Storia della Cena in Emmaus

caravaggio cena_in_emmaus_1601




La cena di Emmaus

Storia della Cena in EmmausLa storia è tratta da un passo del Vangelo di Luca che racconta un fatto accaduto dopo la morte in croce di Cristo; il Sepolcro è stato trovato vuoto dalle donne, la domenica mattina ed i discepoli di Gesù sono sconvolti.

Qualcuno parla di apparizioni di Gesù, tornato a manifestarsi ad alcuni di loro, (vedi l'episodio di Noli me tangere) ma l'incredulità, lo scetticismo e la paura prevalgono.

L'episodio della Cena si verifica alcuni giorni dopo, ad Emmaus, un piccolo villaggio a sole sette miglia da Gerusalemme.

Qui due tristi pellegrini, discepoli del Nazzareno, incontrano un viandante. Parlano, camminano. Gli raccontano della loro tristezza, dei fatti accaduti da poco a Gerusalemme, della loro sorpresa per il fatto che il loro maestro, Gesù, sul quale avevano posto le loro speranze per il "nuovo Regno", sia morto in croce.

Solo più tardi, durante la cena, i due, guardando il viandante spezzare il pane, lo riconoscono dal gesto: è il loro maestro tornato uomo.

Storia della Cena in Emmaus Quando lui, come era comparso, scompare, i due restano a domandarsi come abbiano potuto essere così ciechi ed ora, sedute tra gli apostoli,  raccontano di aver visto Gesù vivo e di non averlo riconosciuto

Il Vangelo continua così: " Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: "Pace a voi!".
Stupiti e spaventati credevano di vedere un fantasma.

Ma egli disse: "Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore?

Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho".

Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi.

Ma poiché per la grande gioia ancora non credevano ed erano stupefatti, disse: "Avete qui qualche cosa da mangiare?".

Storia della Cena in Emmaus Gli offrirono una porzione di pesce arrostito, egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.

Poi disse: "Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi".

Allora aprì loro la mente all'intelligenza delle Scritture e disse: "Così sta scritto: il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno e nel suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme".

L'episodio evangelico divenne uno dei temi trattati da molti pittori dal XVI secolo a cominciare dal Durer nel nel 1511, seguito dal Pontormo nel 1525 nella tela dipinta per il refettorio della Foresteria della Certosa di Firenze, ora conservata presso la Galleria degli Uffizi, seguito da Tiziano con la “Cena in Emmaus” del 1545, adesso al Museo del Louvre.

Ma la cena più famose è quella che Caravaggio dipinse nel 1606, di una semplicità, ma allo stesso tempo di una forza assolute.

Storia della Cena in Emmaus Caravaggio illustra l’attimo del riconoscimento di Cristo risorto da parte dei pellegrini che lo avevano incontrato per strada ed invitato a cenare con loro, i volti dei discepoli sono in ombra, tutto si concentra su Cristo, sul suo gesto, ma grazie al sapiente uso della luce e delle espressioni del corpo, si capisce che tutto è già stato svelato e la sorpresa è grande

La meraviglia degli astanti fa sobbalzare sulla sedia quello di sinistra, reso dal pittore con eccezionale realismo, mentre quello di destra, a braccia aperte, mima la croce.

Il realismo del pittore si spinge a dipingere un cesto di frutta, in bilico sull’orlo della tavola, il vino, forse simbolo del sangue di Cristo, ed un pollo con le zampe dritte e annerite, simbolo di morte.

In piedi l’oste incuriosito la cui ombra fa da aureola al Cristo particolarmente giovane.


Torna all'indice Temi religiosi up

Galleria tematica dipinti della Cena in Emmaus

jacopo_bassano_emmaus
Jacopo Bassano

jacopo_bassano cena_a_emmaus
Jacopo Bassano

pascal_dagnan_bouveret _cristo_e_discepoli_a_emmaus_1896
Pascal Dagnan Bouveret

rembrandt_cena_a_ emmaus
Rembrandt

caravaggio cena_in_emmaus_1601
Caravaggio

caravaggio cena_in_emmaus_1606
Caravaggio

diego_velazquez_cena_da_emmaus_1620
Diego Velazquez

paolo_veronese cena_a_emmaus_1560
Paolo Veronese

tiziano_vecellio_cena_a_emmaus
Tiziano Vecellio







Annunci o altre pagine interessanti:



Libri sul tema della Cena in Emmaus e la Resurrezione

  La cena di Emmaus. Con DVD
Corvaglia Giuseppe, 2008, La Fabbrichetta
  Immortalità e resurrezione
Maimonide Mosè, 2006, Morcelliana
  Sulla via di Emmaus. Madre Maria degli Angeli carmelitana maestra di vita eucaristica
Mezzasalma Carmelo, Artusi Lorenzo, Andreini Alessandro, 2009, Effatà
  La resurrezione dei morti nel cristianesimo primitivo
Becker Jürgen, 1991, Paideia
  Noli me tangere. Saggio sul levarsi del corpo
Nancy Jean-Luc, 2005, Bollati Boringhieri
  La resurrezione di Gesù nel messaggio degli evangelisti
Seidensticker Philipp, 1978, Paideia
  Noli me tangere. Saggio interpretativo sulla figura di s. Maria Maddalena
Cordero Giuliana, 2005, Ibiskos Editrice Risolo
Resurrezione reincarnazione. Favole consolatorie o realtà? Una ricerca per liberi pensatori
Biglino Mauro, 2009, Infinito Records

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport