Recensione film "Un'altra giovinezza"





Un'altra giovinezza

Un'altra giovinezza  - Locandina

Un'altra giovinezza

Titolo originale: Youth Without Youth
Nazione: Romania, USA
Anno: 2007
Genere: Drammatico
Durata: 121'
Regista: Francis Ford Coppola
Cast: Tim Roth, Alexandra Maria Lara, Bruno Ganz, Marcel Iures, André M. Hennicke
Data uscita 26/10/2007.








Alexandra Maria Lara in Un'altra giovinezza

Trama

Romania, 1938. Dominic Matei (Tim Roth) è un settantenne docente di linguistica, ossessionato dal linguaggio e dal ricordo di Laura (Alexandra Maria Lara), la donna amata in gioventù e morta di parto.

Disperato e deluso dalla sua incapacità di portare a termine il suo  lavoro sulle origine del linguaggio umano, unica ragione della sua vita, decide di suicidarsi.

Ma mentre si accinge all'insano gesto, viene colpito da un fulmine davanti alla stazione di Bucarest.

La potentissima scarica elettrica, invece di ucciderlo, innesca in lui un prodigioso processo rigenerativo.

Sopravvissuto ai nazisti che vogliono impossessarsi di lui ed a tutte gli sconvolgimenti politici che ne seguono, Matei vuole  utilizzare questa inaspettata proroga di vita per portare a termine il suo studio sull'importanza del linguaggio nell'attribuzione di senso al tempo.

L'incontro con Veronica, incarnazione dell'amata Laura, diventa per Matei la possibilità per raggiungere l'inarticolato momento del principio e di vivere una storia d'amore non vissuta nella sua prima giovinezza.

Ma se nella prima vita ha rinunciato all'amore per la conoscenza, riuscirà in questa seconda occasione a rinunciare alla conoscenza per l'amore?
Bruno Ganz in Un'altra giovinezza Tim Roth  in Un'altra giovinezza

Commento

Tratto dall'omonimo romanzo del filosofo e storico delle religioni Mircea Eliade, "Un'altra giovinezza", rappresenta per Francis Ford Coppola il grande ritorno al cinema, nelle vesti di regista, dopo dieci anni di assenza.

Girato in Romania, "Un'altra giovinezza" potrebbe essere, secondo lo stesso regista il soggetto di un episodio di "Ai confini della realtà".

Al primo colpo d'occhio il film di Francis Ford Coppola è una fiaba epica e metafisica, con la classica struttura circolare, ma, esaminando la storia sotto la superficie, è possibile intravvedere il disegno del regista che percorre l'intera traiettoria della storia umana attraverso la capacità di trasmettere significati.

Coppola, in un viaggio a ritroso nel tempo, conduce lo spettatore al senso ultimo del linguaggio e dell'immagine: "Un'altra giovinezza" diviene una struggente epopea di amore e morte, una riflessione sul tempo e sull'eternità.

La camera oscura che in alcune situazioni presenta l'immagine del mondo rovesciata, crea sullo schermo effetti analoghi al caleidoscopio riportando il cinema alla meraviglia dei suoi primi passi.

Se in questo film si vuol vedere una pecca è il fatto che affronti troppo tematiche: Nazismo, Hiroshima, il possibile disastro atomico, il buddhismo, la reincarnazione, i cicli filosofici delle "vite che si incrociano", l'uomo e il suo doppio, l'inconscio...forse troppo per lo spettatore medio.

Film sorprendente, coinvolgente e bello: da non perdere.


Torna all'indice Cinema up




Annunci o altre pagine interessanti:



Vuoi vedere questo film o leggere il libro?  Ordina qui

 

Un'altra giovinezza
Eliade Mircea, 2007, Rizzoli


Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport