Alfonso Gatto




Alfonso Gatto breve biografia e contenuti dei suoi libri

Biografia di Alfonso Gatto Il Poeta Alfonso Gatto, nacque a Salerno il 17 luglio 1909 in una famiglia di marinai e di piccoli armatori che provenivano dalla Calabria.

La sua infanzia e la sua adolescenza furono piuttosto travagliate, anche per la morte di un fratellino.

A Salerno compì i primi studi e nel 1926 si iscrisse all'Università di Napoli che dovette tuttavia abbandonare qualche anno dopo a causa di difficoltà economiche.


Da quel momento la sua vita fu piuttosto irrequieta e avventurosa, fece molti spostamenti ed altrettanti lavori: commesso di libreria, istitutore di collegio, correttore di bozze, giornalista, insegnante. Immagine di Alfonso Gatto

Nel 1932 uscì il suo primo volumetto " Isola" che lo collocò fra gli "ermetisti" a fianco di Ungaretti.

Nel 1936, a causa del suo dichiarato antifascismo, venne arrestato e trascorse sei mesi nel carcere di San Vittore a Milano.

Collaboratore di riviste e periodici di cultura letteraria (dall'Italia Letteraria" alla "Rivista Letteratura" a "Circoli" a "Primato" alla "Ruota"), nel 1938 fondò, con la collaborazione di Vasco Pratolini "Campo di Marte" per commissione dell'editore Vallecchi, sulle cui pagine Gatto porta avanti un discorso sull’utilità della poesia e sulla sua urgenza di avere un pubblico a cui rivolgersi.

Alfonso Gatto dalla sua vita e da tutto quello che lo circondava, ricavava la poesia che in circa trent'anni di produzione si concretizzò in una ventina di raccolte, di cui l'ultima, dal titolo "Desinenze", venne pubblicata postuma a Milano nel 1977.

L'idioma rarefatto e allusivo, distaccato e solitario  di Alfonso Gatto svolge il compito di redigere, in un certo senso, una grammatica ermetica. Biografia di Alfonso Gatto

Nel 1941 Alfonso Gatto fu assunto come insegnante di Letteratura italiana per "chiara fama" presso il Liceo Artistico di Bologna e nel contempo fu inviato speciale de "L'Unità" assumendo una posizione di primo piano nella letteratura di ispirazione comunista.

In seguito al disaccordo con le scelte del partito, nel 1951, si dimise dal partito e diventò un comunista "dissidente".

Dagli anni Cinquanta Alfonso Gatto comincia ad abbandonare lo stile ermetico optando per una lingua maggiormente discorsiva, recuperando la poetica del Pascoli e studiando l'opera di poeti quali Federico Garcia Lorca e Sergio Corazzini.

Questa evoluzione si sente, in modo particolare, nelle raccolte di poesie “La forza degli occhi” del 1954 e “Osteria flegrea” del 1962 piene di un’interna musicalità come quella di un canto.

Alfonso Gatto in lettura
Oltre che alla poesia Gatto si dedicò alla prosa e pubblicò "La sposa bambina" nel 1944, "La coda di paglia"nel 1948, "Carlomagno nella grotta" 1962 e si cimentò nell'opera per il teatro "Il duello" (1962).

Sempre proteso in avanti verso un "altrove", sentendo dentro di sé il cuore di un esule che non appartiene ad alcun luogo, scriveva:"Sono diventato poeta per avere sempre sentito dietro di me, dalla nascita, altre stanze, altri luoghi, altre stagioni in cui ero vissuto…".

L'opera di Alfonso Gatto ebbe sempre il consenso della critica che in lui riconosceva un poeta estraneo ai superati moduli della tradizione.
Fu anche un valido pittore, fece diverse mostre di tempere e acquarelli, un colto critico d’arte, amante soprattutto della scultura e dell’architettura, tentando di diffondere nuovi e più arditi principi architettonici in opposizione al faraonico stile fascista.

Morì a Capalbio (GR) per un incidente l'8 marzo del 1976 lasciando l'immagine di un poeta coinvolto dal tumulto della vita, ma sempre lieto di fissare nella memoria ogni emozione in una lingua ricca di motivi e di sorprese nuove.







Annunci o altre pagine interessanti:



Tutti i libri su Alfonso Gatto e le sue opere

  Bibliografia di Alfonso Gatto
Storia e Letteratura
  Alfonso Gatto. Dal surrealismo d'idillio alla poetica delle vittime
Pappalardo La Rosa Franco
  Alfonso Gatto. «Nel segno di ogni cosa». Atti del Seminario (Firenze, 18-19 dicembre 2006)   Alfonso Gatto
Barbuto Antonio, Calvesi Maurizio, Perilli Plinio
  Catalogo delle lettere ad Alfonso Gatto (1942-1970)
 Storia e Letteratura
  Amore della vita
Gatto Alfonso
  Accordo di voci. Poesie
Gatto Alfonso
  Ugo Foscolo. Le metamorfosi della memoria (Salvatore Quasimodo e Alfonso Gatto)
D'Episcopo Francesco
  La palla al balzo. Un poeta allo stadio
Gatto Alfonso
  Alfonso Gatto prosatore
Greco Paola
  Tutte le poesie
Gatto Alfonso
  L'amore che salva. Lettere a Lydia Lea Ansaldo
Gatto Alfonso
  Mario De Biasi. Viaggio dentro l'isola
Bandinu Bachisio, Gatto Alfonso, Dessì Giuseppe
  L'Arno dalla sorgente al mare
Gatto Alfonso
  L'aria e altre prose
Gatto Alfonso
  La rosa dei granili. Saggi e testimonianze su Alfonso Gatto
  La pecora nera
Gatto Alfons
  Il pallone rosso di Golia
Gatto Alfonso
  Diario di un poeta
Gatto Alfonso
  Stratigrafia di un poeta: Alfonso Gatto


Libri top classifica IBS

Libri IBS 1 classifica Libri IBS 2 classifica Libri IBS 3 classifica Libri IBS 4 classifica


Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport