Carlevaris Luca - biografia e foto delle opere

Dogana e San Giorgio (Venezia)




Biografia e vita di Carlevaris Luca (Italia 1663 -1731)

Autoritratto di Luca Carlevaris o Carlevarijs Luca Carlevaris o Carlevarijs, pittore, incisore e architetto italiano, considerato il padre dei vedutisti veneziani del XVIII secolo, nasce a Udine il 20 gennaio 1663.

Nel 1679 muore il padre, architetto e pittore Giovanni Leonardo e, con la sorella si trasferisce a Venezia per studiare arte, prendendo casa vicino al Palazzo della nobile e ricca famiglia dei Zenobio.

"Dipinto Luca Carlevaris o CarlevarijsScoperto" dai potenti vicini, tra il 1682 e il 1688 viene assunto per dipingere paesaggi di grandi dimensioni per il loro palazzo al di là di Santa Maria del Carmine.

 Queste opere rivelano l'influenza del pittore tedesco Johann Anton Eismann (1604-1698), specialista in scene di genere, che, in quel periodo, lavorava a Venezia.

Fra il 1685 ed il 1690, secondo le ricostruzioni degli storici, Luca Carlevaris, probabilmente finanziato dai suoi vicini e mecenati, fa un viaggio attraverso l'Italia fino a Roma, toccando anche Firenze e Bologna, per approfondire le sue conoscenze artistiche e, come segno di riconoscenza, lasciò che i suoi mecenati lo chiamassero "Luca di cà Zenobio"

Pittura di Luca Carlevaris o Carlevarijs Nel 1703 il Carlevarijs pubblicò la monumentale raccolta di acqueforti de "Le fabriche", queste opere, riprendono frontalmente gli edifici più importanti e le piazze di Venezia, dedicata "Al Serenissimo Prencipe Luigi Mocenigo Doge di Venezia"

Questo fu il vero atto di nascita del Vedutismo Veneziano, costituendo la prima serie di vedute veneziane, concepito come un insieme di opere e l’inizio di una nuova stagione della attività artistica del pittore, favorita da autorevoli commissioni da parte di collezionisti, uomini d'affari e addirittura dal re di Danimarca (1709).

Cappotto Luca Carlevaris o CarlevarijsIscritto alla Corporazione dei Pittori Veneziani dal 1708 Luca Carlevaris dominò il mercato artistico con una vasta produzione di Vedute e Capricci di rovine e di porti, finché fu superato dal suo discepolo Antonio Canal [Canaletto].

Si dice addirittura che per il dolore egli ne morisse; in effetti il pittore nel 1728 venne colpito da una paralisi progressiva che lo condusse alla morte il 12 febbraio del 1730, lasciando circa centocinquanta opere, per la maggior parte vedute di Piazza San Marco e i suoi immediati dintorni.
 Una delle sue figlie, Marianna, divenne pittrice alla scuola di Rosalba Carriera, mentre Canaletto e Guardi continuarono a seguire il suo cammino di paesaggista.




Galleria opere d'arte di Carlevaris Luca

slideshow
slideshow

Dogana e San Giorgio (Venezia)
Dogana e San Giorgio (Venezia)

Paesaggio marino
Paesaggio marino

Molo davanti al palazzo del doge (Venezia)
Molo davanti al palazzo del doge (Venezia)

Molo davanti al palazzo del doge (Venezia)
Molo davanti al palazzo del doge (Venezia)

Vista del molo (Venezia)
Vista del molo (Venezia)

Piazza san Marco con giocolieri
Piazza san Marco con giocolieri

Piazza san Marco (Venezia) 1722
Piazza san Marco (Venezia) (1722)

Il molo col palazzo ducale
Il molo col palazzo ducale

Piazzetta e libreria (Venezia)
Piazzetta e libreria (Venezia)

Il ponte per la festa (Venezia)
Il ponte per la festa (Venezia)

La dogana marina con San Giorgio
La dogana marina con San Giorgio (Venezia)

Porto marittimo
Porto marittimo

Palazzo Coccina sul Canal Grande
Palazzo Coccina sul Canal Grande

Scuola di san Marco (Venezia)
Scuola di san Marco (Venezia)

Ponte di Rialto (Venezia)
Ponte di Rialto (Venezia)

Santa Maria della carità
Santa Maria della carità

Il ricevimento del cardinale (Veezia)
Il ricevimento del cardinale (Venezia)

Il ricevimento del cardinale (Venezia) (dett)
Il ricevimento del cardinale (Venezia) (dett)





Annunci o altre pagine interessanti:



Libri sulla Pittura Vedutista Veneta

  Canaletto e Bellotto. Due vedutisti veneziani a confronto. Catalogo della mostra (Torino, 14 marzo-15 giugno 2008)
cur. Kowalczyk B. A., 2008, Silvana
  Le arti di Piranesi. Architetto, incisore, antiquario, vedutista, designer. Catalogo della mostra (Venezia, 28 agosto-21 novembre 2010)
cur. Pavanello G., 2010, Marsilio
  Il Settecento a Venezia. I vedutisti
Pedrocco Filippo, 2001, Rizzoli
  Disegnare paesaggi. Vedute, monumenti e impressioni di viaggio
Baraldi Severino, Franchini Marco, 2010, Giunti Demetra
  Disegnare e dipingere paesaggi e vedute
Rox Alexander, 2007, Il Castello
  Venezia città mirabile. Guida alla veduta prospettica di Jacopo De' Barbari
2009, Cierre Edizioni
  Tesori da Santa Corona. Bellini, Veronese, Pittoni e altri maestri della pittura veneta dal XIV al XVII secolo. Ediz. italiana e inglese
cur. Fiori D., 2009, Terra Ferma Edizioni
  La pittura veneta negli Stati estensi
Bentini Jadranka, Marinelli Sergio, Mazza Angelo, 1997, Artioli
  I gioielli pittoreschi. Virtuoso ornamento della città di Vicenza; cioè l'endice di tutte le pitture pubbliche della stessa città (Venetia, 1676). Ediz. critica Boschini Marco, cur. Boer W. H. de, 2008, Centro Di   Pittura veneta
Dal Pozzolo Enrico M., 2010, Federico Motta Editore
  La pittura nel Veneto. Il Seicento. Vol. 2
cur. Lucco M., 2002, Mondadori Electa
  La pittura nel Veneto. Il Seicento
cur. Lucco M., 2000, Mondadori Electa

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport