agnolo_bronzino_008_ritratto_andrea_doria_come_nettuno




La storia di Nettuno (Poseidone)

Storia di Nettuno-Poseidone
Nettuno per i Romani, Poseidone per i Greci, era figlio di Cròno o Saturno e fratello di Giove che, divenuto sovrano degli dei, nella ripartizione dei domini gli assegnò l'assoluta signoria del mare e di tutte le divinità marine minori.

Il mito racconta che, poiché il padre Saturno aveva il brutto vizio di divorare i figli, la madre lo nascose appena nato in una stalla di pecore.

Forse per questo il carattere di Nettuno era particolarmente impetuoso e collerico, pronto a scatenare, con un colpo del suo tridente, le più fiere tempeste, ma sapeva anche acquietare, con un cenno, la furia delle onde.

Si favoleggiava di un meraviglioso palazzo in fondo al mare, dal quale Nettuno emergeva sopra un cocchio formato da un'immensa conchiglia trainata da due cavalli verdi dalle unghie di bronzo eda un corpo che finiva a coda del pesce, gli Ippocampi.

Il suo aspetto era di una persona mezzo nuda, vigorosa e atletica, con una corona verde sul capo e che, come scettro, stringeva nel pugno il tridente.

Storia di Nettuno-PoseidoneQuando usciva dal suo palazzo, Nettuno era preceduto da un Tritone che suonava in una conchiglia ritorta come in una tomba, fra un festante corteo di altri Tritoni e di Nereidi.


 
Innamoratosi di Anfitrite, una bellissima nereide, le mandò un simpatico delfino come messaggero d'amore.

Anfitrene, che per sfuggirlo, si era rifugiata sulle balze del monte Atlante, si era lasciata convincere dal delfino, era tornata in mare, aveva sposato il grosso Nettuno e gli aveva dato anche un figlio, Tritone.

Nettuno entrò spesso nelle vicende degli dei e degli uomini: aiutò suo fratello Giove quando i Titani gli mossero guerra, aiutò Apollo a rimettere in piedi le mura di Troia, protesse Latona dalle ire di Giunone e salvò Ino con il figlioletto Melicèrte gettati in mare dal marito Atamante.

Come tutti gli dei ebbe un sacco di avventure extraconiugali e tanti figli, ma anche clamorose repulse: respinto da Corònide, figlia del re della Ficide, la perseguitò con le sue proteste amorose, finché la dea Minerva gliela sottrò, tramutandola in una cornacchia.

In un'altra occasione, quando tentò di insidiare la dea Demetra, e questa per sfuggirgli si trasformò in una giumenta cercando di confondendosi in una mandria di cavalli, Poseidone dimostrò la sua perseveranza ed intuito, individuandola fra gli altri cavalli e, trasformatosi a sua volta in uno stallone, riuscì a farla sua: dall’unione nacque Arione, un cavallo dotato del dono della parola.

Storia di Nettuno-PoseidoneDelle vendette e punizioni inflitte dall'iracondo dio, la mitologia greca ne è piena: all'eroe ateniese Teseo, al quale aveva promesso di esaudire tre desideri e che voleva fosse punito suo figlio Ippolito, Nettuno lo accontentò facendo uscire dal mare un mostro che spaventò i cavalli attaccati al carro di Ippolito, i quali lo trascinarono in mare, dove morì dilaniato dagli scogli.

Ad Aiace Oilèo che, naufragato su uno scoglio, gridava, sfidando gli dei, che lui si sarebbe salvato a loro dispetto, con un colpo di tridente fece crollare lo scoglio facendolo annegare.

Per punire Ulisse che aveva accecato il figlio Polifemo lo perseguitò, nella lunga traversata dall'isola di Calipso alla terra dei Feàci, con terribili tempeste e strappò le sue armi dalla nave, sospingendole, come trofeo sulla tomba di Aiace.

A Nettuno erano sacri il delfino ed il pino col quale sarebbero state costruite le prime navi; il suo culto come Poseidone era largamente diffuso in tutta la Grecia, soprattutto nella città di Corinto, dove furono istituiti, in suo onore, i famosi Giuochi Istmici.

A Roma, l'attributo principale che gli fu riconosciuto fu di divinità tutelare dei cavalli e delle corse e gli fu assegnata come moglie, al posto di Anfitrite, la dea Salacia, che probabilmente deriva dal latino salum, che indica il mare agitato, burrascoso, piuttosto che da sai, che designa il sale.



Torna all'indice Temi Mitologici up


Galleria dipinti su Nettuno

foto_bomarzo
Parco dei mostri
Bomarzo



Argomenti correlati


Vetrina ANNUNCI e CONSIGLI



Libri sulla Mitologia

  Dizionario di mitologia classica. Dei, eroi, feste
Biondetti Luisa,
 
Miti in controluce. La mitologia vista da uno psicopatologo
Lusetti Volfango, 2009, Armando Editore
Ricerca etimologica e ricostruzione culturale. Alle origini della mitologia comparata
Bologna M. Patrizia, 1988, Giardini
Miti e mitologia greca e latina. Le favole immaginose della religione pagana
Pipitone Giorgio, 2005, Carello
  Le origini del male nella mitologia indù
Doniger Wendy, 2002, Adelphi
Mitologia presente/involucro. Ediz. italiana e inglese
Magrini Boris, Schenini Elio, 2006, Capelli
  Mitologia pei giovinetti
Durante Antonio M., 2007, Sacco
  Enciclopedia della mitologia
Grimal Pierre, 1999, Garzanti Libri
Mitologia e significati delle presenze, luoghi, viaggi ideali nel mondo antico
Modenini Doriano, 2000, Spazio Tre
Mitologia catara. Il favoloso mondo delle origini
Greco Alessandra, 2000, Fondazione CISAM
  Dizionario di mitologia greca e romana
Grimal Pierre, 1987, Paideia