De Ribera Jusepe - biografia e foto delle opere

de ribera jusepe Martirio di san Filippo




Galleria opere d'arte di De Ribera Jusepe

de ribera jusepe Archimede
Archimede

de ribera jusepe San Girolamoe
San Girolamo

de ribera jusepe Sant'Andrea
Sant'Andrea

de ribera jusepe San Paolo l'eremita
San Paolo l'eremita

de ribera jusepe Senso del gusto
Senso del gusto

de ribera jusepe Martirio di san Filippo
Martirio di san Filippo

de ribera jusepe Maddalena Ventura col marito
Maddalena Ventura col marito

de ribera jusepe  Il duello di Isabella de Carazzi
Il duello di Isabella de Carazzi

de ribera jusepe San Girolamo e l'angelo
San Girolamo e l'angelo

de ribera jusepe Mater dolorosa
Mater dolorosa

de ribera jusepe  Sant'Andrea
Sant'Andrea

de ribera jusepe Il martirio di sant'Andrea
Il martirio di sant'Andrea

de ribera jusepe San Pietro
San Pietro

de ribera jusepe Santa Trinità
Santa Trinità

de ribera jusepe Apollo scuoia Marsia
Apollo scuoia Marsia

de ribera jusepe Apollo e Marsia
Apollo e Marsia

de ribera jusepe  Clubfooted boy
Clubfooted boy

de ribera jusepe Giacomo riceve la benedizione di Isaia
Giacomo riceve la benedizione di Isaia

de ribera jusepe San Cristoforo
San Cristoforo

de ribera jusepe  Diogene
Diogene

de ribera jusepe  Sacra famiglia
Sacra famiglia

de ribera jusepe Sacra famiglia con santa Caterina
Sacra famiglia con santa Caterina

de ribera jusepe Il sogno di Giacobbe
Il sogno di Giacobbe

de ribera jusepe Adorazione dei pastori
Adorazione dei pastori

de ribera jusepe Maria Maddalena nel deserto
Maria Maddalena nel deserto

de ribera jusepe Un vecchio usuraio
Un vecchio usuraio

de ribera jusepe Sant'Onofrio
Sant'Onofrio

de ribera jusepe  Visione di san Bruno
Visione di san Bruno

de ribera jusepe Ixion
Ixion

de ribera jusepe San Girolamo e l'angelo
San Girolamo e l'angelo

de ribera jusepe  Lamentazione
Lamentazione

de ribera jusepe Ritratto di un missionario gesuita
Ritratto di un missionario gesuita

de ribera jusepe San Giovanni battista nel deserto
San Giovanni battista nel deserto

de ribera jusepe Paesaggio con pastori
Paesaggio con pastori

de ribera jusepe Sant'Alberto
Sant'Alberto

de ribera jusepe San Girolamo e l'angelo
San Girolamo e l'angelo



Biografia e vita di De Ribera Jusepe Lo Spagnoletto (Spagna 1591-1652)

Autoritratto di De Ribera Jusepe detto Spagnoletto Il pittore ed incisore Jusepe de Ribera, detto Lo Spagnoletto per la sua bassa statura, nasce a Játiva, Valencia, nel 1591.

La sua pittura ha influenzato tutta la pittura europea nel XVII secolo.

La prima formazione avviene in Spagna presso la bottega di Francisco Ribalta, ma la sua vera formazione avviene in Italia.
Per seguire il padre, soldato spagnolo a servizio Italia, Lo Spagnoletto lascia la Spagna per trasferirsi appunto in Italia.
Inizialmente visita il Nord dove insegue le orme del Caravaggio e realizza copie e imitazioni di Tintoretto e di Correggio. Visita Cremona, poi Milano e nel 1611 Parma.
Dopo tre anni si trasferisce a Roma, dove dipinge le sue prime opere, la serie di "Cinque Sensi" in cui si ritrovano le influenze caravaggesche.

Nel 1616 si sposa con Catalina, figlia del pittore Giovanni Bernardo Azzolino, e si trasferisce a Napoli.
Dal 1616-1620 passa sotto la protezione del viceré e grande statista duca di Osuna.

Le prime opere che esegue a Napoli, gli "Apostoli della Quadreria dei Girolamini" e i "SS. Pietro e Paolo", sono collegate alle opere che eseguì a Roma. C'è grande rivalità in quegli anni tra lo Spagnoletto e l'altro grande pittore del seicento napoletano: Massimo Stanzione.

Da segnalare è il suo incontro con Velazquez che avviene a Napoli nel 1630 e che determina un cambiamento nella sua pittura. Il tratto e il colore diviene più pacato, delicato e dal tono più chiaro. A testimonianza di questo cambiamento ci sono le opere: "Giacobbe", "Archimede" e l'"Apostolo".

Alla morte del Duca Di Osuna, Jusepe De Ribera passa sotto la protezione del Duca D'Alba per il quale realizza anche incisioni e disegni portandolo ad essere uno degli artisti più prestigiosi d'Europa.
Dopo aver ricevuto a Napoli la visita di Jusepe Martinez, Pacheco e Velazquez, rifiuta di tornare in Spagna.
Nel 1626 esegue il "Silenzio ebbro", dipinto celebre per il suo grottesco umorismo e per i violenti contrasti di luce. Dipinto di De Ribera Jusepe detto Spagnoletto

Nelle opere più tarde dell'artista la composizione si fa più libera e i colori più chiari, riuscendo a rappresentare atmosfere più delicate, nelle quali la vita interiore dei personaggi diventa l'elemento principale, come ne "La Pietà e l'Apollo" e "Marsia", entrambi del 1637, che rivelano uno stile elegante, con suggestioni di Van Dyck, e il passaggio dalla maniera di Caravaggio a quella barocca.

Intorno agli anni '30-'40 a Roma si inizia a diffondere la cultura-neoveneta che influenza notevolmente la pittura dello Spagnoletto, come si può notare dalle tele come "Venere e Adone", o "Giacobbe e Isacco".

Nei primi anni '40 il pittore, s'eppure gravemente malato, continua ad esercitare la sua attività, realizzando capolavori come il "Matrimonio mistico di Santa Caterina", "l'Adorazione dei pastori" e la "Comunione degli Apostoli di San Martino".

Pittura di De Ribera Jusepe detto SpagnolettoLa maggior parte delle sue opere sono eseguite a Napoli, anche se lascia alcuni lavori anche ad Aversa, per la precisione nella chiesa di San Francesco delle Monache, dove dipinge sull'altare maggiore della chiesa l'opera "Estasi di San Francesco". Il dipinto, datato 1642 e firmato dall'artista, è sempre stato lodato dai critici.

In questi anni il suo lavoro è quasi sconosciuto all'estero ed ignorato anche in Spagna, tanto che quando nel XVIII secolo la regina Isabella Farnese censisce le perdite subite a causa di un incendio, le opere di Ribera vengono erroneamente attribuite a Murillos.

Jusepe de Ribera muore a Napoli nel 1652, anno in cui realizza la sua ultima opera, "Lo Storpio", nel quale l' abilità nel ritrarre la personalità del soggetto segna un punto di rottura con le idealizzazioni del manierismo ed è la principale eredità che Ribera lascia all'arte spagnola dei secoli seguenti.

 Lo Spagnoletto è sepolto nella Chiesa di Santa Maria del Parto nel quartiere Mergellina a Napoli.






Annunci o altre pagine interessanti:



Libri su Caravaggio e I Caravaggeschi

  Caravaggio e l'Europa. Il movimento caravaggesco internazionale da Caravaggio a Mattia Preti
cur. Sgarbi V., 2005, Skira
  Caravaggio e l'Europa. Atlante. Il movimento caravaggesco internazionale da Caravaggio a Mattia Preti
2005, Skira
  Caravaggeschi. Percorsi e protagonnisti
cur. Zuccari A., 2010, Skira
  I colori del buio. I caravaggeschi nel patrimonio del Fondo edifici di culto
cur. Vodret R., Leone G., 2010, Skira
  Me pinxit e quesiti caravaggeschi
Longhi Roberto, Sansoni
  Caravaggio. L'arte e la natura

Giunti Editore

  Studi caravaggeschi (1935-1969)
Longhi Roberto, 2000, Sansoni
  Giuseppe Vermiglio. Un pittore caravaggesco tra Roma e la Lombardia

Skira

  Il Barocco. 1600-1770: l'arte europea   Notturno barocco. Storie di vita del Caravaggio
Turati Paolo, Ananke
  Caravaggio e il suo ambiente. Ricerche e interpretazioni

Silvana

  Caravaggio. L'opera pittorica completa

Guasti Alessandro, Neri Francesca, 2004, Idea Libri


Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport