CANZONE D'APRILE

Federico Garcìa Lorca - Canzone d'aprile Escono allegri i bambini
dalla scuola,
lanciando nell'aria tiepida
d'aprile tenere canzoni.
Quanta allegria nel profondo
silenzio della stradina!
Un silenzio fatto a pezzi
da risa d'argento nuovo.




SILENZIO

Federico Garcìa Lorca - Silenzio La campagna è deserta,
i monti sono spenti
ed è vuota la strada:
solo di quando in quando
un cuculo canta nell'ombra dei pioppi.



VENTO SULL'ULIVETO

Federico Garcìa Lorca - Vento sull'uliveto Il campo
di ulivi
s'apre e si chiude
come un ventaglio.
Tremano giunco e penombra
sulla riva del fiume.
Gli ulivi
son carichi di gridi.
Uno stormo
d'uccelli prigionieri
agitano lunghissime
code nel buio.



ORTO DI MARZO

Federico Garcìa Lorca - Orto di Marzo Il mio melo
ha già l'ombra e gli uccelli.
Che salto fa il mio sogno
dalla luna al vento!
Il mio melo
dà al verde le sue braccia.
Fin da marzo, come la vedo
la fronte bianca di gennaio!
Il mio melo...
(cielo alto).



GOCCE D'ACQUA

Federico Garcìa Lorca - Gocce d'acqua L'acqua
suona il suo tamburo
d'argento.
Gli alberi
tessono il vento
e le rose lo tingono
di profumo.




Argomenti correlati


Vetrina ANNUNCI e CONSIGLI



Libri di Federico Garcia Lorca

  Lasciate le mie ali al loro posto
2008, Passigli
  Lettere americane
1994, Marsilio
  Poesie d'amore. Testo spagnolo a fronte
2008, Guanda
  Il maleficio della farfalla
2001, Acquaviva
  Sui libri. Discorso sui libri di Fuente Vaqueros
2008, Cattedrale
  I seis poemas gallegos di Federico Garcia Lorca
Caucci von Saucken Paolo G., 1977, Volumnia
  Gioco e teoria del duende
2007, Adelphi
  Il maleficio della farfalla. Testo originale a fronte
1996, Guanda