisium.

Dopo la caduta dell'Impero Romano La città, divenuta presidio gotico nell'età di Teodorico, passò poi sotto il dominio bizantino conquista da Belisario nel 538 d.C. e, dopo una lunga guerra venne riconquistata dai goti di Totila.

Intorno al XII secolo Assisi si costituì in libero comune ghibellino costantemente in lotta con Perugia che voleva sottometterla al proprio potere entrò a far parte del Ducato di Spoleto, del quale seguirà le sorti.



Foto panoramica di Assisi


Foto panoramica di Assisi
 

Assisi - Antica Porta della città
Assisi - Antica Porta della città

Assisi ancora storia


Spoleto, che era diventato Ducato sotto la dominazione Longobarda, alla caduta di questi, restò sotto il controllo dei Franchi prima e della nobiltà pontificia poi, subendo un secolo si lotte fra le parti che se lo contendevano finché entrò nell'orbita dello Stato Pontificio.

La situazione politica portò Assisi in mano a Perugia, con la Signoria di Guglielmo di Carlo, riconquistata e persa più volte dallo Stato Pontificio fino al 1500 quando la città di Assisi entrò definitivamente nell'orbita papale.

Nel 1860 la città venne inglobata, come il resto dello Stato Pontificio nel Regno d'Italia.
 

Cosa vedere ad Assisi - Monumenti Romani


Anche se il richiamo ai visitatori restano le chiese francescane ed il borgo Medievale, ad Assisi si trovano numerose vestigia romane, come il bellissimo Tempio di Minerva, alcuni resti di Templi pagani, il Foro, l'anfiteatro, epigrafi, statue, tratti di mura e due fontane o cisterne.

Una di queste è quasi intatta, con una camera dalle pareti lisce, il soffitto a volta e un parapetto con funzione di argine.

L'altra, invece, è inglobata nel muro della Chiesa di San Nicolò ed è identificabile solo in parte.

La collezione archeologica di Assisi si trova nel Museo del Foro Romano, in parte ospitato nella cripta di San Nicolò  ma si estende sotto la Piazza del Comune parchè in età comunale, fu deciso di ricoprire i resti dell'antica città romana e costruire un nuovo centro cittadino.

Assisi - Tempio di Minerva foto notturna
Assisi - Tempio di Minerva foto notturna

Assisi - Foto della facciata della Basilica Superiore
Assisi - Foto della facciata della Basilica Superiore

Cosa visitare ad Assisi - La Basilica Superiore



Assisi è posta alle pendici del monte Subasio, in Umbria ed è centro spirituale, d'arte e turismo.

La Basilica di san Francesco è il "pezzo forte" della cittadina, anche se è molto bello anche il borgo, prettamente medievale e ben tenuto.

La Basilica sorge su una piazza di forma irregolare coperta, per la maggior parte, da un prato verde.

Prima della costruzione della chiesa il colle era chiamato "Colle dell'Inferno" perché era il luogo ove si eseguivano le condanne a morte e solo con la costruzione della Basilica il nome cambiò in "Colle del Paradiso.

Cosa visitare ad Assisi - la Basilica Inferiore


Costruita in stile romanico lombardo con un'unica navata ed un ampio transetto, la Basilica Inferiore di Assisi, custodisce fin dal 1230 le spoglie mortali San Francesco che sono poste nella piccola cripta sotto l'altare centrale della Basilica.

Il portale gotico della chiesa venne ultimato prima del 1271 ed è posto sul lato sinistro della navata; composto da un arcone sorretto da due colonne con attico decorato da un fregio a due festoni.

La Basilica è splendidamente affrescata con alle pareti opere attribuite a Giotto, Cimabue o loro allievi sotto un suggestivo cielo trapunto di stelle.

Assisi - Ingresso Basilica Inferiore
Assisi - Ingresso Basilica Inferiore

Assisi - Foto della Cripta della Basilica Inferiore
Assisi - Foto panoramica interno della Cripta


Assisi - Cripta della Basilica Inferiore
Assisi - Cripta della Basilica Inferiore
 

Cosa vedere ad Assisi - La Piazza del Comune


Fulcro della vita sociale, culturale e politica di Assisi, i suoi palazzi sono stati testimoni, durante i secoli di tutte le vicende cittadine.

Notevole è il Palazzo del Popolo che, edificato nel 1282, fu sede del Capitano del Popolo e del Comandante delle Milizie cittadine.
 
Verso la fine del Trecento fu la residenza del Podestà ed  oggi è sede della Società Internazionale di Studi Francescani, mantiene la merlatura guelfa.

Bella la Torre del Popolo, a pianta quadrata, del 1305 ornata da un orologio installato a metà del 1400.

A lato della torre il Tempio di Minerva con l'elegante facciata con sei colonne scanalate e capitelli corinzi, attira l'attenzione del turista.

Il tempio dedicato alla dea Minerva è stato trasformato nell'interno in una chiesa cristiana (Santa Maria sopra Minerva) e risale al I secolo dopo Cristo.

Assisi - Piazza del Comune di Assisi
Assisi - Piazza del Comune di Assisi

Assisi - foto di via San Francesco
Assisi - foto di via San Francesco

Coda fare a Assisi -Percorrere Via San Francesco


La strada, che attraversa il borgo medievale di Assisi, è intitolata al suo nume tutelare, San Francesco, ma di sacro ha poco ed offre ricami in punto di Assisi, ceramiche umbre, vetrate e oggetti in vetro, tessuti su telaio a mano, ferri battuti (già famosi nel Medioevo), cuoio sbalzato, miele, prosciutti e insaccati, olio frantoiano, formaggi e ricotte, vini e dolci medievale che le molte botteghe espongono sulla via.

Percorrendola si può ammirare il Palazzo Giacobetti, ora sede della Biblioteca Civica, dove è custodito l'originale del Laudes Creaturarum, (il Cantico delle Creature), l'antico Oratorio dei Pellegrini ed il Museo Civico da cui si accede al Foro Romano.
 

Cosa vedere nei dintorni -L'Eremo delle Carceri


L'eremo delle Carceri è il luogo dove San Francesco Parlava con gli uccelli.

“Alla periferia della città c’era una grotta… Francesco vi entrava, … e pieno di nuovo insolito fervore, pregava il Padre suo in segreto (Mt 6,6).

Desiderava che nessuno sapesse quanto accadeva in lui là dentro e … bruciava interiormente di fuoco divino, e non riusciva a dissimulare il fervore della sua anima.

Un giorno finalmente, dopo aver implorato con tutto il cuore la misericordia divina, gli fu rivelato dal Signore come doveva comportarsi.

E fu ripieno di tanto gaudio da non poterlo contenere e da lasciare, pur non volendo, trasparire qualcosa agli uomini.”
Da "Vita prima di Sam Francesco d'Assisi" di Tommaso da Celano.
 


Assisi - Foto dell'Eremo delle Carceri
Assisi - Foto dell'Eremo delle Carceri


Assisi - foto di un Affresco della Basilica Superiore
Assisi - foto di un Affresco della Basilica Superiore
 

Cosa vedere ad Assisi


Dal 2000 l'UNESCO ha inserito la Basilica di San Francesco ed i siti francescani fra i beni che appartengono al Patrimonio mondiale dell'umanità.

Ma Assisi possiede altri gioielli che non possono essere trascurati da un visitatore sensibile, come:
 
- il Foro Romano, a 5 metri sotto il livello della attuale piazza del Comune;
- il Museo della Basilica di Santa Maria degli Angeli che ospita due importanti crocifissi su tavola del XIII sec.;
- il Tesoro della Basilica di San Francesco;
- il Museo Capitolare della Cattedrale di San Rufino costituito nel 1947 vicino alla cattedrale che consente l’accesso alla Cripta del Santo affrescata nel XII sec.;
- la Pinacoteca comunale, in Palazzo Vallemani con affreschi dal XIV al XVII secolo ed opere di Giotto, Puccio Capanna e Andrea d’Assisi;
- la Galleria di Arte Moderna con opere prodotte da artisti credenti e non credenti, a titolo di ricerca.
Un soggetto in particolare fu proposto agli artisti: "Gesù Divino Lavoratore".
Nel Museo ci sono opere di Carrà, De Chirico, Messina, Greco, Rosai e Rouault .



Assisi - Foto del complesso delle Basiliche
Assisi - Foto del complesso delle Basiliche
 

Assisi di notte
Assisi di notte

Cosa vedere nei dintorni di Assisi


A pochi kilometri da Assisi è possibile visitare la bellissima Perugia, Spello, Bevagna, Spina, Montefalco e le Fonti del Clitunno.

 


 




Servizio fotografico di Assisi  (foto per sfondi desktop in formato 1024x768, scaricabili gratis)





Musei di Assisi


Foro Romano e Collezione Archeologica
Il Foro Romano si trova a circa 5 metri al di sotto dell'attuale piano di calpestio di Piazza deii Comune. L'ingresso si trova in via Portica, attraverso la cripta di San Niccolò. Nella cripta è ospitata la Collezione Archeologica che comprende numerosi reperti di epoca umbro-romana.
Via Portica, Assisi Tel. 075-813053
Apertura: dal 16 marzo al 15 ottobre 10,30-13,00 15,00-19,00
16 ottobre 15 marzo: 10,00-13,00 14,00-19,00

Rocca Maggiore
La prima notizia certa dell'esistenza della Rocca Maggiore risale al 1174. Vi soggiornò Federico 11, affidato al Duca Corrado di Urslingen, contro il quale il popolo di Assisi si ribellò nel 1198 distruggendo il castello.
La Rocca fu ricostruita due secoli più tardi dal Cardinale Albornoz.
Aperto tutti i giorni dalle 10,00 al tramonto; Tel. 075-815292
 

Video di Assisi

Video amatoriale su Assisi

 


Libri e Guide su Assisi

Francesco d'Assisi e l'etica globale
Francesco d'Assisi e l'etica globale
Carbajo Nunez Martin, 2011, EMP

Francesco d'Assisi

Francesco d'Assisi
De Simone Angelo, 2011, San Paolo Edizion
 
Tutti gli scritti
Francesco d'Assisi (san), Chiara d'Assisi (santa), 2011, Porziuncola
 

mistica sponsale e contemplativa di Chia

La mistica sponsale e contemplativa di Chiara d'Assisi
Di Muro Raffaele, 2011, If Press
 
I passi e il silenzio. A piedi, sulle strade di Chiara d'Assisi
Gallo Francesco, Cardarelli Monica, 2011, Porziuncola

basilica di San Francesco ad Assisi

La basilica di San Francesco ad Assisi
Malafarina Gianfranco, 2011, Franco Cosimo Panini

saio delle stimmate di san Francesco d'A

Il saio delle stimmate di san Francesco d'Assisi. Storia e conservazione
Baldini Nicoletta, Conti Susanna, 2010, Centro Di


Francesco d'Assisi. Un mendicante raccon

Francesco d'Assisi. Un mendicante racconta
Bergamaschi Fabio, 2010, Paoline Editoriale Libri

 

I fioretti di san Francesco d'Assisi
2011, Minerva

 

La Basilica di San Francesco in Assisi. Guida completa per la visita delle basiliche 
Canali Ferruccio, Bonechi-Edizioni Il Turismo

Per una ricerca più completa di LIBRI - FILM - MUSICA CD/DVD: