Richter Gerhard - biografia e foto delle opere

Richter Gerhard Party 1963




Biografia e vita di Richter Gerhard (Germania, 1932)

Fotografia di Richter Gerhard Gerhard Richter, pittore tedesco, uno dei più conosciuti artisti del dopoguerra, nasce a Dresda in Germania il 9 febbraio 1932 da una famiglia della classe media.

Cresce nelle campagne di Reichenau, nella Bassa Slesia, ed a Waltersdorf all'interno Alta Lusazia (Oberlausitz) soppravvivendo al bombardamento della sua città ed al programma di eutanasia al quale era stato destinato dai nazisti.

Dopo aver lasciato la scuola a sedici anni per lavorare come praticante nel campo della Pubblicita', riprende agli studi all'Accademia d'Arte di Dresda dove realizza un murale nel refettorio dal titolo "La comunione con Picasso" (1955); i suoi insegnanti sono stati Karl von Appen, Ulrich Lohmar e Will Grohmann

Dal 1957 al 1961 Richter è impiegato come insegnante nell'Accademia ed in questo periodo il suo stile pittorico resta legato alla pittura di partito e realizza un affresco che copre un'intera parete, dal titolo "Arbeiterkampf" (Lotta del lavoratore), numerosi autoritratti e ritratti ad olio.

Qualche mese prima della costruzione del muro di Berlino (1961) lui e la moglie fuggono a Düsseldorf in Germania Ovest dove scoprì l'Espressionismo Astratto e le tendenze dell'Avanguardia, stringendo amicizia con altri artisti della sua generazione.

Foto di Richter Gerhard Nel 1962 Gerhard Richter comincia ad usare le fotografie di paesaggi, ritratti e nature morte come base per i suoi dipinti da completare con il colore con l'intento di far interagire l'astrazione fotografica e la fisicità pittorica.

Insieme a Sigmar Polke e Fischer-Lueg, Richter forma un gruppo chiamato "dei Realisti Capitalisti" che realizzava opere satiriche partendo da supporti di natura giornalistica.

Verso la fine degli anni sessanta Gerhard Richter inizia la sua fase "Costruttivista" lavorando in modo più manuale, creando tavole a colori, vetri e specchi, opere come "Carte di Colore", "Inpaitings", "Quadri Gray" e "Quarantotto Ritratti " e la fase "Astratta" caratterizzata dapprima da colori fluidi, poi in grafici a colori, strutturati in modo che ognuno di loro sia caricati di un particolare significato, nei quali non hanno spazio le immagini, ma hanno valore di esperimenti nella pennellata e nell'applicazione della vernice.

Dal 1971, diventato professore di ruolo all'Art Academy di Düsseldorf, Gerhard Richter evolve il suo stile verso una pittura sobria in bianco e nero che richiama la Corrente Minimalista, per passare dopo un decennio a dipinti su tela con colori brillanti, ma con un disegno preciso in controcorrente con i lavori dei neo-espressionisti allora in voga.

Gerhard Richter propugna un tipo d'arte separata dalla storia dell'arte, nella convinzione che i pittori devono concentrarsi sulla forma piuttosto che ai riferimenti, alla estetica piuttosto che al significato.

Dalla sua prima mostra personale nel 1964 a Düsseldorf, Gerhard Richter ha esposto in tutta Europa e negli Stati Uniti, ma la sua fama ha raggiunto il massimo durante la retrospettiva del 2005.




Galleria opere d'arte di Richter Gerhard

Richter Gerhard Party 1963
Party 1963

Richter Gerhard Motoboot 1965
Motoboot 1965

Richter Gerhard Rosso, blu, giallo 1972
Rosso, blu, giallo 1972

 Richter Gerhard Farben 1973
Farben 1973

Richter Gerhard Annunciazione  1973
Annunciazione 1973

Richter Gerhard Claudius 1986
Claudius 1986

Richter Gerhard Betty 1988
Betty 1988

Richter Gerhard Schwan 1989
Schwan 1989

Richter Gerhard Bild Courbet  1986
Bild Courbet 1986

Richter Gerhard Untitled 1987
Untitled 1987

Richter Gerhard Abstraktes bild 1992
Abstraktes bild 1992

Richter Gerhard Bach 1992
Bach 1992

Richter Gerhard Seascape 1998
Seascape 1998

Richter Gerhard Cage 2006
Cage 2006

Richter Gerhard Wald 2005
Wald 2005

Richter Gerhard 4900 farben  2007
4900 farben 2007

Richter Gerhard Panorama marino
Panorama marino

Richter Gerhard Fotografia dell'Artista
Fotografia dell'Artista

Richter Gerhard Senza titolo
Senza titolo





Annunci o altre pagine interessanti:



Libri su Richter Gerhard e sul Realismo

  Gerhard Richter. La pratica quotidiana della pittura
cur. Obrist H. U., 2003, Postmedia Books
  Gerard Richter. City life. Con CD Audio. Ediz. italiana e inglese
Corà Bruno, Restagno Enzo, Gori Giuliano, 2002, Gli Ori
  Gerhard Richter: EIS
2011, Walther Konig, Cologne
  Gerhard Richter: Early Work, 1951-1972
2011, J. Paul Getty Trust Publications
  Gerhard Richter Portraits: Painting Appearances
Moorhouse, Paul, 2009, Yale University Press
  Gerhard Richter: "Lines Which Do Not Exist"
2011, Drawing Cente
  Dal realismo al simbolismo. Vicende e figure dell'arte postromantica europea
De Paz Alfredo, 2000, CLUEB
  L'Ottocento in Italia. Le arti sorelle-Il realismo 1849-1870
cur. Sisi C., 2007, Mondadori Electa
  Post-espressionismo. Realismo magico. Problemi della nuova pittura europea 
Roh Franz, cur. Cecchini S., 2007, Liguori
  Il realismo nella pittura europea del XIX secolo
Nochlin Linda, 2003, Einaudi
  La rivoluzione realista. Lineamenti introduttivi da Barbizon ai macchiaioli
De Paz Alfredo, 2007, CLEUP
  Corot. Ediz. inglese
Sérullaz Arlette, 2007, 5 Continents Editions
  L'età di Courbet e Monet. La diffusione del realismo e dell'impressionismo nell'Europa centrale e orientale. Catalogo della mostra
2009, Silvana
  Courbet e l'origine del mondo. Storia di un quadro scandaloso
Savatier Thierry, 2008, Medusa Edizioni

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport