Edward Hicks biografia e foto delle opere

edward_hicks La fattoria dei Cornell (1848)




Biografia e vita di Edward Hicks (USA 1780 - 1849)

Edward Hicks, il più conosciuto e amato dei pittori Folk d'America, è nato a in Pennsylvania il 4 Aprile del 1780.

Figlio di un agricoltore, rimasto orfano, lascia la terra per lavorare presso un costruttore di carrozze guidato dai decoratori William e Henry Tomlinson. Autoritratto di Eduard Hicks

Nel suo lavoro di pittore ornamentale, Edward Hicks, pur restando praticamente un autodidatta perchè riteneva che l'istruzione fosse uno strumento del demonio, impara perfettamente a dipingere stemmi araldici e a decorare insegne, così nel 1811, per mantenere la famiglia (si era sposato nel 1803), apre il suo laboratorio di pittura ornamentale a Newtown.

La preparazione di insegne richiede la conoscenza di diversi tipi di tecniche pittoriche, dalla doratura, alla giusta miscelazione di vernici, alle scelte di colori, al disegno ed alla composizione, tutte conoscenze che alla fine lo portano alla pittura da cavalletto, che però esercita solo come piacere personale.

Edward Hicks, cresciuto in un ambiente di quacqueri, per aver frequentato alcune feste e fiere agricole locali, è perseguitato dal rimorso e dalla paura dell'inferno.

Per redimersi, abbandona il lavoro da decoratore e si compra una fattoria per vivere lontano dalle tentazioni.

Presto la fattoria si rivela un pessimo affare e, carico di debiti, intraprende una vita itinerante da predicatore, nella zona Nord degli Stati Uniti e nel Canada meridionale.

Edward Hicks si rivela un ottimo predicatore, molto ricercato e famoso, ma, sempre alle prese con i suoi scrupoli di coscienza, nel 1819 decide che un buon cristiano deve guadagnarsi la vita con le mani.

Dal momento che la sua unica abilità manuale è la decorazione, si concede di tornare ai pennelli.

Animato da una sincera fede nella religione e nella cooperazione pacifica fra gli esseri umani, trasferisce le sue convinzioni sulla tela, utilizzando gli animali come parabola ed esempio, dipingendo scene e soggetti atti a aumentare e dare espressione alle proprie convinzioni religiose e sentimenti personali, piuttosto che alle sue aspirazioni artistiche (proibite ai quacqueri).

Dipinto di  di Eduard Hicks Anche dal punto di vista economico Edward Hicks ha ricavato ben poco dai suoi quadri, la maggior parte dei quali, specialmente i più grandi, erano creati come doni per gli amici e persone care.

Il pittore ha prodotto ben 62 versioni dello stesso soggetto "Peaceable Kingdom" che rappresenta gruppi di dolci animali domestici che vivono pacificamente con bestie feroci, carnivori, come gli orsi, leoni, lupi e leopardi.

I suoi animali hanno espressioni umane, i suoi figli e le figure umane, anche se rigide, sono ritratti con costumi tipici, disegnati con grande precisione, in colori molto luminosi.

Il quadro più grande dipinto da Hicks, nonché uno dei più impressionanti, in termini di disegno, colorazione ed esecuzione complessiva, riflette la fede quacchera sulla coesistenza pacifica.

Questo dipinto, che raffigura il grande raduno di dignitari bianchi, tra cui William Penn e altri quaccheri con gli Indiani che firmano un trattato di pace, è completato sullo sfondo con edifici e tanti piccoli dettagli, come foglie sugli alberi, gli abbigliamenti, fedeli agli originali, denunciano l'origine della ispirazione del pittore dal lavoro di Benjamin West, di Bucks County e di John Hall.
Hicks muore il 23 agosto 1849 e, secondo le cronache dell'epoca, il suo funerale fu il più grande mai tenutosi a Bucks County.

I lavori di Edward Hicks sono stati oggetto di profondi studi, di ammirazione e di imitazione dalle generazioni americane successive, per la sincerità che affiora nei suoi dipinti e per gli ingenui dettagli che li rendono tanto vivaci.

La bottega di Hicks, produsse alcuni pittori che divennero famosi come il paesaggista Martin Johnson Heade e ritrattista Thomas Hicks, suo cugino.




Galleria opere d'arte di Edward Hicks

slideshow
slideshow

edward_hicks Regno Pacifico
Regno Pacifico

edward_hicks_Arca di Noè (1834)
Arca di Noè (1834)

edward_hicks La fattoria dei Cornell (1848)
La fattoria dei Cornell (1848)

edward_hicks_La residenza di David Twining (1845)
La residenza di David Twining (1845)

edward_hicks_La tomba di William Penn (1857)
La tomba di William Penn (1857)

edward_hicks_Regno pacifico del ramo (1830)
Regno pacifico del ramo (1830)

edward_hicks_Tomba di William Penn
Tomba di William Penn

edward_hicks Le cascate del Niagara (1825)
Le cascate del Niagara (1825)

edward_hicks_Washington nel Deleware (1834)
Washington nel Deleware (1834)

edward_hicks Autoritratto
Autoritratto




Annunci o altre pagine interessanti:



Libri sulla Pittura Americana

  Peggy Gugghenheim e la nuova pittura americana
2008, Giunti GAMM
  Il paesaggio americano dell'Ottocento. Pittori, fotografi e pubblico
Leonardi Nicoletta, 2003, Donzelli
  Pollockiana. Poeti italiani contemporanei per la nuova pittura americana
2009, Marco Valerio
  Pittura naïf. Opere scelte dalla collezione Zander
2009, Allemandi
  La pittura americana
Bernabei Roberta, Castria Marchetti Francesca, Zuffi Stefano, 2006, Mondadori Electa
  Americani per sempre. I pittori di un mondo nuovo (Parigi 1867-New York 1948)
Cohen-Solal Annie, 2006, Johan & Levi 
  Piero della Francesca nella cultura europea e americana
1993, Edimond
  Pittura e paesaggio in America
Cole Thomas, Durand Asher B., 2007, Silvana
  Arte di frontiera. Pittura e identità nazionale nell'Ottocento nord-americano
Rossi Pinelli Orietta, 2002, Carocci
  L'iperrealismo «fotografico» americano in pittura. Risonanze storiche nella East e nella West Coast
Cempellin Leda, 2004, CLEUP

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport