Museo El Prado Madrid




Museo El Prado di Madrid

Ingresso al Prado

Museo del Prado - MengsIl Museo El Prado, che ospita 8.600 quadri, 5.000 disegni, 2.000 stampe, 1.000 tra medaglie e monete, 2.000 oggetti d'arte e 700 sculture, occupa l'edificio che Carlo III fece costruire per ospitare alcuni istituti scientifici.

Nel 1785 il progetto venne affidato all'architetto Juan de Villanueva, che realizzò un edificio che divenne il modello di organizzazione museografica per tutto l'Ottocento (ne dipende l'architettura della stessa National Gallery di Washington).
Sede di collezioni d'arte dal 1816, il museo del Prado contiene quasi esclusivamente capolavori e pochissime "opere minori".

Il Museo è costituito da due edifici: L'Edificio Villanueva e l'Edificio Jeronimos, composti da tre piani, a cui si accede da più di una porta.



Itinerari possibili

Museo El Prado - Ingresso principalePer non perdere opere interessanti è meglio avere ben chiara l'idea di cosa vedere ed in conseguenza scegliere una delle porte di accesso:

*Da Porta del Goya

*Da Porta di Jeronimos

*Da Porta di Velazquez ( la porta principale)

*Da Porta di Murillo

Porta di Velazquez

El Prado   Porta VelazquezDa questa porta, un'impressionante entrata principale formata da una bellissima scalinata, colonne e statue d'abbellimento, si accede all'Edificio Villanueva, alle sale della Pittura del periodo dal 1100 al 1600 e le sale sono numerate dal numero 49 (Raffaello) al 75 (Tintoretto).
Le sale sono così distribuite:
Raffaello (39)
Van der Weyden (58)
El Bosco (56A)
Patinir (56A)
Durero (55B)
Tiziano (75)
Tintoretto (75)
Goya (66-67)


Porta di Jeronimos

Museo del Prado - MurilloQuesta porta dà accesso praticamente al piano terra all'edificio omonimo dove si tengono le Mostre Temporanee e sono ubicate la Sala delle Conferenze, l'Auditorio, il Café Prado, il negozio del Prado e tutti i servizi.

Dall'Edificio Jeronimo si accede alle sale della Pittura del periodo dal 1100 al 1600 nell'Edificio Villanueva e all'ascensore per raggiunge il "Claustro", al secondo piano, dove sono in esposizione le opere di scultura.

Porta Alta de Goya

El Prado - Piano di  Porta de GoyaLa biglietteria si trova nella Puerta Alta de Goya, sulla sinistra rispetto all'entrata principale.

Da questa porta, si accede al Primo Piano dell'Edificio Villanueva dove, nelle sale interne sono stabilmente in esposizione le opere di Pittura dal 1550 al 1850.

La numerazione delle Sale comincia qui e va dall'1 al 39.


Museo del Prado - Bronzino

Porta di Murillo

Museo del Prado - BronzinoQuesta è una porta di servizio e porta nelle sale servite dalla Porta di Velazquez.

Proprio sopra questa zona sono localizzate, al secondo piano le Stanze a cui si accede dal piano terra, dedicate ad alcuni grandi pittori dal 1700 al 1850.

Qui Goya, che è il padrone di casa, fa la parte del leone con tutte le sale dall'85 al 94, riservando al Tiepolo e al Mengs un paio di sale.

Edificio Villanueva da Porta alta del Goya

Museo del Prado - Porta alta di GoyaPittura dal 1550 al 1850.

Le Stanze e i Pittori si presentano in quest'ordine:

Poussin (3)
Caravaggio (5)
Rembrandt (7)
Tiziano (7a-8a, 11)
El Greco (9a-10a)
Rubens (8-11)
Velázquez (12, 14-16, 18)
Ribera (25-26)
Murillo (28)
Goya(16B, 19-23, 29,
32, 34-38, 39)



Capolavori di El Prado - Raffaello

Museo del Prado - Sacra famiglia dell'Agnello - RaffaelloGià a piano terra, nella Sala 39, ci si deve fermare per ammirare la Sacra famiglia dell'Agnello dipinta nel 1507 da Raffaello Sanzio.

Opera importante per il giovane pittore, che ha solo 24 anni, dove sperimenta un'insolita disposizione in diagonale delle figure.

L'opera, realizzata con tecnica ad olio su tavola, riflette i temi cari a Leonardo nella piacevole messa in scala delle forme e la ricerca di nuovi spazi.

Fra il 1505 e il 1508, Raffaello Sanzio stava gettando le basi per il passaggio dalla struttura compositiva tradizionale alla più moderna concezione dinamica dello spazio.

Nel Museo del Prado di Raffaello c'è anche la complessa Madonna del Pesce

Capolavori di El Prado - Raffaello

Museo del Prado - Ritratto di Cardinale - RaffaelloIl Ritratto di Cardinale, che nella sua sgargiante veste rossa e con lo sguardo enigmatico rappresenta una sorta di Gioconda al maschile, rappresenta una delle più alte manifestazioni della pittura ritrattistica di Raffaello.

Non si conosce la precisa identità dell'effigiato: per alcuni studiosi il cardinale ritratto era Giulio de' Medici, per altri il Bibbiena, per altri ancora Innocenzo Cybo, o Alidosi, o Ippolito d'Este, o Scaramuzza-Trivulzio.

Per quanto riguarda la cronologia dell'opera, non è certo il periodo nel quale l'opera è stata realizzata da Raffaello; c'è chi la attribuisce agli anni intorno al 1510-1511, altri verso la fine della sua breve vita, nel 1520.

Con la raffinata eleganza del rosso della veste, che domina il quadro, con la sorprendente naturalezza del Cardinale, con la sicurezza e semplicità compositiva Raffaello evita di idealizzarne la figura, senza cadere in un naturalismo spiacevole.

Il pittore rinascimentale, mantenendo un armonioso equilibrio tra realismo e celebrazione del personaggio, lascia ai posteri un ritratto magnifico.


Torna all'indice Musei up





Annunci o altre pagine interessanti:



grandi opere visibili nel Museo El Prado Madrid

foto_musei/musei_prado_001
El Prado

foto_musei/musei_prado_002
El Prado

foto_musei/musei_prado_003_goya_fucilazione
Goya: La fucilazione

foto_musei/musei_prado_004_goya_il_colosso
Goya: Il Colosso

foto_musei/musei_prado_005_goya_saturno_divora_suoi_figli
Goya: Saturno divora i figli

foto_musei/musei_prado_006_elgreco_annunciazione
El Greco: Annunciazione

foto_musei/musei_prado_007_durer_adamo_eva
Durer: Adamo ed Eva

foto_musei/musei_prado_008_bosch
Bosch

foto_musei/musei_prado_009_bellini_vergine_figlio_due_santi
Vergine, figlio e due santi

foto_musei/musei_prado_010_brueghel_trionfo_della_morte
Brueghel: Trionfo della morte

foto_musei/musei_prado_011_tiziano_danae_pioggia_doro
Tiziano: Danae e pioggia d'oro

foto_musei/musei_prado_012_van_der_weiden_deposizione
Van der Weiden: Deposizione

foto_musei/musei_prado_013_caravaggio_davide_golia
Caravaggio: Davide e Golia



Libri e Guide sul Museo del Prado ed i pittori spagnoli

I dipinti del Prado
Bettagno Alessandro, Brown Christopher, Calvo Serraller Francisco, 1998, Magnus
  Viaggi in Italia. Roma, Napoli e Firenze. Passeggiate romane. Illustrati dai pittori del Romanticismo
Stendhal, 2002, Le Lettere
  Da Velàzquez a Murillo. Il secolo d'oro della pittura spagnola nelle collezioni dell'Ermitage
2009, Skira
  Viaggiatori spagnoli a Roma nel Rinascimento
Vaquero Pineiro Manuel, 2001, Pàtron
  La pittura spagnola
1995, Mondadori Electa
  Dalla tradizione alla tradizione. Rusiñol, Sorolla, Zuloaga, Anglada e la pittura della reiberizzazione in Spagna 1874-1945. Ediz. spagnola
Lorandi Marco, 2009, Ikonos (Treviolo)
  Cieli in cornice. Mistica e pittura nel secolo d'oro dell'arte spagnola
Stoichita Victor I., 2002, Meltemi

Cerca su IBS - il distributore tutto italiano

Logo IBS

Libri, Dischi, DVD, Blue Ray, MP3, eBooks,
Libri in inglese, Videogiochi, Giocattoli, Sport