Storia della Festa della donna

Women's day

Giornata internazionale della donna (8 marzo)

In questo giorno si celebrano le donne per ricordarne le conquiste sociali e politiche, ma non solo. Si vuole anche ricordare il grosso problema delle discriminazioni e delle violenze che le donne hanno subito e continuano purtroppo a subire nel mondo. La festa della donna trae le sue origini dai primi anni del '900, quando si festeggiò per la prima volta negli Stati Uniti.

Perché proprio l'otto marzo?

national womens day Ci sono varie ipotesi, ma forse la più accreditata è in ricordo della morte di centinaia di operaie uccise nel rogo di una fabbrica di Cottons a New York nel 1908.

Ma un'altra causa può essere data dalla repressione della polizia di una manifestazione sindacale di operaie tessili, sempre a New York.

Comunque queste teorie sull'origine sembrano non molto credibili, visto che la festa della donna nacque sì negli Stati Uniti, ma come Women's Day il 3 maggio del 1908, quando in una conferenza del partito socialista di Chicago la socialista Corinne Brown prese la parola e denunciò ufficialmente lo sfruttamento operato dai datori di lavoro verso le operaie e delle relative discriminazioni sessuali subite come salari e orari di lavoro.

Come conseguenza alla fine dell'anno il partito socialista raccomandò alle sezioni locali di svolgere una manifestazione in favore del diritto di voto femminile nell'ultima domenica di febbraio 1909.

Però negli Stati Uniti la prima vera e propria giornata dedicata ai problemi delle donne fu celebrata il 23 febbraio del 1909 e verso fine anno scioperarono 20.000 camiciaie.

Il successivo 27 febbraio alla Carnegie Hall altre tremila donne celebrarono lo Woman's Day, ma alla fine sarà nel 1910 che le socialiste americane proporranno di istituire una giornata fissa da dedicare al problema femminile. sei donne generose Nel frattempo in alcuni paesi europei (Germania, Svizzera e Austria), si inizia a festeggiare la giornata da destinare alle donne il 19 di marzo.

Poi durante la prima guerra mondiale la celebrazione fu sospesa ed infine a San Pietroburgo, l'8 marzo, le donne guidarono una grande manifestazione per rivendicare la fine della guerra.

Ci furono manifestazioni e proteste in tutto il paese e ciò portò alla fine dello zarismo.

L'8 marzo 1917 restò ad indicare l'inizio della rivoluzione russa.

In Italia la celebrazione avvenne per la prima volta nel 1922, su iniziativa del partito comunista (PCI), che la fissò per il 12 marzo.

Il 16 dicembre 1977 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite propose ad ogni paese di dedicare un giorno dell'anno alla Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale e l'assemblea assegnò proprio l'8 marzo per tale ricorrenza.


Cosa c'entra la mimosa?

mimosa per la festa delle donne La decisione di usare la mimosa come simbolo della festa risale all'8 marzo del 1946, quando tre donne dell'Unione Donne Italiane propose la mimosa perchè era la pianta che fioriva proprio in quei giorni dell'anno.





Argomenti correlati


Vetrina ANNUNCI e CONSIGLI



Libri dedicati alla festa della mamma

 

Belle cose da fare per: Natale, carnevale, Pasqua, festa della mamma e del papà
Dorigo Carmen,  Orio

  La festa della mamma
Daeninckx Didier, Sonda
 

L'arte di far festa. Compleanni, onomastici, feste per papà e mamma, feste all'aperto, Halloween, Natale, estate
Lecarme Pierre, Thiry Frédéric, Elledici

  Idee per la festa della mamma
Gilpin Rebecca, Usborne Publishing
  Mamma! È sempre la tua festa! Piccoli regali di carta. Con cartamodelli
Neubacher Fesser Monika, Elledici
  Un dono per la mamma. Drammatizzazione con canti e danze per la festa della mamma. Con CD Audio
Dorigo Orio Vincenzina, Orio
  Ho scritto d'amore. Voce di una mamma
Losquadro Fausta, 2009, Gruppo Albatros Il Filo
   


Libri top classifica IBS

Libri IBS 1 classifica Libri IBS 2 classifica Libri IBS 3 classifica