Peruzzi Baldassarre - biografia e foto delle opere

peruzzi baldassarre Vista prospettica




Biografia e vita di Peruzzi Baldassarre (Italia 1481-1536)

Ritratto di Peruzzi Baldassarre Il pittore, architetto e scenografo Baldassarre Peruzzi nasce a Siena nel 1481.

La sua prima formazione avviene da pittori locali, sotto l'influenza del Pinturicchio e del Sodoma, come si evince dagli affreschi con storie della vita di Maria in Sant'Onofrio.

L'artista inizia d'ora in poi a collaborare con i più celebri artisti del Rinascimento Italiano, soprattutto in seguito al suo trasferimento a Roma del 1503.

Nella prima fase romana collabora con Raffaello per gli affreschi della Stanza di Eliodoro in Vaticano.

Il suo trasferimento a Roma gli consente di entrare in stretto contatto con l'arte romana classica e antica.

Affresco di Peruzzi Baldassarre Nel 1505 inizia a studiare nella bottega del Bramante, interessandosi all'analisi delle antichità in vista del libro che Peruzzi vuole scrivere proprio sulle antichità di Roma, opera che però non completerà mai.

Il materiale grafico sarà lasciato ai suoi allievi tra i quali Sebastiano Serlio.

Nell'arte del Peruzzi i riferimenti classici sono alla base di ogni sua attività, essendo scenografo, decoratore, architetto.

Tra il 1506 e il 1509 progetta quella che diventerà la sua più famosa opera romana, la villa Farnesina del banchiere senese Agostino Chigi, dove il Peruzzi lavora anche come pittore, realizzando affreschi tra il 1509 e il 1511.

Le sale più belle da lui decorate sono la stanza delle Prospettive, la saletta con il fregio mitologico e la loggia di Galatea, con l'oroscopo di Agostino Chigi dipinto sulla volta.
Dipinto di Peruzzi Baldassarre
Durante la sua vita il l'artista alterna la pittura alle opere di architettura.

Nel 1516 affresca la cappella Ponzetti in Santa Maria della Pace e nel 1518 partecipa al concorso per la facciata di San Giovanni dei Fiorentini come architetto.

SSi ipotizza che ci sia stato anche un suo contributo anche nella costruzione di palazzetto Ossoli, del Palazzetto Spada ecc...

Collabora con Antonio da Sangallo il Giovane dal 1520 per la Fabbrica di San Pietro, attività purtroppo incompiuta a causa della sua fuga del 1527 a seguito del Sacco di Roma.

Torna quindi a Siena dove si occupa della progettazione per i palazzi cittadini oltre che del Duomo e delle fortificazioni.

Edificio di Peruzzi Baldassarre Alcuni anni dopo il Peruzzi rientra a Roma dove costruisce per Blosio Palladio la villa alle pendici di Monte Mario e il palazzo alle Colonne.

Grazie alla particolare facciata curva di questo palazzo, Peruzzi viene nominato nel 1534 architetto capo della Fabbrica di San Pietro, ruolo che manterrà fino alla sua morte nel 1536.

Una delle opere più importanti realizzate da Baldassarre Peruzzi è Palazzo Massimo costruito sulle rovine del Pittura di Peruzzi Baldassarreprecedente Odeon di epoca romana dove le colonne doriche reggono l'architrave, le diverse finestre finte e l'inganno prospettico realizzato nel cortile rendono il Palazzo davvero unico.

Secondo Peter Murray nel volume "L'architettura del Rinascimento italiano" a proposito di Palazzo Massimo scrive: " ...la distribuzione riprende approssimativamente il tipo di palazzo bramantesco: un pesante basamento separato da una cornice fortemente marcata dal sovrastante piano nobile cui si sovrappongono due ammezzati. Ma, come nel palazzo Branconio di Raffaello, le colonne sono state spostate dal piano nobile al pianterreno e il bugnato riveste l'edificio in tutta la sua altezza."

Opera di Peruzzi Baldassarre Oltre che a Roma e a Siena, l'artista lascia segni della sua attività anche a Carpi (Modena) dove viene chiamato dal principe Alberto II per progettare l'impianto originario della Collegiata di Santa Maria Assunta e la facciata della pieve di Santa Maria in Castello.

Baldassarre Peruzzi negli ultimi anni della sua vita si dedica alla scenografia per alcuni eventi, soprattutto legati a papa Leone X.

IIl successo riscontrato dal Peruzzi durante la sua carriera artistica non è però sufficiente a dargli serenità sul finire dei suoi anni, infatti si ritrova povero e con gravi impegni famigliari.

Maggior fama sarà da lui ottenuta dopo la sua morte.

Il pittore, architetto e scenografo Baldassarre Peruzzi muore a Roma nel 1536 e viene sepolto nel Pantheon proprio vicino a Raffaello.





Galleria opere d'arte di Peruzzi Baldassarre

peruzzi baldassarre Vista prospettica
Vista prospettica

peruzzi baldassarre Perseo e Medusa
Perseo e Medusa

peruzzi baldassarre  Decorazioni a soffitto
Decorazioni a soffitto

peruzzi baldassarre Tomba di papa Adriano VI
Tomba di papa Adriano VI





Annunci o altre pagine interessanti:


Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport