Festa di Capodanno pag. 2




Storia della festa di Capodanno pag. 2

Antichi Calendari

Storia della festa di Capodanno e storia dei calendari Venere di Laussel (Francia) 23000 a.c. 28.000 anni fa nel paleolitico, gli orologi degli esseri umani erano il sole e la luna.

La luna con le sue fasi molto più regolari del sole, è stata osservata più facilmente del sole.

Il suo intero ciclo durava e dura poco più di 29 giorni, quasi in sintonia con il ciclo ormonale della donna.

La Venere di Laussel di circa 25.000 anni fa, trovata all’entrata di una grotta cerimoniale, nella mano destra regge un corno di bisonte a forma di falce di luna, con 13 segni incisi a simboleggiare i giorni della luna crescente e calante (più un giorno di luna piena e uno di luna nuova) ed i 13 mesi dell’anno lunare.

 La mano sinistra poggiata sul ventre indica la relazione fra il ciclo lunare e quello della fecondità femminile.

Il mese lunare fu il primo passo verso un primitivo calendario, era nato il concetto di mese e quando l'uomo da cacciatore diviene agricoltore il concetto si allargò alle stagioni.

Gli agricoltori di allora si resero conto che dopo circa 12 lunazioni le stesse stagioni (individuate in stagione calda e stagione fredda oppure stagione piovosa e stagione secca) si ripetevano, portando così alla nascita dell'anno, in sanscrito anu.

Capodanno e Calendario Egizio

Soffitto del tempio di dendera (ora al Louvre)Il calendario lunare è stato il primo ad essere ideato, circa 6.000 anni fa, probabilmente il Egitto; l'inizio del mese avveniva il giorno della scomparsa della Luna, quando la falce non era più visibile al mattino prima dell'arrivo del Sole.

Gli egizi furono anche i primi a suddividere il giorno, che finora aveva rappresentato la più piccola unità di misura, in ore.

Circa 4.000 a.C gli Egizi furono i primi ad ideare il calendario solare basato sul moto di rivoluzione della Terra intorno al sole, legandolo al cambio delle stagioni.

L'anno lunare e l'anno solare naturalmente non coincidevano e erano necessari periodici riallineamenti.

Col passare del tempo il calendario solare sostituì quello lunare negli scopi più pratici, mentre quello lunare fu tenuto per il culto: molti templi tenevano un calendario con l'elenco di tutti i rituali e di tutte le feste che dovevano cadere in date specifiche.

Capodanno e Calendario Ebraico

L'attuale calendario Ebraico e' basato sulla Torah, la Legge di Mosè ed è il più antico calendario che sia tuttora in uso discendendo direttamente dal calendario babilonese probabilmente adottato al tempo della cattività babilonese.

Il calendario babilonese è un calendario luni-solare basato su un ciclo di 19 anni (ciclo di Metone), durante i quali si devono intercalare 7 mesi lunari per mantenere l'allineamento tra mesi e stagioni.

Il calendario ebraico ricalca quello babilonese sia nei nomi dei mesi, sia nell'uso del ciclo di 19 anni con 12 di 12 mesi e 7 di 13 mesi.

La lunghezza dei mesi è di 29 o 30 giorni ed è regolata da norme complesse relative alle varie festività ebraiche gestite dai rabbini.

L'era ebraica ha inizio con la data della creazione del mondo che la tradizione biblica fissa nel 3761 a.C.

Poichè l'anno del calendario ebraico ha una durata variabile dai 353 ai 385 giorni, il Capodanno ebraico, Rosh Ha-Shanà che cade il 1° del mese di Tishrì (Settembre, Ottobre) è variabile.

Il calendario ebraico e il calendario gregoriano si raggiungono ogni 19 anni, per cui nel corso dei secoli marciano di pari passo.

Capodanno e Calendario Islamico

Capodanno a tavolaI paesi musulmani usano un calendario rigorosamente lunare, affiancandolo al calendario gregoriano, usato dagli occidentali.

La numerazione degli anni nel calendario Islamico partono dall'era dell'Egira che inizia il 16 luglio 622, anno della migrazione di Maometto dalla Mecca a Medina, avvenuta in effetti il 20 settembre 622.

Il Corano prevede che il nuovo mese inizi subito dopo la luna nuova, o meglio quando appare la prima esile falce di luna crescente.

Il calendari perpetuo islamico prevede cicli di 30 anni: l'anno è composto di dodici mesi alternativamente di 29 e 30 giorni ed è quindi di 354 giorni.

Poiché il mese lunare è di di 29,5 giorni viene periodicamente inserito un trentesimo giorno all'ultimo mese diventando di 355 giorni.

L'aggiunta del trentesimo giorno è prestabilito in 11 anni nel trentennio 2,5,7,10,13,16,18,21,24,26,29 e sono anni detti abbondanti.

Il Capodanno e il calendario Cinese

Capodanno CineseIn Cina sono utilizzati due calendari : il calendario tradizionale cinese, di tipo lunisolare(sembra dal 2.637 a.C. e il calendario gregoriano, chiamato "calendario pubblico".

Il calendario tradizionale è di tipo lunare, in quanto si alternano mesi di 29 e 30 giorni, che incorpora un ciclo annuale di 24 periodi, chiamati jieqi.

Questi jieqi sono strettamente legati alle stagioni, contenute in cicli di 19 anni (ciclo di Metone) 7 anni avranno un mese supplementare.

Ogni jieqi dura 15 giorni, così che ognuna delle quattro stagioni viene suddivisa in sei jieqi basati sulla posizione del sole e dei 12 segni (simboli animali) dello zodiaco cinese.

Tutti i jieqi hanno un nome in armonia con le variazioni stagionali, ad esempio il primo periodo è chiamato l'"Inizio della Primavera" e cade il 4 o il 5 febbraio.

Il primo dell'anno viene chiamato "festa di primavera", e cade fra il 21 gennaio ed il 20 febbraio del calendario gregoriano.







Annunci o altre pagine interessanti:




Libri dedicati al Capodanno ed ai Calendari

  L'occhio del tempo. Otto secoli di storia del calendario
Persico Alberto, 2005, Persico Europe
  Tabula capuana. Un calendario festivo di età arcaica
Cristofani Mauro, 1995, Olschki
  Il calendario marmoreo di Napoli. CD-ROM
Mallardo Domenico, 2007, D'Auria M.
  Dies natalis. Fondazioni templari nei calendari romani
Donati Natascia, Stefanetti P., 2004, Quasar
  Storia di capodanno
Dudincev Vladimir, 2002, Nottetempo
  Capodanno sulla nord-est del Badile
Rho Franco, 2004, Nordpress
  Gli imperi del tempo. Calendari, orologi e culture
Aveni Anthony, 1993, Dedalo
  Il primo grande dizionario dei santi secondo il calendario
Butler Alban, 2001, Piemme
  Rose e latrine fra i Cesari. Quel capodanno perduto
Sassi Corrado, 1998, Edimond
  Storia e riti di capodanno
Cossard Guido, 1999, Rizzoli
  Teatro per Natale e capodanno
Roberto Franco, 1994, Elledici
  Da Natale a capodanno
Bava Gemma, 2002, Morea


Libri top classifica IBS

Libri IBS 1 classifica Libri IBS 2 classifica Libri IBS 3 classifica


Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport



seguici su facebook