David Herbert Lawrence




David Herbert Lawrence breve biografia e contenuti dei suoi libri

Biografia di David Herbert Lawrence David Herbert Lawrence nacque l'11 settembre 1885, frutto di un'unione infelice fra un padre minatore (in una miniera di carbone) e una madre, maestra elementare, molto religiosa.

Il suo luogo di nascita, Eastwood, era una piccola cittadina del Nottinghamshire, il cuore delle Midlands industriali dell'Inghilterra.

Lawrence fu profondamente attaccato alla madre, che fece ogni sforzo per sottrarre i figli a un destino di proletariato industriale cui li inchiodava la nascita.

David Herbert frequenta le scuole primarie a Eastwood e poi la High School a Nottingham.

In questi anni incontra Jessie Chambers che diventa la sua migliore amica e che in seguito sarà d'ispirazione per il personaggio di Miriam nel romanzo "Figli ed amanti" nel quale affiora il'ambiente e la sua infanzia nelle Midlands.

A sedici anni inizia a lavorare a Nottingham, ma una polmonite lo costringe a smettere e l'anno dopo comincia il tirocinio di insegnante presso la British School di Eastwood.

Figli e amanti di David Herbert Lawrence Nel giugno 1905, superato l'esame di matricola all'Università di Londra, prosegue gli studi magistrali all'Istituto Superiore Universitario di Nottingham.

Fu nel contesto industriale del Nottinghamshire che Lawrence sviluppò la sua ostilità verso l'industria estrattiva rea di aver disumanizzato il padre, distrutto la campagna inglese ed il suo luogo di nascita.

Ostilità più che evidente ne L'amante di Lady Chatterley e negli anatemi da Lawrence scagliati contro l'industrialismo e la tecnologia moderna.

Da qui nasce il suo "primitivismo" e l'attrattiva che sempre eserciteranno su di lui i luoghi non toccati dal mostro devastante dell' industria: Sardegna, Australia, Messico.

Firmandosi Jessie Chambers, pubblica il suo primo racconto, nel 1907 pubblica il racconto "Preludio a un felice Natale" sul Nottinghamshire Guardian anche se aspira alla poesia.

Conseguito il diploma, nel 1908 viene assunto come insegnante a Croydon, vicino Londra.

Nel 1909 pubblica su The English Review i suoi primi versi, seguiti nel 1911 dal suo primo romanzo: Il pavone bianco.

Nel 1910 muore sua madre, la malattia polmonare torna a colpirlo e decide si lasciare il posto da insegnante.

Nel 1912, lascia l'Inghilterra con Frieda Weekley (membro della ricca e nobile famiglia Von Richtofen), moglie di uno dei suoi professori d'università, da alle stampe "Il trasgressore" e compie una serie di viaggi in Italia con Frieda.

Pubblica la sua prima raccolta di poesie, "Poesie d'amore e altre" (1913) e il suo terzo romanzo "Figli ed amanti" (1913).

Nel 1914 sposa Frieda ed inizia una vita errabonda che lo condurrà in diversi continenti.

Dopo lo scoppio della Prima guerra mondiale soggiorna con la moglie in varie località inglesi, tra le quali la Cornovaglia, da dove la coppia viene espulsa nell'ottobre del 1917 per il pacifismo di lui e la nazionalità tedesca di lei, intanto viene pubblicata la sua prima raccolta di racconti dal titolo "L'ufficiale prussiano" (1914).

L'amante di lady Chatterley di David Herbert Lawrence Lawrence passò il resto della sua vita viaggiando per il mondo, dalla Germania all'Italia, all'Australia, al Nuovo Messico, alla ricerca di un clima in cui riabilitare la sua salute minata dalla tubercolosi, ma la ricerca di un clima mite era probabilmente la scusa più plausibile per soddisfare la sua natura irrequieta.

La ricerca di una terra non corrotta dalle sovrastrutture della civiltà e di una vita più a contatto con la natura fu sempre accompagnata dalla sua vivace attività letteraria.

Nel 1915 pubblica il quarto romanzo, L' arcobaleno, poi la sua seconda raccolta di liriche Amore e l'anno dopo scrive Crepuscolo in Italia, il primo libro di impressioni di viaggio, cui seguirono "Ecco! Siamo giunti a buon fine" (dicembre 1917, poesie), "Nuove poesie" (1918) e "L'alloro" (1918).

A partire dal mese di novembre 1919 lo scrittore soggiorna con la moglie in diverse località italiane tra cui Firenze, La Spezia, Spotorno, Picinisco, Ravello, Capri, Taormina e visita la Sardegna.

Viene pubblicata la sua seconda opera teatrale "Pericoloso toccare" (maggio 1920), i romanzi Donne in amore (1920), La ragazza perduta (novembre 1920). il testo scolastico "Momenti della Storia europea" (marzo 1921), Mare e Sardegna (1921).

Dopo una breve parentesi tra Germania e Austria nell'estate del 1921, torna in Italia e scrive il testo scolastico "Momenti della Storia europea" (marzo 1921), il suo primo libro di psicanalisi "La psicanalisi e l'inconscio" (maggio 1921), la raccolta di liriche "Testuggini" ed il libro di viaggio Mare e Sardegna (Dicembre 1921).

David Herbert Lawrence nel 1922 inizia a tradurre le opere dell'italiano Giovanni Verga. Alla fine del mese di febbraio si imbarca con la moglie da Napoli per l'India , mentre vengono pubblicati il settimo romanzo La Verga d' Aronne (1922), ispirato a un soggiorno fiorentino ed il secondo libro di psicanalisi "Fantasia dell'inconscio", la raccolta "Inghilterra, mia Inghilterra", tre romanzi brevi ("La coccinella", "La volpe" e "Il fantoccio scozzese"), il saggio "Studi sulla letteratura classica americana",,

Fantasia of the unconscious La coppia soggiorna a Ceylon per poi spostarsi in Australia, dove Lawrence scrive il suo ottavo romanzo, "Canguro" mentre proseguono il viaggio  passando per Nuova Zelanda, Isole Cook e Tahiti, fino a San Francisco vengono pubblicati la raccolta di liriche "Uccelli, bestie e fiori" e la traduzione di "Mastro don Gesualdo".

Nel marzo 1923 si trasferisce a Chapala, in Messico e visita da solo (la moglie era tornata in Inghilterra) la California dove inizia a scrivere quello che sarebbe stato il suo decimo romanzo, Il Serpente piumato (1926), Mattine messicane (1927).

Dopo essere stato a Parigi nel gennaio del 1924, Lawrence torna in America e soggiorna prima nel Nuovo Messico e poi di nuovo in Messico dove all'inizio del 1925 termina la stesura de "Il serpente piumato".

In questo periodo gli viene diagnosticata la tubercolosi e lo scrittore decide di tornare in Italia per cercare un clima favorevole alla sua condizione di salute.

Per un certo tempo risiede a Spotorno dove scrive il romanzo breve "La vergine e lo zingaro" che verrà pubblicato solo postumo. Di questo periodo sono il romanzo "Il ragazzo nella boscaglia" e di altri due romanzi brevi "Il purosangue" e "La principessa".

Dopo la pubblicazione nel gennaio del 1926 de "Il serpente piumato", si trasferisce nella Villa Mirenda a Scandicci, nei pressi di Firenze dove si dedica alla pittura e alla scrittura del suo undicesimo romanzo "L'amante di Lady Chatterley", lavoro che verrà pubblicato in edizione privata nel 1928. e sarà il suo lavoro più celebre destinato a suscitare grande scalpore.

Il serpente piumato di David Herbert Lawrence L'ispirazione per questa storia, di cui lo scrittore produce ben tre versioni, arriva dalla relazione della moglie con un tenente, il quale diverrà il suo terzo marito.

L'instancabile Lawrence riparte e questa volta tocca Svizzera, Germania e la Riviera francese. Di questo periodo sono il libro di viaggio "Luoghi etruschi", il romanzo breve "L'uomo che era morto", il lavoro teatrale "David" e "Mattinate al Messico".

Le furiose polemiche e scandali scatenati da "L'amante di Lady Chatterley" a causa dell'audacia del linguaggio in cui descrive la vita sessuale dei personaggi, e la conseguente censura, inducono lo scrittore,nel marzo del 1929, a scrivere un pamphlet esplicativo dal titolo "A proposito dell'amante di Lady Chatterley"; lo scrive mentre è a Parigi, sofferente, a causa dell'aggravarsi della tubercolosi.

Nel settembre del 1929 David Herbert Lawrence scrive il suo ultimo libro, "Apocalisse", poi all'inizio del 1930 le sue condizioni di salute si aggravano ulteriormente: viene ricoverato a Vence, ma vi rimane ben poco preferendo farsi trasferire a Villa Robermond, dove David Herbert Lawrence muore la sera del 2 marzo.

Postume uscirono altre opere, tra queste "La vergine e lo zingaro", dedicato all'ex moglie e ìViole del pensiero, una raccolta di poesie.

Considerato uno dei migliori narratori moderni, Lawrence fu autore anche di numerose raccolte di liriche oltre che a lavori teatrali, saggi ed articoli di critica letteraria.

Vedi pagina dedicata alle poesie di David Herbert Lawrence. Clicca Qui






Annunci o altre pagine interessanti:



Tutti i libri di David Herbert Lawrence

  I viaggi di David Herbert Lawrence
Delano James Whitlow, 2008, Vallardi A.
  La fine è il mio inizio
cur. Lawrence F., 2006, Longanesi
  Un mondo che non esiste più
2010, Longanesi
  La fine è il mio inizio. Audiolibro. 12 CD Audio
2008, Salani
  David Herbert Lawrence: ritratto di un amico
Cottinelli Vincenzo, 2005, Vallardi A.
  Buonanotte, signor Lenin
1992, Longanesi
  Un altro giro di giostra. Viaggio nel male e nel bene del nostro tempo
2004, Longanesi
  La porta proibita
1998, Longanesi
  Un indovino mi disse
1995, Longanesi
  Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia
2008, Longanesi
  Pace per tutti, tutti per la pace. Strategie di pace
Cavagna Angelo, 2005, EMI
  David Herbert Lawrence: la rivoluzione dentro di noi
Germani Gloria, 2008, Longanesi
  David Herbert Lawrence
Malcangi Alberto, 2007, Coniglio Editore
  Un indovino mi disse. Ediz. a caratteri grandi
2007, TEA
  Fantasmi
2009, TEA
  Angkor
2009, Liaison


Libri top classifica IBS

Libri IBS 1 classifica Libri IBS 2 classifica Libri IBS 3 classifica Libri IBS 4 classifica Libri IBS 4 classifica


Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport