Maxfield Parrish biografia e foto delle opere

Frederick Maxfield Parrish Daybeak (1922)




Biografia e vita di Frederick Maxfield Parrish (USA 1870 - 1966)

Foto di  Frederick Maxfield Parrish Frederick Maxfield Parrish, pittore e illustratore statunitense nasce a Philadelphia, in Pennsylvania il 25 luglio1870.

Suo padre, Stephen Parrish, è un paesaggista ed incisore di successo che, con la madre Maxfield, Elizabeth, incoraggia il talento artistico di Frederick ancora da bambino; all'età di dieci anni, lo porta in Europa a vedere nei Musei i quadri dei Grandi Pittori e con lui disegna e dipinge.

Appassionato all'architettura oltre che alla pittura, il giovane Parrish studia e si perfeziona per anni in Francia, in Inghilterra, fino alla Drexel Institute, dove, uno dei suoi insegnanti, è l'illustratore Howard Pyle, che ha una grande influenza su di lui nella scelta del futuro lavoro.

Colpito da una febbre tifoide nel 1890 e poi dalla tubercolosi (1900), Frederick Maxfield Parrish passa lunghi mesi di convalescenza a Saranac fra le montagne dell'Adirondacks dove l'inverno freddo lo costringe a rinunciare gli acquarelli a favore dei dipinti ad olio.


Nel 1895 concorre, con altri venti artisti, per la creazione di una copertina, ed è la sua copertina che viene pubblicata, la sua prima copertina.

Parrish si specializza nelle illustrazioni per libri ed ottiene l'incarico di illustrare il libro di Kenneth Grahame "The Walls Were" nel 1897.

Sempre a causa della salute, passa alcuni mesi, in Arizona, dove il clima secco, l'aria tersa ed i colori luminosi e abbaglianti lo aiutano a guarire, ma anche a perfezionare il suo stile pittorico i cui magici colori resteranno la caratteristica principale delle sue opere.

Fotografia di  Frederick Maxfield Parrish
Non essendo legato a particolari correnti artistiche, Frederick Maxfield Parrish inventa una tecnica speciale che prevede diversi strati di olio e vernici applicate ai dipinti, sviluppando uno stile davvero originale.

Nel 1898, si stabilisce a Plainfield, nel New Hampshire, chiama la sua casa "Le Querce" e qui realizza importanti progetti artistici come Poems Eugene Field's of Childhood (1904) e il tradizionale Arabian Nights (1909).

Nel 1905 la vita serena e senza complicazioni di Parrish è ad una svolta: nella sua vita entra la sedicenne Sue Lewin.

Questa donna, destinata a diventare sua musa e amante, era stata assunta come ragazza alla pari, per i suoi figli, promossa assistente di studio, poi modella per una grande opera dal titolo Land of Make Believe, resterà al suo fianco per 50 anni.

In seguito Sue Lewin diventa la modella per la maggior parte dei suoi dipinti, comprese le figure maschili e femminili in Fiorentina Fete, una serie di affreschi eseguiti per la Curtis Publishing Company.

Parrish, subissato da proposte di lavoro da parte di editori ed inserzionisti, illustra molti libri per i maggiori autori americani come Nathaniel Hawthorne, L. Frank Baum, Kenneth Grahame, Eugene Fields, Louise Saunders e il temibile Edith Wharton.
Opera di  Frederick Maxfield Parrish
Il successo e la fama crebbero enormemente, dimostrando, senza ombra di dubbio, il vecchio adagio, secondo cui l'illustrazione è al centro dell'arte americana nel XX secolo.

The House of Art ha pubblicato molte delle sue stampe, tra cui Daybreak che è diventata l'immagine più riprodotta nella storia dell'arte.

Frederick Maxfield Parrish divenne famoso anche per i nudi androgeni posti in contesti fantastici che erano un tema spesso ricorrente nelle sue opere e per il particolare colore "Parrish blu" termine coniato per lui.

Negli ultimi trent'anni della sua vita, dai sessanta ai novanta, Parrish si dedica quasi esclusivamente alla pittura di paesaggi che sono stati pubblicati da Brown e Bigelow a St. Paul, Minnesota, come calendari e cartoline.

Parrish, che ha dipinto fino all'età di novantuno anni ed è stato uno dei artisti meglio retribuiti del suo tempo, muore nella sua casa, "Le Querce", a Plainfield nel New Hampshire, il 30 marzo 1966, dopo aver visto i suoi quadri appesi nei musei, nelle collezioni permanenti.

Maxfield Parrish è stato l'artista americano più popolare della fine del secolo scorso fino a che Norman Rockwell gli succedette nel 1940.
Ogni nuova generazione sembra riscoprire la magia e il romanticismo della sua arte e alcune delle sue stampe raggiungono, ancora oggi, il prezzo di molte migliaia di dollari.




Galleria opere d'arte di Frederick Maxfield Parrish

slideshow
slideshow

Frederick Maxfield Parrish Castello da sogno nel cielo (1908)
Castello da sogno nel cielo (1908)

Frederick Maxfield Parrish_festa_fiorentina_1916
Festa fiorentina (1916)

Frederick Maxfield Parrish Daybeak (1922)
Daybeak (1922)

Frederick Maxfield Parrish Castelli in aria (1904)
Castelli in aria (1904)

Frederick Maxfield Parrish Pasqua (1905)
Pasqua (1905)

Frederick Maxfield Parrish Stelle (1926)
Stelle (1926)

Frederick Maxfield Parrish Mattina (1922)
Mattina (1922)

Frederick Maxfield Parrish Cenerentola (1914)
Cenerentola (1914)

Frederick Maxfield Parrish Codadad e i suoi fratelli (1906)
Codadad e i suoi fratelli (1906)

Frederick Maxfield Parrish Il drago riluttante (1901)
Il drago riluttante (1901)

Frederick Maxfield Parrish Portatori di lanterne (1910)
Portatori di lanterne (1910)

Frederick Maxfield Parrish Egitto (1902)
Egitto (1902)




Annunci o altre pagine interessanti:



Libri sulla Pittura Americana

  Peggy Gugghenheim e la nuova pittura americana
2008, Giunti GAMM
  Il paesaggio americano dell'Ottocento. Pittori, fotografi e pubblico
Leonardi Nicoletta, 2003, Donzelli
  Pollockiana. Poeti italiani contemporanei per la nuova pittura americana
2009, Marco Valerio
  Galleria nazionale d'arte moderna. Le collezioni. Il XIX secolo
2006, Mondadori Electa
  La pittura americana
Bernabei Roberta, Castria Marchetti Francesca, Zuffi Stefano, 2006, Mondadori Electa
  Americani per sempre. I pittori di un mondo nuovo (Parigi 1867-New York 1948)
Cohen-Solal Annie, 2006, Johan & Levi 
  Piero della Francesca nella cultura europea e americana
1993, Edimond
  Pittura e paesaggio in America
Cole Thomas, Durand Asher B., 2007, Silvana
  Arte di frontiera. Pittura e identità nazionale nell'Ottocento nord-americano
Rossi Pinelli Orietta, 2002, Carocci
  L'iperrealismo «fotografico» americano in pittura. Risonanze storiche nella East e nella West Coast
Cempellin Leda, 2004, CLEUP

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport