Breve storia della Natività

La popolarità dei magi può riflettere l'antichità e l'importanza della festa dell'Epifania.

Oppure potrebbe essere il lavoro di interpreti che hanno visto la visita dei magi come un momento chiave, quando Cristo fu rivelato ai Gentili che a loro volta riconobbero la sua duplice natura umana e divina.

I tre doni dei magi rappresentano i presunti ruoli di Gesù come re (oro), Dio e sommo sacerdote (incenso) e vittima sacrificale umana ( mirra ).

Sebbene l'adorazione dei magi continuasse ad essere un argomento prediletto, l'arte del primo medioevo dipinge tipicamente la Vergine sdraiata su un grande cuscino dopo la consegna del suo bambino.

Rispetto all'iconografia più antica, queste scene erano più elaborate e includevano il vangelo dei pastori di Luca, Giuseppe e la stella del Vangelo di Matteo.

Includono anche i dettagli tratti dai vangeli apocrifi (il Protevangelium di James e il Vangelo dell'infanzia di Pseudo-Matteo) , usati per collocare la natività di Cristo in una grotta piuttosto che in una stalla.

Inoltre, Giuseppe viene spesso mostrato come separato dalla madre e dal bambino, spesso come un tipo di personaggio comico; un uomo anziano, una zuppa che riscalda bruscamente o con i calzini rammendanti.

Un'altra aggiunta frequente, il bagno del bambino, non ha una fonte testuale conosciuta e potrebbe essere stata inclusa per sottolineare l'umanità del bambino o forse per prefigurare il suo battesimo.

Questo tipo di composizione della natività cambiò radicalmente alla fine del XIV secolo, seguendo la visione mistica di Santa Brigida di Svezia (1303-1373).

Secondo la visione di Brigida , mentre Giuseppe aspettava fuori dalla stalla, Maria si inginocchiò, voltò le spalle alla mangiatoia, e nel bel mezzo di una preghiera estatica improvvisamente produsse il suo bambino in un'esplosione di luce.

Il bambino nudo e radioso non aveva bisogno di fare il bagno (il suo corpo era già libero da impurità).

Riconoscendo la natura divina del suo bambino, Maria si voltò e immediatamente si inginocchiò per adorarlo.

Così, le immagini di Maria e Giuseppe in ginocchio, le mani giunte e le teste piegate davanti al loro bambino divino, divennero la presentazione standard della Sacra Famiglia in Occidente.

La maggior parte di queste composizioni mostra il bambino nudo per enfatizzare la sua umanità, ma anche come fonte luminosa di luce, per esprimere la sua natura divina.

Poiché questa storia era conosciuta solo in Occidente, il quadro di madre e padre che prega per il loro bambino appare raramente nell'arte cristiana orientale.

Pertanto, l'iconografia cristiana ortodossa di solito riflette la precedente composizione tradizionale, mostrando la nascita di Gesù in una grotta e la Vergine Maria sdraiata su un cuscino.

Dietro di lei, il bambino fasciato, giace in una piccola mangiatoia rettangolare (forse un'allusione al suo ultimo tumulo - avvolto in un sudario e anche in una grotta), mentre sia il bue che l'asino aleggiano sul bambino.

Tali icone della Natività includono costantemente una o due donne che fanno il bagno al bambino, pastori, angeli e magi.

Giuseppe di solito appare da una parte e spesso si allontana dalla madre e dal bambino, la sua postura e la sua espressione suggeriscono confusione o dubbio.

In contrasto con le immagini occidentali, che enfatizzano la nascita miracolosa del bambino e la gioia senza compromessi dei suoi attendenti, le icone orientali consentono allettanti allusioni alla vulnerabilità di sua madre, all'ansia del padre umano e alla sua futura morte e sepoltura.

In ogni epoca nell'Occidente i Maestri dell'arte figurativa si sono più volte cimentati nella sacra rappresentazione che era l'emblema tipico della Chiesa.

Per apprezzarne la qualità esecutiva e la bellezza del lavoro non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Sul tema della natività si può anche andare alla pagina dedicata al presepio, ai Re Magi, ed al Natale, oppure sfogliare gli indici dei pittori/scultori per vederne le relative opere sul tema.


Torna all'indice Quadri tematici up


Galleria di dipinti della Natività

_Andrea del Sarto Nativita della Vergine Maria
Andrea del Sarto Natività della Vergine

Sandro Botticelli Mistica natività
Sandro Botticelli Mistica natività

Sandro Botticelli Mistica natività
Sandro Botticelli Mistica natività

Caravaggio Natività con san Francesco e san Lorenzo
Caravaggio Natività con San Francesco e Lorenzo (1609)

Correggio Natività del 1510
Correggio Natività (1510)

Correggio Natività del 1528
Correggio Natività (1528)

Domenico Ghirlandaio Natività del 1485
Domenico Ghirlandaio Natività (1485)

Domenico Ghirlandaio Natività della Vergine 1486
Domenico Ghirlandaio Natività della Vergine (1486)

Filippo Lippi Natività
Filippo Lippi Natività

Giorgio Vasari Natività
Giorgio Vasari Natività

Giotto Natività della Vergine 1304
Giotto Natività della Vergine (1304)

Leonardo da Vinci studio natività
Leonardo da Vinci Studio della Natività

Lorenzo Lotto natività 1523
Lorenzo Lotto Natività (1523)

Paolo Uccello  natività di Maria 1433
Paolo Uccello Natività di Maria (1433)

Piero della Francesca natività
Piero della Francesca Natività

Pietro Cavallini natività della Vergine 12914
Pietro Cavallini Natività della Vergine (1291)

Pinturicchio natività di Spello
Pinturicchio Natività di Spello

Pinturicchio natività
Pinturicchio Natività

Sandro Botticelli Mistica natività
Sandro Botticelli Mistica Natività

Albrecht Durer natività
Albrecht Durer Natività


Albrecht Durer Piccola passione n.4 Natività


Albrecht Durer Natività


Petrus Christus Natività (1445)


Marten de Vos Natività (1577)


Nicolas Poussin Natività (1650)



Argomenti correlati


Vetrina ANNUNCI e CONSIGLI



Libri sulla Mitologia

  Dizionario di mitologia classica. Dei, eroi, feste
Biondetti Luisa,
 
Miti in controluce. La mitologia vista da uno psicopatologo
Lusetti Volfango, 2009, Armando Editore
Ricerca etimologica e ricostruzione culturale. Alle origini della mitologia comparata
Bologna M. Patrizia, 1988, Giardini
Miti e mitologia greca e latina. Le favole immaginose della religione pagana
Pipitone Giorgio, 2005, Carello
  Le origini del male nella mitologia indù
Doniger Wendy, 2002, Adelphi
Mitologia presente/involucro. Ediz. italiana e inglese
Magrini Boris, Schenini Elio, 2006, Capelli
  Mitologia pei giovinetti
Durante Antonio M., 2007, Sacco
  Enciclopedia della mitologia
Grimal Pierre, 1999, Garzanti Libri
Mitologia e significati delle presenze, luoghi, viaggi ideali nel mondo antico
Modenini Doriano, 2000, Spazio Tre
Mitologia catara. Il favoloso mondo delle origini
Greco Alessandra, 2000, Fondazione CISAM
  Dizionario di mitologia greca e romana
Grimal Pierre, 1987, Paideia