Beppe Fenoglio




Beppe Fenoglio breve biografia e contenuti dei suoi libri

Foto di Beppe Fenoglio Beppe Fenoglio nasce nella capitale economica delle Langhe, ad Alba, il 1 marzo 1922 da una modesta famiglia di commercianti: i genitori gestiscono una macelleria nella zona delle vecchie case intorno al Duomo.

Dopo la scuola primaria, nel 1937 consegue la maturità al liceo, dove ha insegnanti antifascisti che, con l'amore per la libertà, gli trasmettono la passione per la lingua e la letteratura inglese e si iscrive all'Università alla Facoltà di Lettere, ma interrompe gli studi per la chiamata alle armi.

Nel 1943 Beppe Fenoglio frequenta il corso per allievi ufficiali ed è trasferito a Roma, dove lo trova l’armistizio dell’8 settembre.
Ritornato fortunosamente ad Alba, da Roma, Fenoglio si arruola per un breve periodo nei gruppi partigiani comunisti "Brigate Garibaldi" (i rossi) e nel 1944 entra, rimanendovi fino alla fine della guerra, nelle formazioni autonome composte da monarchici, cattolici, socialisti, repubblicani e liberali (gli azzurri o badogliani).

Negli ultimi mesi di guerra Beppe Fenoglio è ufficiale di collegamento con la missione inglese di stanza nel Monferrato ed alla fine della guerra inizia a dedicarsi alla narrativa e trova lavoro come procuratore e corrispondente estero presso un’azienda vinicola;  molti dei suoi lavori sono scritti sul retro di fogli di carta con intestazione della ditta.

Le donne nella narrativa L'esordio letterario di Beppe Fenoglio non è affatto facile.

Nel 1949 l’editore Einaudi rifiuta la sua prima raccolta "Racconti della guerra civile"; e l’anno successivo Elio Vittorini, sempre Einaudi, gli consiglia di sacrificare il romanzo "La paga del sabato" per ricavarne due racconti.

Nel 1952 Beppe Fenoglio pubblica il suo primo libro per l'editore Einaudi, "I ventitré giorni della città di Alba" ed inizia la stesura de "Il partigiano Johnny" che uscirà postumo nel 1968.

Due anni dopo pubblica il romanzo breve, centrato sul mondo delle Langhe "La malora", poi, deluso dalla sfavorevole accoglienza della critica e dalle riserve espresse da Vittorini sul romanzo, rompe con Einaudi e, nel 1959, pubblica presso Garzanti il romanzo "Primavera di bellezza" e "Un giorno di fuoco" (1959).

L'opera di Beppe Fenoglio é imperniata su due grandi temi narrativi: l'ambiente contadino delle Langhe e la guerra partigiana.

Nel 1960 Beppe Fenoglio vince con "Primavera di bellezza" il Premio Prato, premio interamente dedicato alla narrativa della Resistenza.

Nello stesso anno fortunato e sposa Luciana Bombardi, l'anno dopo nasce la figlia Margherita e la vita dello scrittore passa serena tra il lavoro d’ufficio, lo sport ed il piacere della scrittura. La voce nella tempesta di Fenoglio

Nel 1962, per il racconto "Ma il mio amore è Paco", apparso sul n.150 di «Paragone», Beppe Fenoglio  vince il Premio Alpi Apuane, ma proprio in Versilia, dove è andato a ritirare il premio, per la prima volta avverte il male che presto lo condurrà alla morte.

Nella notte tra il 17 e il 18 febbraio 1963 Fenoglio muore a Torino per un cancro ai polmoni.

Nello stesso 1963 viene pubblicata, insieme con "Una questione privata", la raccolta di racconti "Un giorno di fuoco", che ottiene il Premio Puccini-Senigallia.

Lo stesso volume viene riedito nel 1965, ma con il titolo "Una questione privata".

Italo Calvino che riconosce in "Una questione privata" il libro di una generazione, il compimento di una stagione, commenta : "Fenoglio riuscì a fare il romanzo che tutti avevamo sognato, quando nessuno più se l’aspettava, costruito con la geometrica tensione d’un romanzo di follia amorosa e cavallereschi inseguimenti come l’Orlando furioso, e nello stesso tempo c’è la Resistenza proprio com’era, di dentro e di fuori, vera come mai era stata scritta, [...] e con tutti i valori morali, tanto più forti quanto più impliciti, e la commozione, e la furia.

Ed è un libro di paesaggi, ed è un libro di figure rapide e tutte vive, ed è un libro di parole precise e vere. Ed è un libro assurdo, misterioso, in cui ciò che si insegue, si insegue per inseguire altro, e quest’altro per inseguire altro ancora e non si arriva al vero perché”.

seguici su facebook   










Tutti i libri di Beppe Fenoglio

  Bellezze cangianti. Beppe Fenoglio traduttore di G. M. Hopkins
Foti Belligambi Valentino
  Primavera di bellezza
Fenoglio Beppe
  Beppe Fenoglio. Scrittura e Resistenza    Tutti i racconti
Fenoglio Beppe
  Questioni private. Vita incompiuta di Beppe Fenoglio
Negri Scaglione Piero
  Un giorno di fuoco
Fenoglio Beppe
  Le donne nella narrativa di Beppe Fenoglio   Appunti partigiani
Fenoglio Beppe
  L'imboscata
Fenoglio Beppe
  Teatro
Fenoglio Beppe
  La favola delle due galline
Fenoglio Beppe
  Epigrammi
Fenoglio Beppe
  La paga del sabato
Fenoglio Beppe
  Beppe Fenoglio
Lagorio Gina
  I ventitré giorni della città di Alba
Fenoglio Beppe
  Una crociera agli antipodi e altri racconti fantastici
Fenoglio Beppe
  Diciotto racconti
Fenoglio Beppe
  Due racconti della guerra civile
Fenoglio Beppe
  Una questione privata
Fenoglio Beppe
  La malora
Fenoglio Beppe
  Una questione privata-I ventitré giorni della città di Alba
Fenoglio Beppe
  Il partigiano Johnny
Fenoglio Beppe
  Beppe Fenoglio (1922-1997). Atti del Convegno   Lettere. 1940-1962
Fenoglio Beppe


Libri top classifica IBS

Libri IBS 1 classifica Libri IBS 2 classifica Libri IBS 3 classifica Libri IBS 4 classifica


Cerca su IBS

Logo IBS


Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport





arte cultura svago

turismo ricerche