La Bohéme - opera lirica di G. Puccini

Settemuse Arte Turismo Vacanze Cultura

Temi principali:
Home  Arte  Cultura   Turismo in Italia

Altri temi: Bestseller  Cinema   Come fare  Disegnare  Foto sfondi  Frasi utili  Musica   Poesia  Ricette  Scienze  Scrittori  Turismo Europa

 

 
 

 

 

 

 
La Bohème di Giacomo Puccini

Opere Liriche:

La Bohéme

di Giacomo Puccini

 

 

 

 

Riassunto in breve

La Bohème di Giacomo PucciniIl dramma lirico de La Bohéme, racconta la vita e le storie d'amore di giovani artisti poveri.

Parigi, in una misera soffitta, quattro giovani artisti conducono "una vita gaia e terribile": la "bohéme".

Siamo nel 1830 circa ed i soldi mancano quasi sempre, spesso si digiuna, ma la gioventù e la spensieratezza aiutano a superare molti ostacoli.

Nell'opera si dipanano le storie d'amore fra Marcello e Musetta e fra Rodolfo e Mimi concludendosi con la morte di quest'ultima.

 

Trama de La Bohéme di Giacomo Puccini

La Bohéme


La Bohème di Giacomo Puccini

La prima dell'Opera "La Boheme" di Giacomo Puccini  su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa,  venne messa in scena a Torino il 1 Febbraio 1896.

Il libretto del capolavoro di Giacomo Puccini, che ha smosso il sentimento del pubblico di tutto il mondo, era ispirato a "Vie de bohème", un bel romanzo di Henry Murger.

Curato in modo quasi ossessivo in tutti i particolari dal compositore, La Bohème è risultata una fra le migliori della storia della lirica.






Quadro Primo


La Scena rappresenta una soffitta con un'ampia finestra dalla quale si vede una distesa di tetti coperti di neve.
La stanza è arredata con pochi poveri mobili, una tavola, un letto, un armadietto, una piccola libreria, quattro sedie, un cavalletto da pittore con una tela sbozzata ed uno sgabello. La Bohème di Giacomo Puccini

A sinistra, un camino spento, due candelieri, libri sparsi, molte carte. Nel mezzo, una porta, un'altra a sinistra.

Rodolfo, il poeta, guarda meditabondo fuori della finestra. E' la vigilia di Natale, Rodolfo il poeta e Marcello il
pittore, infreddoliti e impossibilitati a lavorare per il gelo che ha invaso la soffitta, sono costretti a bruciare nel caminetto il grosso manoscritto di un dramma di Rodolfo.

Rientra Colline il filosofo, desolato perché ha trovato chiuso il Monte dei Pegni; ma Schaunard il musicista,   arriva tutto esultante portando del denaro, frutto di una insolita sua prestazione musicale, legna e vettovaglie.


I quattro amici decidono di festeggiare la vigilia di Natale con una cena al Quartiere Latino, quando giunge, inatteso e non gradito, il padrone di casa Benoit a reclamare la pigione dello ultimo trimestre.
 
La Bohème di Giacomo Puccini
Costretto a bere dai turbolenti inquilini, il vecchio si lascia andare ad imprudenti confidenze sulle sue infedeltà coniugali e viene perciò cacciato con alte grida di riprovazione dagli improvvisati moralisti.

Marcello, Colline e Schaunard escono mentre Rodolfo si attardarsi per finire un articolo di giornale.
 
Mentre il poeta sta scrivendo, fa la sua apparizione Mimi, una dolce e bella "grisette" che abita in una soffitta dello stesso casamento: le si è spenta la candela, chiede aiuto a Rodolfo: ma, appena entrata, si sente male e le cadono di mano il candeliere e la chiave di casa.

Rodolfo, colpito dal pallore e dalla bellezza della fanciulla, l'aiuta a rimettersi ma, trovata nel buio la chiave, si non la restituisce a Mimi.

Gli amici chiamano a gran voce Rodolfo, impazienti di far baldoria, e questo convince la ragazza ad unirsi a loro. Mimi docilmente acconsente.

Già innamorati, i due giovani si baciano: poi, a braccetto, si avviano giù per la scala.


Quadro Secondo


La Bohème di Giacomo PucciniÈ sera. Ad un crocicchio del Quartiere Latino che al largo prende forma di piazzetta. Si intravedono botteghe adorne di lampioncini e lampioni accesi; un grande fanale illumina l'ingresso al Caffè Momus, meta dei protagonisti e dove, parecchi borghesi, sono seduti ai tavolini fuori dal Caffè.

La scena è gremita da una gran folla di militari e borghesi che fanno gli ultimi acquisti per il Natale. 
Le voci dei venditori che gridano a squarciagola, accolgono i cinque giovani che, in quella gran calca di gente, si sono separati.

Rodolfo e Mimì da una parte camminano lentamente, felici del loro amore, Colline nella bottega di una rammendatrice compra un vecchio cappotto,
Schaunard ad una bottega di ferravecchi sta comperando una pipa e un corno.

Marcello si lascia spintonare di qua e là dal capriccio della gente, è triste e pensieroso: la bella Musetta, lo ha abbandonato da qualche tempo per seguire nuovi amori.
 
Rodolfo compra una cuffietta rosa a Mimi e presenta la ragazza agli amici: tutti insieme si siedono ad un tavolo del caffè Momus ed ordinano una ricca cena.
La Bohème di Giacomo Puccini 
Entra nella piazza, Musetta, elegantemente vestita e dietro a lei un vecchio pomposo e ridicolo che è il suo amante attuale.
 
Musetta si siede al tavolo vicino a quello degli amici e lancia frasi maliziose e occhiate eloquenti e Marcello che finisce per cedere una volta ancora al suo fascino.
 
Il ridicolo Alcindoro viene allontanato con un pretesto e Musetta, tutta felice, si unisce alla compagnia.

Passa la banda militare, seguita da gran folla: i sei amici si allontanano unendosi alla baraonda generale.

Quando Alcindoro torna al suo tavolino, non trova più Musetta ma, in compenso trova due conti da pagare,e si lascia cadere su una sedia, incredulo.


Quadro Terzo


La Bohème di Giacomo PucciniLa scena che si apre sulla barriera d'Enfer, nella incerta luce dell'inizio dell'alba è molto suggestiva.

Al di là della barriera, a destra il boulevard esterno d'Enfer, la imboccatura della via d'Enfer, che mette in pieno Quartiere Latino, sullo sfondo, la strada d'Orléans che si perde lontana fra le alte case e la nebbia di febbraio.

A sinistra, al di qua della barriera, il boulevard di Saint-Jacques, un cabaret ed il piccolo largo della barriera.

Il cabaret ha per insegna il quadro di Marcello «Il passaggio del Mar Rosso», ma sotto invece, a larghi caratteri, vi è dipinto «Al porto di Marsiglia».

Ai lati della porta sono affrescati un turco e uno zuavo con una enorme corona d'alloro intorno al fez.
La Bohème di Giacomo Puccini
È la fine di febbraio e la neve è dappertutto, sui platani che costeggiano il largo della barriera, sopra la cancellata chiusa, sui sedili di marmo fra platano e platano.

Seduti davanti ad un braciere stanno sonnecchiando i Doganieri, mentre dal cabaret, arrivano grida, cozzi di bicchieri e risate.

Vicino al cabaret, dove lavora, Marcello vive con Musetta, che dà lezioni di canto agli ospiti.
Mentre gli spazzini si recano al lavoro, passano carrettieri e lattaie.

Entra in scena Mimi, pallida e sofferente, racconta a Marcello della sua vita con Rodolfo che è diventata impossibile per le liti e le incomprensioni che li dividono.
La Bohème di Giacomo Puccini
Anche Rodolfo, poco dopo, si sfoga con Marcello: il poeta accusa Mimi di leggerezza e d'infedeltà, ma poi,  confessa la vera ragione del suo modo d'agire:
Mimi è gravemente malata e la vita nella fredda ed umida soffitta finirebbe per abbreviarle l'esistenza: è necessaria, quindi, una separazione.

Mimi, che è nascosta li vicino, si lascia sfuggire un singhiozzo e Rodolfo la scopre: un appassionato colloquio si intreccia fra i due amanti, che ricordano, con struggente nostalgia, tutte le gioie del periodo trascorso insieme.
 
Ma anche la vita in copia di Musetta e Marcello è diventata un inferno e, mentre Mimi e Rodolfo si avviano verso i loro ultimi giorni di felicità, Musetta continua a lanciare atroci insulti contro Marcello, che rientra nel cabaret, furibondo.


Quadro quarto


Il sipario si alza sulla stessa scena del Quadro Primo, nella soffitta dei quattro amici.

Rodolfo e Marcello, da qualche tempo lontani da Mimi e Musetta, ostentano indifferenza e perfetta felicità: ma in realtà pensano e continuamente rimpiangono le amiche perdute.La Bohème di Giacomo Puccini

Marcello sta ancora dinanzi al suo cavalletto, come Rodolfo sta seduto al suo tavolo: vorrebbero persuadersi l'un l'altro che lavorano indefessamente, mentre invece non fanno che chiacchierare.

Giungono Colline e Schaunard che portano una magra cena: pane e un'aringa.
 
Simulando un gaio e ricco festino, i quattro bohemien inscenano una buffa pantomima, ballando e cantando con umoristico brio.

Ma l'animata scena è interrotta dall'arrivo improvviso di Musetta, che accompagna Mimi sofferente e semisvenuta.
La Bohème di Giacomo Puccini
La ragazza è gravissima: sentendo prossima la fine, ha voluto rivedere il suo Rodolfo e, per strada, ha incontrato Musetta, che da tempo la cercava.
 
Rodolfo adagia Mimi sul letto e gli amici lasciano la soffitta per trovare alcuni generi di conforto per Mimì.

Rimasta sola con Rodolfo, Mimi rievoca i dolci momenti del loro amore e si stringe ancora, con infinita passione, all'unico uomo che ha amato.

Rientrati gli amici, Mimi prende con gioia dalle mani di Musetta un manicotto che crede dono di Rodolfo e si assopisce quietamente.

Musetta prega per la salvezza dell'amica; Rodolfo continua ad illudersi finché il contegno degli amici gli rivela che Mimi è morta.
Piangendo, si getta, allora, sul corpo della fanciulla, invocandola disperatamente.

 

Torna a indice opere liriche  Biografia di Giacomo Puccini Libretto dell'Opera  

 

 

Opera lirica La Bohéme  CD DVD  delle interpretazioni più famose

 

Giacomo Puccini. Boheme 
Jupiter Classics, 2009
Regia di Tony Britten

 

Giacomo Puccini. La Boheme 
Dynamic, 2008
Regia di Maurizio Scaparro
Principali interpreti: Giacomo Puccini, Stewart Robertson, Norma Fantini, Donata D'Annunzio Lombardi, Orchestra del Puccini Fes, Coro del Puccini Festival

 

Giacomo Puccini. La Boheme
Emi Music, 2008
Principali interpreti: Giacomo Puccini, Nicola Luisotti, Angela Gheorghiu, Ainhoa Arteta, Ramón Vargas, Ludovic Tézier, The Metropolitan Opera Orches

 

Giacomo Puccini. La Boheme 
Jupiter Classics, 2008
Principali interpreti: Giacomo Puccini, Jesús López Cobos, Inva Mula, Laura Giordano, Aquiles Machado, Coro del Teatro Real di M, Orchestra del Teatro Real

 

Luciano Pavarotti. La Bohéme - Aida - Il pipistrello
Ducale Music, 2007

 

Vita da Bohème  (La vie de Bohème)
Cecchi Gori Home Video, 2006
Regia di Aki Kaurismaki
Principali interpreti: Matti Pellonpaa, Evelyne Didi, André Wilms, Kari Vaananen, Jean-Pierre Leaud, Samuel Fuller

 

Giacomo Puccini. La Boheme 
Jupiter Classics, 2007
Principali interpreti: Giacomo Puccini, Bruno Bartoletti, Cristina Gallardo Domas, Hei Kyung Hong, Marcelo Alvarez, Roberto Sérvile

 

Giacomo Puccini. La Boheme
Ducale Music, 2006
Regia di Francesca Zambello
Principali interpreti: Giacomo Puccini, Tiziano Severini, Mirella Freni, Luciano Pavarotti, Gino Quilico, Nicolaj Ghiaurov

 

Giacomo Puccini. La Boheme
Emi Music, 2007
Principali interpreti: Giacomo Puccini, Franz Welser-Most, Cristina Gallardo Domas, Marcello Giordani, Michael Volle, Zurich Opera House Chorus, Zurich Opera House Orches

 

Giacomo Puccini. La Boheme 
Universal Music, 2006
Regia di Franco Zeffirelli
Principali interpreti: Mirella Freni, Adriana Martino, Gianni Raimondi, Rolando Panerai, Herbert Von Karajan, Orchestra de La Scala, Giacomo Puccini

 

Giacomo Puccini. La Boheme 
Arthaus Musik, 2002
Regia di Francesca Zambello
Principali interpreti: Giacomo Puccini, Tiziano Severini, Mirella Freni, Luciano Pavarotti, Gino Quilico, Nicolaj Ghiaurov

 

Giacomo Puccini. La Boheme
Ducale Music, 2002
Principali interpreti: Cheryl Barker, David Hobson, Roger Lemke, Christine Douglas, Julian Smith, Australian Opera & Ballet, The Opera Australia Chorus, Giacomo Puccini

 

Giacomo Puccini. La Boheme
Warner Music Italy, 2000
Regia di John Copley, Brian Large
Principali interpreti: Ileana Cotrubas, Neil Schicoff, Lamberto Gardelli, The Royal Opera House Orchest, Giacomo Puccini

 

Giacomo Puccini. La Boheme 
Universal Music, 2005
Principali interpreti: Giacomo Puccini, James Levine, Luciano Pavarotti, Renata Scotto, Ingyar Wixell

Per una ricerca più completa di LIBRI - FILM - MUSICA CD/DVD: