Nabucco - opera lirica di G. Verdi

Settemuse Arte Turismo Vacanze Cultura

Temi principali:
Home  Arte  Cultura   Turismo in Italia

Altri temi: Bestseller  Cinema   Come fare  Disegnare  Foto sfondi  Frasi utili  Musica   Poesia  Ricette  Scienze  Scrittori  Turismo Europa

 

 
 

 

Sei qui: Home > Musica compositori e opere liriche

 

 

Opera Nabucco di Giuseppe Verdi

Opere Liriche:

Nabucco

di Giuseppe Verdi

 

 

 

 

Riassunto in breve

Nabucco, originariamente "Nabuccodonosor" è un affresco di un periodo storico del Popolo Ebraico che illustra la condizione di schiavitù in terra babilonese.

In questo affresco si snoda una doppia storia d'amore e gelosia tra le figlie del re Fenena ed Abigaile con l'ebreo Ismaele.

Sullo sfondo il contrasto fra la fede nell'unico dio degli ebrei e la divinità pagana di Belo; lo sfoggio di forza del primo con un fulmine e con le conversioni di Nabucco e della figlia, per finire poi con la vittoria del bene sul male attraverso il suicidio della usurpatrice.

Opera Nabucco di Giuseppe Verdi

 

Trama del Nabucco di Giuseppe Verdi


Nabucco


Opera Nabucco di Giuseppe Verdi

Il libretto dell'opera Nabucco, che all'inizio e per due anni, si intitolava "Nabuccodonosor", venne scritta da Temistocle Solera che l'aveva liberamente tratto dall'omonimo dramma di Anicet-Bourgeois e Francis Cornue, andato in scena nel 1836 a Parigi, e dall'omonimo balletto che il coreografo Antonio Cortesi ne aveva ricavato  per la Scala di Milano.

Il libretto, all'inizio, venne respinto da Giuseppe Verdi che stava vivendo i peggiori anni della sua vita e che era sul punto di abbandonare la musica.

Nel 1836 il giovane compositore aveva sposato Margherita, la figlia del suo protettore e mecenate Antonio Barozzi. nel 1837 era diventato papà della piccola Virginia, l'anno dopo era nato l'atteso erede maschio che venne chiamato con l'impegnativo nome di Icilio.

Opera Nabucco di Giuseppe VerdiUn destino funesto si accanì presto sulla famiglia Verdi: a distanza di pochi mesi l'uno dall'altro, morirono la bambina, il maschietto ed alla fine anche la moglie Margherita, lasciando il povero compositore alle prese con "Un giorno di regno", che, massimo dell'ironia, era un'opera buffa che naturalmente si rivelò un insuccesso.

Sostenuto dal suocero e dal suo impresario, Verdi alla fine accettò di mettere in musica il Nabuccodonosor, il primo grande successo del compositore che, messo in scena il 9 marzo del 1842, contò sessantacinque repliche nello stesso anno.
 
Il Nabucco rappresentato in innumerevoli teatri italiani e stranieri è ancora un'opera fra le più rappresentate anche se presenta molte difficoltà per gli interpreti.

Il librettista Temistocle Solera divise l'opera in quattro parti, ognuna con un titolo, come i capitoli di un romanzo.

Opera Nabucco di Giuseppe Verdi Parte I - Gerusalemme


All'interno del Tempio di Gerusalemme, i Leviti e il popolo lamentano la triste sorte degli Ebrei, sconfitti dal re di Babilonia Nabuccodonosor, che ora è alle porte della città.

Il gran pontefice Zaccaria cerca di confortare ed incoraggiare la sua gente: la figlia di Nabuccodonosor, Fenena è in mano loro, tenuta in ostaggio, ed affidata a Ismaele, nipote del re di Gerusalemme.
 
Ma il giovane Ismaele è sul punto di tradire il suo popolo lasciando libera la prigioniera perché un giorno a Babilonia egli stesso, prigioniero, era stato liberato proprio da Fenena, di lui innamorata.
 
I due stanno organizzando la fuga, quando giunge nel tempio una schiera di Babilonesi guidata da un'altra figlia del babilonese, Abigaille.

Anche Abigaille è innamorata di Ismaele e minaccia la sorella di riferire al padre che ella ha tentato di fuggire con uno straniero, ma alla fine si dichiara disposta a tacere a patto che Ismaele rinunci a Fenena.

A capo del suo esercito irrompe Nabucco, deciso a saccheggiare la città e Zaccaria, per fermarlo,  minaccia di uccidere Fenena, ma Ismaele si oppone, strappa la giovane dalle mani del gran sacerdote e la consegna, salva, nelle mani di Nabucco.


Opera Nabucco di Giuseppe Verdi Parte II. L'empio
 

Alla Reggia di Babilonia, Abigaille è venuta a conoscenza di un documento che rivela la sua vera identità, lei non è la figlia di Nabucco e la sua erede al trono, ma solo una schiava.

Intanto Nabucco, in guerra, ha nominato Fenena reggente della città di Babilonia e questo rende Abigaille ancora più ostile alla sorella.
 
Il gran Sacerdote del dio Belo, riferisce che Fenena, per amore di Ismaele, sta liberando tutti gli schiavi Ebrei e Abigaille vede in questo l'occasione per usurpare il  trono di Nabucco.
 
Zaccaria, intanto, annuncia festante al popolo che Fenena si è convertita alla religione ebraica, ma un vecchio ufficiale del re, Abdallo, informa Fenena delle ambizioni di Abigaille e le consiglia di fuggire per non incorrere nella sua ira.

Sulla scena irrompe Abigaille accompagnata dai dignitari di corte e da una gran folla di babilonesi, decisa ad autoproclamarsi regina di Babilonia.

Inaspettato arriva Nabucco che furibondo si rimette sul capo la corona, maledice il dio degli Ebrei, minacciando di morte Zaccaria.
 
Quando la figlia Fenena rivela la propria conversione, egli le ordina di inginocchiarsi e di adorarlo, non più come re, ma come dio.
 
Un fulmine, lanciato dall'irascibile dio degli Ebrei, colpisce Nabucco, mentre Abigaille ne approfitta ponendosi sul capo la corona.


Opera Nabucco di Giuseppe Verdi Parte III. La profezia.


Nei giardini pensili nella reggia di Babilonia, Abigaille sul trono riceve gli onori di tutte le autorità del regno; Nabucco viene fermato dalle guardie mentre tenta di riprendersi la corona.

Nabucco, colpito e accecato dal fulmine è rimasto inebetito e mentalmente instabile, di questo ne approfitta Abigaille per fargli convalidare, con il sigillo reale, la condanna a morte per gli Ebrei.
 
In un momento di lucidità, Nabucco si rende conto di avere condannato anche la figlia Fenena e inutilmente chiede per lei salva la vita.
 
Ma la crudele Abigaille distrugge il documento che prova la sua vera identità di schiava, dichiarandosi unica figlia ed erede di Nabucco che fa arrestare dalle sue guardie.
 
Sulle sponde dell'Eufrate, il coro degli Ebrei invoca la patria lontana (Va pensiero) ed ancora una volta Zaccaria consola il suo popolo con una profezia e li esorta ad avere fede nel loro dio.
Opera Nabucco di Giuseppe Verdi
Parte IV. L'idolo infranto.


Dalla propria prigione Nabucco vede tra gli Ebrei condotti a morte anche la figlia Fenena e disperato si rivolge, convertendosi, al Dio degli Ebrei.
 
Il vecchio Abdallo e un manipolo di guerrieri fedeli al re, vedendo Nabucco rinsavire e rinvigorire, decidono di insorgere sotto il comando di Nabucco.
 
Nei giardini pensili di Babilonia risuona una marcia funebre e sopraggiungono gli Ebrei condannati a morte; Zaccaria benedice Fenena che si avvia al martirio.
 
Quando Nabucco irrompe sulla scena a capo dei suoi seguaci, cade la statua del dio Belo e i prigionieri vengono liberati ed il re torna sul trono.

 

 

 

Abigaille, vistasi perduta si avvelena e, morente, chiede perdono a Fenena benedicendo il suo matrimonio con Ismaele.

Il grande Sacerdote Zaccaria fa una seconda profezia predicendo a Nabucco il dominio su tutti i popoli della terra.

 


 
Torna a indice opere liriche  Biografia di Giuseppe Verdi    

 

 

Opera Nabucco

Video di Nabucco di Giuseppe Verdi

 

 

Opera lirica Nabucco  CD DVD  delle interpretazioni più famose

Giuseppe Verdi. Nabucco

Giuseppe Verdi. Nabucco
Universal Music, 2005
Principali interpreti: Giuseppe Verdi, Samuel James Levine, Juan Pons, Maria Guleghina, The Metropolitan Opera Orches, Samuel Ramey

Giuseppe Verdi. Nabucco

Giuseppe Verdi. Nabucco
Arthaus Musik, 2005
Principali interpreti: Giuseppe Verdi, Daniel Oren, Ambrogio Maestri, Andrea Gruber, Paata Burchuladze, Coro del Teatro Municipal, Orchestra Fondazione A. T

 

Giuseppe Verdi. Nabucco 
Ducale Music, 2007
Principali interpreti: Igor Morosov, Bruno Ribiero, Simon Yang, Gabriella Morigi, Ernst Märzendorfer, Arad State Philharmonic C, Europasymphony, Giuseppe Verdi

Giuseppe Verdi. Nabucco

Giuseppe Verdi. Nabucco
Jupiter Classics, 2008
Principali interpreti: Giuseppe Verdi, Carlo Felice Cillario, Bruce Martin, Rosemary Gunn, Australian Opera Chorus, State Orchestra of Victor

Giuseppe Verdi. Nabucco

Giuseppe Verdi. Nabucco
Jupiter Classics, 2008
Principali interpreti: Giuseppe Verdi, Carlo Felice Cillario, Bruce Martin, Rosemary Gunn, Australian Opera Chorus, State Orchestra of Victor

Giuseppe Verdi. Nabucco

Giuseppe Verdi. Nabucco 
Warner Music Italy, 2005
Regia di Renzo Giacchieri
Principali interpreti: Giuseppe Verdi, Maurizio Arena, Renato Bruson, Ghena Dimitrova, Dimiter Petkov, Orchestra Arena di Verona

Nabucco

Nabucco 
Giuseppe Verdi, Philharmonia Orchestra, Riccardo Muti (direttore), Matteo Manuguerra (cantante), Renata Scotto (cantante), Elena Obraztsova (cantante)
EMI Classics, 3 CD, 2010

Nabucco

Nabucco
Giuseppe Verdi, Tokyo Symphony Orchestra, Daniel Oren (direttore), Renato Bruson (cantante), Ferruccio Furlanetto (cantante), Tokyo Opera Singers (ensemble)
Na ve, 2 CD, 2008

Per una ricerca più completa di LIBRI - FILM - MUSICA CD/DVD: