Itinerari consigliati: Sicilia orientale




Sicilia Orientale, idee per un tour di 15 giorni nella terra sicula

Le giornate si sono allungate, l'aria si è riscaldata e le magliette a mezze maniche iniziamo a fare le prime comparse, insomma ormai ci siamo con aprile ben inoltrato è arrivato il momento di iniziare ad organizzarsi per le sempre attese vacanze estive. Certamente potrete pensare che di tempo ce n'è ancora in abbondanza eppure un consiglio che vi diamo è quello di iniziare già a pensare a qualche meta anche per risparmiare qualche “spicciolo”.

Dove passare le vacanze?

Scegliere la destinazione di una vacanza a volte non è poi cosi semplice, ci sono più interessi da dover coniugare come ad esempio cultura, mare, relax, divertimento e una spesa contenuta (soprattutto per i più giovani). Un'abitudine che sempre di più si sta diffondendo è quella di guardare come possibili mete estive soprattutto i Paesi dell'estero, sia perchè offrono tanto divertimento sia perchè si presentano con prezzi più accessibili e così facendo ci si dimentica dell'Italia. A ben guardare però, anche nel nostro Paese ci sono moltissime soluzioni interessanti da poter valutare che offrono tutto ciò che si cerca all'estero e facendo un po' di attenzione, si può tranquillamente contenere la spesa in un budget di circa 400/500 euro.

La Sicilia Orientale

Uno dei luoghi ideali per trascorre le vacanze a nostro avviso è la Sicilia Orientale. La terra sicula ha moltissimi pregi, primo fra tutti l'incredibile ospitalità dei suoi abitanti che riusciranno a mettervi subito a vostro agio. La costa Orientale della Sicilia è la meta perfetta per unire in un'unica vacanza divertimento, relax e cultura, il tutto senza dover spendere necessariamente un patrimonio; se la destinazione vi interessa qui di seguito proporremo un idea per un tour di 15 giorni per godervi ogni aspetto di questa magnifica terra (la nostra proposta implicherà la necessità di dotarsi di una vettura, nel caso in cui non riuscirete a partire direttamente con l'auto non temete in quanto potrete fittare una vettura in loco)

15 giorni in Sicilia!

Come dicevamo poc'anzi la costa Orientale della Sicilia ha molto da offrire, ma nonostante l'enorme quantità di cose da vedere è sufficiente un minimo di organizzazione per riuscire a fare tutto. Ma partiamo con ordine, il primo passo da fare è scegliere il punto di partenza: se avete deciso di esplorare la costa, il miglior punto di partenza è la città di Catania. Alloggiare a Catania offrirà svariati vantaggi:
• Costo dell'alloggio molto contenuto rispetto a località prettamente di mare
• posizione centrale per potersi spostare sia a nord che a sud della costa orientale
• vita notturna attiva
• tantissimi luoghi di attrazione turistica

Una volta scelta la destinazione dovrete cercare il traghetto che vi porterà a destinazione, niente di più semplice: per trovare il prezzo migliore potrete consultare il sito www.traghettionline.net dal quale potrete vedere le varie soluzioni e scegliere la più economica.

Una settimana a Nord ed un settimana a Sud

Il grosso è fatto, ora non resta che suddividere la vacanza in due parti, la prima settimana potrete concentrarvi sul lato Nord della costa dividendo le tappe nel seguente modo:

La prima settimana

Primo giorno - Acireale, Acitrezza e Acicastello: queste tre piccole città si trovano vicinissime l'una all'altra e sono veramente delle piccole perle; ad attendervi troverete un mare stupendo ed in particolare ad Acitrezza pagando uno dei tanti pescatori della zona potrete farvi accompagnare ai faraglioni dei ciclopi mentre ad Acicastello troverete un splendido castello visitabile,

Secondo giorno - Bronte ed Etna: Dopo una giornata passata al mare ci si può dedicare ad una rapida visita nel piccolo centro di Bronte, nota città dove si produce un ottimo pistacchio, levandosi di buon ora si potrà fare prima una piccola deviazione per Bronte per poi dirigersi alla volte dell'Etna. Il parco dell'Etna è un'esperienza veramente unica, dove vi potrete immergere nella natura e se riuscirete ad arrivare fino in cima, troverete ad attendervi un panorama mozza fiato. Per salire in cima all'Etna avrete due opzioni, la prima sarà pagare la funivia ed in seguito in jeep, oppure decidere di sfidare la natura e scalare l'Etna a piedi; nel caso in cui sceglierete la prima opzione vi avvisiamo che il prezzo da pagare sarà abbastanza altino (considerato il servizio minimo) e si aggirerà attorno ai 75 euro a persona mentre se decidete di scalarla a piedi vi attenderà una bella faticata per cui dotatevi di molta acqua (è impegnativo ma ne vale la pena)

Terzo giorno – Catania: La giornata di ieri è stata impegnativa e sicuramente sarete stanchi, è un ottima occasione per godervi la piccola Catania, la mattina potrete fare una capatina alla “plaja” nota spiaggia dove si riversano tantissime persone (non vi aspettate il mare che troverete ad Acitrezza) e dopo potrete visitare il castello Orsino, il Duomo e sedervi sotto la statua dell'elefante Nero.

Quarto giorno – Taormina e Giardini Naxos: Dopo esservi riposati per bene potete affrontare un'altra piccola trasferta e recarvi a Taormina. La città è davvero singolare sicuramente da non perdere è il teatro Greco, il nostro consiglio è di trattenervi fino al tramonto godendovi una bella passeggiate fra le via della città e scendendo fino ad “Isola bella”, altra spiaggia molto frequentata. Una volta giunta la sera sulla strada del ritorno potrete fare una sosta ai Giardini Naxos.

Quinto giorno – Gole Alcantara: Ormai avrete preso il ritmo, sveglia mattutina e via, in macchina alla volta delle Gole dell'Alcantara. La riserva è un luogo imperdibile e meraviglioso, una volta li potrete dedicarvi a varie attività tra le quali vi consigliamo di provare il body rafting all'interno della gola (per prendere parte a questa esperienza dovrete spendere circa 40 euro ma ne vale la pena).

Sesto giorno – Messina: la prima settimana è ormai quasi finita e con lei anche il lato a nord di Catania, ultimo posto da vedere è Messina. A nostro avviso Messina si potrebbe anche evitare in quanto non ha molto da offrire, ma una volta che ci siete tato vale vedere tutto.

Settimo giorno – Catania: La settimana è stata impegnativa per cui oggi godetevi il mare e la tranquillità della città e magari visitare il lato della zona universitaria e visitare il convento. La sera potete tornare nella zona universitaria, farvi un breve giro e vedere se hanno organizzato qualche serata di vostro interesse (per lo più le feste si svolgeranno vicino alla Plaja).

Seconda settimana

Primo giorno – Riserva dei Vendicari e spiaggia di Calamosca: è arrivato il momento di scendere verso Sud, la prima tappa è verso la riserva dei Vendicari con tappa alla spettacolare baia di Calamosca, una delle riserve naturali più belle della Sicilia. La riserva si raggiungerà in un paio di ore di macchina ma una volta arrivati inizierà la vera sfida: essendo una riserva naturale per giungere alla spiaggia dovrete affrontare una bella camminata che metterà alla prova la vostra resistenza, la strada è pianeggiante ma non avrete molte zona d'ombra per cui abbondate con le scorte di acqua perchè una volta intrapreso il cammino non troverete altri punti di ristoro fino al vostro ritorno.

Secondo giorno – Siracusa ed Ortigia: Dopo il mare si torna alla cultura e si va a Siracusa, li troverete un polo archeologico che comprenderà diversi siti visitabili tra cui il famoso orecchio di Dioniso e la tomba di Archimede. Dopo il sito archeologico potrete anche fare un salto all'isolotto di Ortigia.

Terzo giorno – Avola, Noto e Modica: la terza giornata la potrete dedicare alla visita di tre città piccole ma molto interessanti un ordine da seguire potrebbe essere Avola al mattino, Noto il pomeriggio e Modica la sera dove potrete fermarvi anche a cena senza spendere molto.

Quarto giorno e Quinto giorno: La vacanza ormai sta volgendo al termine ma i siti più interessanti ormai sono finiti per cui è arrivato il momento di godervi gli ultimi giorni in tutta tranquillità magari finendo il vostro giro nella città di Catania recuperando qualche luogo inizialmente scartato per ragioni di tempo e godendovi in serenità le prelibatezze del posto quali arancini, cannoli, gelati e granite.

Dove mangiare in Sicilia

Premettendo che in Sicilia difficilmente troverete qualcosa che non sia di vostro gradimento, con il tempo inizierete a sviluppare un palato più sofisticato ragion per cui non lanciatevi nel primo bar che troverete alla ricerca “dell'arancino perfetto”. Prima di lasciarvi vi segnaliamo alcuni dei bar e pasticcerie indicate tra le più buone di Catania dove potrete gustare arancini, cannoli e granite.

Catania: Pasticceria Verona e Bonvenga - Via Asiago, 60, Catania CT
Bar Europa - Corso Italia, 302, 95100 Catania CT
Pasticceria I Dolci di Nonna Vincenza – varie sedi
Pasticceria Savia (arancini) - Via Etnea, 302/304, 95131 Catania CT

Ovviamente questo articolo rappresenta solo un suggerimento su come poter organizzare un vacanza di 15 giorni, i luoghi da noi indicati sono quelli che abbiamo ritenuto di maggior interesse ma la Sicilia è ricca di riserve naturali e di spiagge per cui non limitatevi a quanto da noi indicato e godetevi ogni singolo giorno della vostra permanenza, sicuramente tornerete. Buone vacanze.

Fonte: http://localitaitaliane.it/






Annunci o altre pagine interessanti:


Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport