Carlo Levi




Carlo Levi breve biografia e contenuti dei suoi libri

Carlo Levi Autoritratto 1945 Carlo Levi nasce a Torino il 29 novembre 1902.

Fin da ragazzo si appassiona alla pittura e a partire dall'età di 13 anni dipingerà quadri per tutta la sua vita.

Studia al liceo Alfieri di Torino, frequentato in quegli stessi anni da Leone Ginzburg, Massimo Mila, Giulio Einaudi, Giaime Pintor e Cesare Pavese.

Nel 1917 si iscrive alla Facoltà di Medicina dell'Università di Torino, nel 1918 Carlo Levi conosce Piero Gobetti e dal 1922 collabora alla sua rivista "La Rivoluzione Liberale" intensificando i suoi rapporti con tutta l'area antifascista torinese, partecipando nel 1931, alla stesura del Programma rivoluzionario di Giustizia e Libertà.

La vita intensa di Carlo Levi lo impegna anche come pittore ed espone per la prima volta nel 1923, nell'ambito della Quadriennale di Torino; nello stesso anno conosce Felice Casorati, tramite Gobetti, e dal 1924 parteciperà regolarmente alla Biennale di Venezia.

Biografia Carlo LeviLaureatosi in Medicina, dal 1924, per alcuni anni è assistente presso la Clinica Medica dell'Università di Torino doveconduce lavori sperimentali sulle epatopatie e sulle malattie delle vie biliari.

Dopo la decisione di dedicarsi definitivamente alla pittura approfitta dei soggiorni a Parigi, (nel 1929 partecipa alla mostra ‘Sei pittori di Torino') per mantenere rischiosi contatti con i fuoriusciti antifascisti.

Carlo Levi viene arrestato dai fascisti, una prima volta per due mesi nella primavera del 1934; al secondo arresto (maggio 1935) segue il confino per un anno in Lucania, a Grassano e poi trasferito ad Aliano per motivi di sicurezza.

Cristo si è fermato a EboliSu questo periodo della sua vita si sofferma nel suo celeberrimo libro "Cristo si è fermato a Eboli "(1945 dal quale è stato tratto un film nel 1979 dal regista Francesco Rosi.

Alla sua permanenza forzata nella provincia di Matera sono dovuti anche numerosi quadri e le poesie dal confino "Bosco di Eva" e "L'invenzione della verità", opere che permettono di comprendere in una maniera completa il capolavoro "Cristo si è fermato a Eboli", in cui vi è opposizione tra "tempo reale" e "tempio fittizio"

Nel 1946 pubblica "Paura della libertà", un profondo scritto teoretico.
Sull'avvento al potere della Democrazia Cristiana scrive "L'Orologio" (1950).
Fanno poi seguito dei libri di viaggio. "Le parole sono pietre" (1955) è il risultato di tre suoi viaggi in Sicilia, "Il futuro ha un cuore antico" (1956) di un suo viaggio in Urss, "La doppia notte dei tigli" (1959) di un viaggio in Germania.

L'Italia la descrive in "Un volto che ci somiglia" (1960).


Nel 1963 è eletto Senatore nel collegio di Civitavecchia come indipendente nelle liste del Pci.

Carlo Levi Autoritratto con pipa Nel 1968 la sua elezione viene rinnovata nel collegio di Velletri.

Nel gennaio 1973 la vecchiaia mina la salute di Carlo Levi che è costretto a subire due interventi chirurgici per il distacco della retina.

Quasi cieco dipinge più di 146 quadri e scrive il libro (pubblicato postumo) "Quaderno a cancelli" (1979.

Il pittore, scrittore, poeta e patriota Carlo Levi, muore in una clinica romana il 4 gennaio 1975 e viene sepolto ad Aliano, che in "Cristo si è fermato a Eboli "chiama Gagliano.

Dopo la sua morte vengono pubblicati: "E' questo il ‘carcer tetro'? "(Il Melangolo 1991), "Il bambino del 7 luglio" (Avagliano editore 1997) e "Le mille patrie" (Donzelli editore 2000).

seguici su facebook   






Annunci o altre pagine interessanti:




Tutti i libri di Carlo Levi

  Oltre la paura. Percorsi nella scrittura di Carlo Levi. Atti del Convegno nazionale di studi (Roma, 12-13 novembre 2007)
 Donzelli
  Carlo Levi. Gli anni fiorentini 1941-1945
 Donzelli
  Cronistoria di un confino. L'esilio in Lucania di Carlo Levi raccontato attraverso i documenti
Colangelo Vito A
  Verso i sud del mondo. Carlo Levi a cento anni dalla nascita
Donzelli
  Magies de Levi. L'expérience picturale et littéraire de Carlo Levi confrontée aux lecons de Rimbaud, Melville...
Aroumi Michel Schena
  Carlo Levi. Gli italiani e la paura della libertà
Ward David, La Nuova Italia
  Carlo Levi. «Siamo liberati». Cinquanta opere dalla Resistenza alla Repubblica. Catalogo della mostra (Napoli, 29 settembre-29 ottobre 2005)
Meridiana Libri
  Un torinese del Sud: Carlo Levi. Una biografia
De Donato Gigliola, D'Amaro Sergio, Baldini Castoldi Dalai
  Un torinese del Sud: Carlo Levi. Una biografia
De Donato Gigliola, D'Amaro Sergio, Baldini Castoldi Dalai
  L'orologio d'Italia. Carlo Levi ed altri racconti
Bàrberi Squarotti Giorgio, Libroitaliano World
  Carlo Levi, Narciso e la costruzione della realtà
Galvagno Rosalba, Olschki
  Carlo Levi. Il tempo e la durata in «Cristo si è fermato a Eboli»
Fahrenheit 451
  Carlo Levi e Umberto Saba. Storia di un'amicizia
Ghiazza Silvana, Dedalo
  Poesie
Levi Carlo, Donzelli
  L'orologio
Levi Carlo,Einaudi
  Discorsi parlamentari
Levi Carlo, Il Mulino
  Le parole del reale. Ricerche sulla prosa di Carlo Levi
De Donato Gigliola, Dedalo
  Tutto il miele è finito
Levi Carlo, Ilisso
  Cristo si è fermato a Eboli
Levi Carlo, Einaudi
  Il viaggio antropologico di Carlo Levi. Da eroe stendhaliano a guerriero birmano
Bronzini G. Battista, Dedalo
  Gli acquerelli di Carlo Levi per il film «Pietro Micca». Catalogo della mostra (Torino, palazzo Bricherasio, 10 luglio-17 agosto 1997)   Le ragioni dei topi. Storie di animali
Levi Carlo,Donzelli
  Il dovere dei tempi. Prose politiche e civili
Levi Carlo, Donzelli
  La strana idea di battersi per la libertà. Dai giornali della Liberazione (1944-1946)
Levi Carlo, Spartaco


Libri top classifica IBS

Libri IBS 1 classifica Libri IBS 2 classifica Libri IBS 3 classifica


Cerca su IBS

Logo IBS


Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport