Storia di Pegaso e Bellerofonte

pegaso




Pegaso

I personaggi


Storia di Pegaso il Cavallo alatoPegasus:
Dio dall'aspetto di cavallo con le ali
Bellerofonte: Eroe Greco,figlio del re di Corinto
Perseo:
Eroe Greco, figlio di Zeus e Danae


La storia

Pegaso
era, secondo la mitologia greca, un cavallo alato, collegato al mito di Bellerofonte e di Perseo.

Il modo in cui questo cavallo venne alla luce è, a dir poco, insolito.

Sua madre era Medusa, la Gorgone famosa, in gioventù, per la sua bellezza, in particolare per le chiome fluenti, che andò in moglie a Poseidone, dio del mare e dei cavalli.


Sfortunatamente, l'unione fra Medusa e Poseidone avvenne nel tempio della dea Atena (dea della saggezza, della guerra, delle arti e della giustizia), che, furibonda per l'oltraggio subìto dal suo tempio, trasformò Pegaso affrescoMedusa in un mostro con la testa ricoperta di serpenti, il cui sguardo trasformava gli uomini in pietre.

Quando Perseo decapitò Medusa, dal suo collo uscirono magicamente Pegaso, il cavallo alato e Crisaore un guerriero armato di spada.

La leggenda narra che Pegaso, uscito dal collo di Medusa (per alcuni, dal sangue colato a terra), si era abbeverato alla fonte Pirene, sulla strada che conduceva al santuario di Poseidone, poi era volato sul monte Elicona mentre era in corso una gara di canto tra le Muse e le Pieridi.

Pegaso, commosso dalla dolcezza del canto, aveva colpito, con zoccolo lunato, il monte Elicona, che si era alzato fino al cielo e aveva fatto scaturire Ippocrene, "la sorgente del cavallo", alla quale le Muse si sarebbero dissetate, nutrendo la loro ispirazione, per poi volare alla volta dell'Olimpo cantando con voce sublime.

Così Pegaso, che aveva fatto sgorgare la sorgente delle Muse, diventò l'emblema dell'immaginazione creatrice, del furore poetico e dell'ispirazione.
Pegaso a Pompei
Bellerofonte era un valoroso cavaliere, a cui, quando era ancora un ragazzo, un veggente disse che avrebbe avuto bisogno di Pegasus, il cavallo alato, nella sua missione di uccidere la Chimera, mostro dalla testa di leone, dal corpo di capra e dalla coda di drago, che vomitava fuoco e fiamme.

Con l'aiuto di Athena e delle briglie d'oro che la dea gli aveva lasciato sul pavimento, quando l'eroe aveva dormito nel suo tempio, sognandola, Bellerofonte attese Pegaso vicino alla fonte Pirene, sull'Acropoli.

Arrivato al tramonto alla fonte, come era sua abitudine, Pegaso si inginocchiò per bere.

A questo punto Bellerofonte, uscito dal nascondiglio, dopo aver rapidamente imbrigliare la testa del cavallo, con le briglie d'oro, gli balzò in groppa.

Storia di Pegaso il Cavallo alatoPegasus, che non era mai stato montato, cercò di disarcionarlo, senza riuscirci perchè Bellerofonte era un grande domatore di cavalli.

Da quel momento Pegaso e Bellerofonte diventarono inseparabili fino alla morte dell'eroe che morì proprio cadendo da cavallo.

Bellerofonte dopo aver corso, con il suo cavallo alato, molte avventure, era diventato ricco e famoso, ma alla fine si era montato la testa e voleva salire in cielo fino all'Olimpo, la residenza degli dei, per diventare immortale.

Per questa eccessiva ambizione, il padre degli dei, Zeus lo punì: mandando un tafano che punse Pegaso, il quale sgroppò, facendo precipitare il cavaliere dal cielo sulla terra.

La costellazione PegasoPegaso restò con Zeus, che lo utilizzò per trascinare nel cielo il suo mitico carro che trasportava le folgori, infine, prese il volo verso la parte più alta del cielo dove si trasformò in una nube di stelle scintillanti che formarono e formano una costellazione con il suo nome.

Il mito di Pegaso arrivò ai greci dall'antichità, associato con la Grande Madre.

Il cavallo alato nasceva dalle viscere della terra o dagli abissi del mare; figlio della notte, era portatore di vita e di morte, era legato all'acqua di cui conosceva i cammini sotterranei.

Per questo motivo aveva tradizionalmente il dono di far scaturire sorgenti con un colpo del suo zoccolo.


Torna all'indice Temi Mitologici up


Galleria dipinti di Pegaso Cavallo Alato





Annunci o altre pagine interessanti:



Libri sul tema della Mitologia

  Dizionario di mitologia classica. Dei, eroi, feste
Biondetti Luisa,
 
Ricerca etimologica e ricostruzione culturale. Alle origini della mitologia comparata
Bologna M. Patrizia, 1988, Giardini
Miti e mitologia greca e latina. Le favole immaginose della religione pagana
Pipitone Giorgio, 2005, Carello
  Le origini del male nella mitologia indù
Doniger Wendy, 2002, Adelphi
Mitologia presente/involucro. Ediz. italiana e inglese
Magrini Boris, Schenini Elio, 2006, Capelli
  Mitologia pei giovinetti
Durante Antonio M., 2007, Sacco
  Enciclopedia della mitologia
Grimal Pierre, 1999, Garzanti Libri
Mitologia e significati delle presenze, luoghi, viaggi ideali nel mondo antico
Modenini Doriano, 2000, Spazio Tre
Mitologia catara. Il favoloso mondo delle origini
Greco Alessandra, 2000, Fondazione CISAM
  Dizionario di mitologia greca e romana
Grimal Pierre, 1987, Paideia
  La mitologia greca. Fonti, luoghi e iconografia
Buxton Richard, 2006, Logos
Mitologia delle origini. Simboli, dei e miti attraverso la letteratura mitologica
Modenini Doriano, 2000, Spazio Tre
  Mitologia
Steer Dugald, 2008, Rizzoli

Cerca su IBS

Logo IBS


Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport