Cesari Giuseppe - biografia e foto delle opere

Diana e Atteone (1606)




Biografia e vita di Cesari Giuseppe (Italia 1568-1640)

Autoritratto di Giuseppe detto Cavalier d'ArpinoGiuseppe Cesari, chiamato anche Il Giuseppino o Cavalier d'Arpino, pittore, affrescatore, manierista italiano, nasce ad Arpino, intorno al 1568.

Figlio di un pittore impegnato a Roma nella decorazione delle Logge vaticane, sotto la direzione del Pomarancio (Cristoforo Roncalli), il giovane Cesari, si fa notare per la sua creatività e comincia a lavorare come ragazzo di bottega diventando presto un noto pittore di affreschi.

Ammesso molto giovane all'Accademia di San Luca, riesce a farsi assegnare una gigantesca commessa che lo impegnerà per circa quarant'anni dal 1595 al 1640 negli affreschi del Palazzo dei Conservatori dove realizza il Ritrovamento della lupa, nel 1596; la Battaglia tra i Romani e i Veneti, nel 1597 e il Combattimento tra gli Orazi e i Curiazi, nel 1612, il Ratto delle Sabine, nel 1635 e l'Istituzione della Religione e la Fondazione di Roma.

Dipinto di Cesari Giuseppe
Nel 1600 affresca l'Ascensione nel transetto di San Giovanni in Laterano, sempre in quegli anni assume la direzione dei lavori di decorazione musiva della cupola di San Pietro e gli affreschi della villa Aldobrandini a Frascati e quelli della Cappella Paolina in Santa Maria Maggiore tra il 1605 e il 1612.

Molto introdotto nella corte papale, durante il papato di Clemente VIII, venne da questo nominato "Cavaliere di Cristo", da qui il suo soprannome di Cavalier d'Arpino questo aumentò la richiesta di opere da parte della nobiltà romana, nonché dall’Imperatore Rodolfo II e dai sovrani di Spagna e di Francia.

Affresco dii Giuseppe detto Cavalier d'ArpinoAnche se alcuni dei suoi primi lavori è vigoroso e colorato, la sua produzione è generalmente una ripetizione piuttosto sbiadita, non toccata dalle innovazioni del Caravaggio, che fu per breve periodo il suo assistente, incaricato di dipingere frutta e fiori, o del Carracci
con il quale ebbe occasione di lavorare.

Giuseppe Cesari, nonostante avesse un pessimo carattere, permaloso e irascibile, per essere passato troppo in fretta dalla povertà alla ricchezza, nei primi due decenni del XVII secolo, conquista un grande prestigio nell'ambito artistico che gli fece conquistare alcuni degli incarichi più prestigiose del tempo, in particolare  l'affresco dell'Ascensione nel transetto di San Giovanni in Laterano, gli affreschi della villa Aldobrandini e la Pittura di Cesari Giuseppeprogettazione dei mosaici per la cupola di San Pietro eseguiti fra il 1603 e il 1612.

Il pittore, che oltre a grandi affreschi ha eseguito innumerevoli opere sia in Roma che in altre città che vantano oggi la ricchezza di conservare suoi lavori, ha dipinto molti quadri da stanza, a soggetto religioso o di scene mitologiche in stile fiammingo, muore a Roma il 3 luglio 1640.
 
I suoi seguaci che continuarono il suo lavoro furono i suoi figli Muzio e Bernardino, l'apprendista del suo studio Pier Francesco Mola (1612-1666) e gli studenti Francesco Allegrini da Gubbio, Guido Ubaldo Abatini, Vincenzo Manenti e Bernardino Parasole.




Galleria opere d'arte di Cesari Giuseppe

slideshow
slideshow

Diana e Atteone (1606)
Diana e Atteone (1606)

Diana e Atteone (1606) dett
Diana e Atteone (1606) dett

San Francesco consolato da un angelo
San Francesco consolato da un angelo

Santa Chiara allontana i saraceni da Assisi
Santa Chiara allontana i saraceni da Assisi

Riposo durante la fuga in Egitto
Riposo durante la fuga in Egitto

Riposo durante la fuga in Egitto (dett)
Riposo durante la fuga in Egitto(dett)

Madonna e bambino con i santi Pietro e Paolo
Madonna e bambino con i santi Pietro e Paolo

La derisione di Cristo
La derisione di Cristo

Giuditta con la testa di Oloferne
Giuditta con la testa di Oloferne

Cristo fatto prigioniero
Cristo fatto prigioniero

Ritratto di Prospero Farinaccio
Ritratto di Prospero Farinaccio

Cupola della cappella paolina
Cupola della cappella paolina





Annunci o altre pagine interessanti:



Libri sul Manierismo

  Bachiacca artist of the Medici court
2008, Olschki
  L'ideologia del traditore. Arte, maniera, manierismo
Bonito Oliva Achille, Mondadori Electa
  La bella maniera in Toscana. Dipinti dalla collezione Luzzetti e altre raccolte private. Ediz. italiana e inglese
2008, Polistampa
  Manieristi e irregolari del Cinquecento
Mari Michele, 2004, Ist. Poligrafico dello Stato
  Maniera moderna e manierismo 
Barilli Renato,  Feltrinelli
  Lorenzo Leonbruno. Un pittore a corte nella Mantova di primo Cinquecento
Ventura Leandro,  Bulzoni
  Moduli di arte in due. Vol. 1. Dall'età antica al manierismo
2008, Mondadori Bruno
  Storia dell'arte italiana. Il manierismo
Argan Giulio Carlo, 2008, Sansoni
  Medioevo, rinascimento, manierismo, barocco
2006, Bignami
  Simboli, mostri e metafore nelle architetture del manierismo
Cresti Carlo, 2010, Edap
  Il manierismo e il barocco, da Napoli a Parigi
2009, Edizioni dell'Orso
  Rinascimento e manierismo. I grandi stili dell'arte occidentale
2005, Giunti Editore

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport