Argentario: turismo - guida - vacanze in Toscana

Settemuse Arte Turismo Vacanze Cultura

Temi principali:
Home  Arte  Cultura   Turismo in Italia

Altri temi: Bestseller  Cinema   Come fare  Disegnare  Foto sfondi  Frasi utili  Musica   Poesia  Ricette  Scienze  Scrittori  Turismo Europa

 

 
 

 

 

 

 

Slideshow Argentario

Monte Argentario


Vacanze in provincia di Grosseto
Come andare, cosa vedere e cosa fare aa
 Monte Argentario
Guida, itinerari, foto, mappa e storia

 

 

 

 

Guida della località

 Come arrivare all'Argentario


Il Monte Argentario era, in un remoto passato, un’isola, che poi si è saldata al continente con la formazione dei due istmi della Giannella e della Feniglia, nonché di quello centrale di Orbetello, poi completato artificialmente con la costruzione di una diga.

In auto:

- Da Grosseto e dal Nord  tramite la SS1 Aurelia  all'altezza di Bocca dell'Albegna uscire in direzione Giannella e seguire le indicazioni per l'Argentario, sulla SP36 per circa 15 km.
- Da Civitavecchia con la SS1 Aurelia, uscendo per Orbetello Scalo e proseguire seguendo le indicazioni stradali.

In treno:
All' Argentario si può arrivare in treno, scendendo alle stazioni di Albinia o Orbetello.
- Da Roma: linea Roma-Pisa, stazione di Orbetello-Monte Argentario
- Da Pisa: linea Pisa-Roma, stazione di Orbetello-Monte Argentario
- Da Firenze: linea Firenze-Pisa e poi Pisa-Roma.

In aereo:
Gli scali più vicini all'Argentario sono l'Aeroporto di Roma Leonardo da Vinci (Fiumicino),  l'aeroporto di Roma Ciampino o aeroporto di Pisa Galileo Galilei.
 


Mappa Argentario

Monte Argentario mappa

link: Comune dell'Argentario

 


Argentario

Argentario
 

 Informazioni sull'Argentario


Il lembo di terra che collega il Monte Argentario alla terra ferma si sono formati nei millenni passati con l'accumulo dei detriti trasportati dai fiumi e dalle correnti marine.

Delle abitazioni preistoriche ci sono almeno 19 caverne con segni che furono abitate, alcune molto grandi.
La più lunga, oltre 1 km, presenta anche un laghetto a 50 metri dall'ingresso è stata chiamata   "Grotta del Granduca",   in onore di Leopoldo di Lorena che ne promosse gli scavi.

Per la sua posizione geografica, che lo pone al centro del Mar Tirreno, l'Argentario fu considerato dai primi navigatori un approdo sicuro. Di straordinario valore strategico, il Promontorio fu munito.

Furono gli Spagnoli durante la loro occupazione che trasformarono il Monte Argentario in una poderosa macchina bellica, con un formidabile complesso di fortificazioni.

Lo Stato dei Presidi, protetto dalle fortificazioni dell'Argentario comprendeva Orbetello, Porto Ercole, Porto S. Stefano e Talamone, ai quali, nel 1.602, si aggiunse la piazzaforte di Porto Longone, nell'Isola d'Elba.
 

 Argentario - Porto Santo Stefano


Ai piedi del Monte Argentario, sulla costa orientale, Porto Santo Stefano è un suggestivo borgo marinaro oggi attrezzato porto turistico.

Porto Santo Stefano si affaccia su una baia dominata dalle possenti moli delle fortezze spagnole.

Nella vicina Cala Galera fanno scalo ogni estate moltissime imbarcazioni da diporto attratte dalle funzionali strutture e dai servizi offerti da questo bellissimo approdo.

Porto Santo Stefano cominciò a svilupparsi dopo la costituzione dello Stato dei Presidi con un primo nucleo abitato intorno alla Rocca.

A partire dal XVIII secolo numerose famiglie di pescatori liguri e napoletani si trasferirono qui, per questa ragione l'attuale popolazione ha tali origini.
 


Argentario - Porto Santo Stefano


Argentario - Porto Ercole

Argentario - Porto Ercole
 

 Argentario - Porto Ercole


Non si hanno notizie certe sulla storia antica di Porto Ercole, ma è stata scoperta di una necropoli etrusca a monte di Cala Galera.

Nell'alto medioevo appartenne, come tutto l'Argentario, all'Abbazia delle Tre Fontane, passò nel XIII° secolo, agli Aldobrandeschi, quindi agli Orsini e dal 1.415 alla Repubblica di Siena.

Lo Stato dei Presidi ne fece il cardine del sistema difensivo dell'Argentario, costruendo qui le imponenti strutture militari che ancora ne caratterizzano il paesaggio.

Nei pressi di Porto Ercole morì nel 1.610 probabilmente di malaria, solo e fuggiasco, Michelangelo Merisi detto il Caravaggio.
 

 Cosa fare all'Argentario


Le cittadine dell'Argentario vivono tutto l'anno con un' altissima concentrazione di turisti, specialmente romani.

Per fare una vera vacanza all'argentario occorre avere una barca, anche di piccole dimensioni magari a noleggio, per le imperdibili escursioni nelle splendide calette.

La gita classica è quella in traghetto per l'Isola del Giglio e di Giannutri, un paradiso solo per pedoni  con un bel parco marino, dove fare splendide fotografie subacquee della ricca flora e fauna mediterranea.


Argentario - Classico "gozzo"

Argentario - Classico "gozzo"
 


Argentario - Talamone

Argentario - Talamone
 

Cosa vedere nei dintorni dell'Argentario


La vita all'Argentario riempie tutto il tempo vacanziero ad ogni tipo di turista, sia che il suo hobby sia il mare, la montagna, l'osservazione degli uccelli o il dolce far niente, accompagnato da una cucina davvero sana.>
Per quelli che amano allargare il raggio d'azione, a pochi kilometri c'è da visitare la Maremma Toscana, con angoli speciali per i naturalisti come la selvaggia Marina di Albarese, la tranquilla Principina Mare alla foce dell'Ombrone, l'esclusiva Punta Ala e l'indimenticabile Talamone.
 

 

 

Servizio fotografico dell'Argentario  (foto per sfondi desktop in formato 1024x768, scaricabili gratis)

 

 

 

 

Video dell'Argentario


Video Vacanza All'Argentario

 

 

Libri e Guide  sull'Argentario ed il mare toscano

  Il Palio Marinaro dell'Argentario tra nomi e numeri. Almanacco statistico sulla regata remiera di Ferragosto di Porto Santo Stefano
Busonero Claudio, 2011, Laurum
Navigare lungocosta. Vol. 3: Dall'Argent Navigare lungocosta. Vol. 3: Dall'Argentario a Santa Maria di Leuca
Mancini Mauro, cur. Mesturini G., 2009, Class
Voga! Il palio marinaro dell'Argentario Voga! Il palio marinaro dell'Argentario
De Maria Andrea, cur. Conforti R., 2008, Moroni
Italia settentrionale. Dal confine italo Italia settentrionale. Dal confine italo-francese all'Argentario e Sardegna 
Heikell Rod, cur. Penati A., 2007, Il Frangente
  Almanacco del Monte Argentario. Quasi tutto ciò che si può dire su una penisola. Dati, fatti, piantine, opinioni, saggi. Ediz. italiana e tedesca
cur. Malcherek G., 2007, Laurum
  Monte Argentario e laguna di Orbetello. Aspetti storici, paesaggistici e naturalistici con itinerari
Bulgheri E., Tosi G., 2009, C&P Adver Effigi
  Toscana mare
2012, Tipografia Francesconi
Guida di Fosdinovo. Cultura, storia e na Guida di Fosdinovo. Cultura, storia e natura di un angolo di Toscana tra alpi Apuane e mare
Dadà Massimo, Fornaciari Antonio, Paribeni Emanuela, 2010, Giacché Edizioni
Frontiere di terra, frontiere di mare. L Frontiere di terra, frontiere di mare. La Toscana moderna nello spazio mediterraneo
cur. Fasano Guarini E., Volpini P., 2008, Franco Angeli
Vini di Maremma. 30 produttori e 30 vini Vini di Maremma. 30 produttori e 30 vini nella Maremma Toscana
Orfino Giuseppe, Carresi Lorenzo, Tisi Marco, 2010, Arca (Grosseto)
Soglia di mare d'Elba. Le onde sulle spi Soglia di mare d'Elba. Le onde sulle spiagge dell'isola. DVD. Con libro. Ediz. italiana, inglese e tedesca
Fino Cristina, 2011, Alamar Life
  Isola d'Elba. Atlante delle fornaci
Ramacogi Fiorella, 2011, BetaGamma
 

Per una ricerca più completa di LIBRI - FILM - MUSICA CD/DVD: