Storia della Fuga in Egitto

caravaggio   il_riposo_durante_la_fuga_in_egitto_1596




La fuga in Egitto

Storia della Fuga in Egitto L'episodio della Fuga in Egitto è un episodio dell'infanzia di Gesù legato alla Strage degli Innocenti, narrato nel Vangelo di Matteo (2,13-23), in cui Giuseppe, con a Maria e Gesù neonato, fugge in Egitto.

Storia della Fuga in EgittoL'iconografia della Fuga è stata un soggetto popolare nell'arte e mostra di Maria con il bambino su un asino guidato da Giuseppe che procede a piedi, o della Sacra Famiglia accampata per un breve Riposo.

Alla nascita di Gesù, i Magi venuti dall'Oriente, seguendo la stella, sostano a Gerusalemme da Erode il Grande, chiedendo dove trovare il neonato "re dei Giudei".

Erode, temendo che il bambino cercato dai Magi possa essere una futura minaccia al suo trono, cerca di ucciderlo e poiché non conosce la data precisa della sua nascita, né chi sia questo bambino, ordina di uccidere tutti i bambini della zona sotto i due anni, nella speranza di uccidere potenziale Re dei Giudei.

In sogno un Angelo appare a Giuseppe, lo avverte del pericolo e gli ordina di portare Gesù e sua madre in Egitto.
Storia della Fuga in Egitto
Nel Vangelo di Matteo non si trovano notizie su questo viaggio, ne su quanto la famiglia di fuggiaschi rimase in Egitto, ma molti episodi sono raccontati nei Vangeli Apocrifi e sono particolarmente importanti per la Chiesa Copta d'Egitto.

L'evento è frequentemente raffigurato nell'arte come episodio finale della Natività di Gesù, oltre ad essere incluso nei cicli della Vita della Vergine e Vita di Cristo.

Dal XV secolo, nei Paesi Bassi, era usuale rappresentare la Sacra Famiglia mentre riposa durante il viaggio, inserendo nei dipinti anche angeli e, talvolta, un ragazzo più grande che può rappresentare, "Giacomo il fratello del Signore", interpretato come un figlio di Giuseppe avuto da un precedente matrimonio.

Storia della Fuga in Egitto
Nei secoli seguenti, fino al Concilio di Trento, concluso nel dicembre del 1563, le raffigurazioni inserivano gli episodi miracolosi dei vangeli apocrifi, come le palme che si chinano fino a terra perchè i fuggiaschi raccolgano i datteri, come un idolo egizio che cade dal piedistallo al passaggio del bambino Gesù, come la sorgente che sgorga nel deserto, o i banditi, fra i quali i due che saranno crocifissi con Cristo, che rinunciano a rapinare la Sacra Famiglia.

Nel corso del XVI secolo, con l'interesse generale per la pittura paesaggista, le opere che si rifanno alla Fuga in Egitto raffigurano l'episodio con piccole figure in un paesaggio di grandi dimensioni.

Nel XVII il soggetto era particolarmente popolare tra i pittori romantici tedeschi e nel XIX secolo, la Fuga in Egitto è stato uno degli episodi preferiti del Nuovo Testamento perchè si prestava a illustrazioni di gusto orientalista. Storia della Fuga in Egitto

Un soggetto legato alla Fuga è l'episodio dell'incontro di Gesù bambino con il coetaneo cuginetto Giovanni Battista, il quale, secondo la leggenda, fu salvata dalla strage degli innocenti dall'aiuto dell'Arcangelo Uriel.

L'incontro dei due bambini è stato dipinto da molti artisti durante il periodo rinascimentale, reso popolare da Leonardo da Vinci con la sua Vergine delle rocce e da Raffaello.


Torna all'indice Temi religiosi up







Annunci o altre pagine interessanti:



Libri sul tema Fuga in Egitto

  La fuga in Egitto
Claudio Mario, cur. Pero C., 2001, Sellerio Editore Palermo
  L'asinello di Maria e la fuga in egitto
Sehlin Gunhild, 2009, Natura e Cultura
La fuga in Egitto
Deledda Grazia, 2009, Ilisso
Assoro e la fuga in Egitto. Storia, tradizione, rappresentazione
Maiuzzo Antonino, cur. Coco A., 2008, Novagraf

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport