Corrente artistica Simbolismo

Settemuse Arte Turismo Vacanze Cultura

Temi principali:
Home  Arte  Cultura   Turismo in Italia

Altri temi: Bestseller  Cinema   Come fare  Disegnare  Foto sfondi  Frasi utili  Musica   Poesia  Quiz  Ricette  Scienze  Scrittori  Turismo Europa
 

 

 

 

 

 

 
Corrente Simbolista

Simbolismo

 

Corrente artistica

 

 

 

Cos'é il Simbolismo

 

Il Simbolismo è una corrente artistica che si affermò in Francia a partire dal 1885 circa, come reazione al Realismo e all’Impressionismo.

Nel 1886, il letterato Jean Moréas pubblica in una pagina di “Le Figaro” il manifesto della poesia simbolista, indirizzato anche alla pittura ed alle altre forme d'arte.

L’arte, in questo movimento, era concepita come espressione concreta e analogica dell’Idea, momento di incontro e di fusione di elementi della percezione sensoriale e elementi spirituali.

La pittura che ne derivava era estremamente raffinata, ricca di simbologie mitologiche - religiose, e si proponeva di esplorare quelle suggestive regioni della coscienza umana all’affascinante confine tra realtà e sogno che fino ad allora erano rimaste sempre escluse da qualsiasi indagine artistica.


Simbolismo - Gabriele Rossetti - Pia de Tolomei

Simbolismo - Gabriele Rossetti - Pia de Tolomei
 


Simbolismo - Pierre Puvis de Chavannes
Simbolismo - Pierre Puvis de Chavannes

 

Precursori del Simbolismo

I precorritori di questo movimento furono i pittori Gustave Moreau (1826-1898) e Pierre Puvis de Chavannes (1824-1898).
 
Il termine Simbolista venne da critici e dagli artisti stessi che volevano distingueresi dagli Impressionisti, non solo nello stile pittorico, ma nel contenuto e nei temi delle loro opere.

Provenienti dall'esperienza Impressionista, Moreau e De Chavannes, inserirono nei loro dipinti elementi e temi  che diventeranno caratteristici della pittura simbolista, in particolare, il ricorso alla mitologia e alle storie bibliche, descritte come visioni di un sogno in cui le immagini e i contenuti hanno un aspetto o possono essere interpretati come simboli.
 

Il Simbolo e la Psicanalisi

Il simbolo è qualcosa "che sta in luogo di", come, per esempio, la bilancia simboleggia la giustizia e si differenzia dall’allegoria in quanto quest’ultima è confinata nell’ambito delle espressioni letterarie, poetiche e logiche.
 
Il simbolismo è una delle componenti fondamentali dell’animo umano che spesso traduce solo in immagini concetti e emozioni che con le parole necessitano di complesse elaborazioni.
 
Il simbolo, pertanto, ha una sintesi che riesce a racchiudere, nella sua forma, contenuti anche complessi, per lo più universali o mitici, come sostiene la scienza che nasce in quel periodo: La Psicanalisi.


Simbolismo - Emile Bernard - Maddalena nel bosco dell'amore
Simbolismo - Emile Bernard - Maddalena nel bosco dell'amore

 


Simbolismo -Odilon Redon  - Silenzio

Simbolismo - Odilon Redon  - Silenzio
 

Principali Pittori Simbolisti

Il principale pittore simbolista è Odilon Redon (1840-1916).

Benché frequentatore ed amico degli impressionisti, egli rifiutò decisamente l’uso di questo stile, soprattutto perché non era interessato a rappresentare la realtà così come essa appare.
 
Nella sua pittura la natura è soprattutto sogno, per questo egli ne coglie, e raffigura, gli aspetti più sfuggenti, anormali e inspiegabili.

Altro pittore emblema del simbolismo è Emile Bernard che fece parte del gruppo di Pont-Aven e produsse quadri capaci di far trionfare il simbolismo che si nutriva anche di musica e di poesia, influenzando e lasciandosi influenzare dalle opere di Richard Wagner, dalle poesie di Charles Baudelaire e dalla penna di Edgar Allan Poe e Gustave Flaubert.

La scuola di Pont - Aven (1886 - 1894)

Un gruppo di pittori si riunirono intorno a Paul Gauguin, in Bretagna, a Pont-Aven.

I principi fondamentali della loro pittura erano, oltre al rifiuto della copia dal vero, l’esaltazione della memoria e dell’immaginazione.

Questi pittori simbolisti volevano fissare sulla tela una nuova dimensione  della realtà, più intima, effettuando una specie di doppia fuga verso il passato, nei ricordi, e verso l’esotico nella fantasia.
 
La loro tecnica stilistica divenne il "cloissonisme" il sintetismo: la loro pittura consisteva nella stesura di zone piatte di colore, delimitate da contorni scuri, come erano realizzate le vetrate gotiche.


Simbolismo - Arnold  Bocklin - Testa di Medusa

Simbolismo - Arnold  Bocklin - Testa di Medusa


Simbolismo - Eugene Carriere - Quai de Clichy

Simbolismo - Eugene Carriere - Quai de Clichy

I Nabis (1891 e il 1900)

Nabis è un termine ebraico che significa "profeti".

Con questo nome si definiva un movimento della seconda generazione simbolista.

Anch'essi suggestionati dalla pittura di Gauguin, che conobbero nel 1888, i Nabis si dedicarono con grande attenzione alle arti applicate (francobolli, carte da gioco, marionette, manifesti, paraventi, carte da parati, decorazioni murali), in cui facevano ampio uso di simboli storici e mitologici, caricandoli di notevole sintesi espressiva.

I punti centrali della loro estetica sono il colore intenso e allusivo, l'arabesco, la sensibilità decorativa, l’atmosfera tra sensualità e misticismo.

La loro opera contribuisce notevolmente alla nascita dell’estetica liberty.
 

Paesi dei Simbolisti

Il simbolismo non interessò solo la Francia ma conobbe una ampia diffusione in tutta Europa.
 
In Svizzera può considerarsi simbolista l’opera pittorica di Arnold Böcklin (1827-1901) che colloca la sua pittura negli spazi tra realtà e sogno, senza cadere nel clima di morboso decadentismo dei colleghi francesi.

Del pittore è la famosa "Isola dei Morti" dipinta in cinque versioni dal 1880 al 1886 e l'"Isola dei Vivi" (Lebensinsel) del 1888 che mostra una piccola isola con tutti i simboli della gioia e della vita.

Simbolista è anche il contenuto della pittura di Gustav Klimt (1862-1918), il maggiore esponente della Secessione viennese, la cui pittura, stilisticamente molto originale, si basa sempre su soggetti di tipo simbolico, fino al risultato massimo di "Le tre età della vita".

Anche in Inghilterra il simbolismo ebbe successo, specialmente con il giovane pittore Dante Gabriele Rossetti, ed in Belgio con Jean Delville.
 


Simbolismo - Gustave Moreau  -  Edipo e la Sfinge

Simbolismo - Gustave Moreau - Edipo e la Sfinge
 

Simbolismo  - Paul Gaugoin - Autoritratto
Simbolismo  - Paul Gauguin - Autoritratto
 

Il Simbolismo di Paul Gauguin

La massima espressività del simbolismo si raggiunge con le opere di Gauguin, anche se il pittore non può essere definito Simbolista perchè il suo stile nasce da altre pulsioni e altre necessità, come il sogno del paradiso perduto che personalmente lega all'arte primitiva, allo studio dei colori ed alla loro resa.

Gauguin non si interessò, né intervenì, nel dibattito estetico, che si sviluppò intensamente attraverso le più importanti riviste francesi e negli scritti di filosofi e letterati, ma ebbe un duro scontro col pittore Emile Bernard che lo accusò di essersi impossessato della parte tecnica messa a punto dai simbolisti di Pont- Aven.

 

Il Simbolismo in Italia

Il simbolismo interessò anche l’Italia, dove fu studiato soprattutto dai Pittori Divisionisti.

I pittori francesi, pur avendo dato i natali al movimento simbolista codificandone i principi attraverso un  Manifesto nel 1886, procedettero nel solco dell’impressionismo, continuando a dipingere paesaggi e vedute naturaliste.

I pittori italiani invece se ne staccarono interpretando la nuova corrente di pensiero come rifugio nella dimensione del sogno, dell’emozione e dell’intuizione dove si nascondevano gli aspetti più profondi dell’esistenza.

Il Simbolismo fu una stagione breve dell’arte italiana che durò appena sedici anni, a cavallo di due secoli, tra l’esposizione milanese del 1891 e la Biennale veneziana del 1907 che ne segnò il punto più alto e la conclusione.


Simbolismo  - Gaetano Previati - Paolo e Francesca
Simbolismo  - Gaetano Previati - Paolo e Francesca


Simbolismo  - Giulio Aristide Sartorio- L'abisso verde

Simbolismo  - Giulio Aristide Sartorio- L'abisso verde
 

Il Simbolisti Italiani

I Pittori italiani che applicarono la filosofia del simbolismo furono soprattutto i Divisionisti, primi fra tutti Giovanni Segantini (1858-1899) e Gaetano Previati (1852-1920), il primo maggiormente legato alla realtà, il secondo all'aspetto del sogno.

Fra gli altri pittori del tempo si fecero maggiormente notare Angelo Morbelli, Giuseppe Pelizza da Volpedo (1868-1907), Giulio Aristide Sartorio, Vittore Grubicy de Dragon e Adolfo de Carolis.

Il tema preferito dei simbolisti italiani fu la donna che,  idealizzata nel suo ruolo di madre, personifica il mistero della vita, della vecchiaia, dell'amore e della morte, gli altri temi esplorati dai Simbolisti.


Le opere di questi pittori cambiarono il corso della pittura nazionale, facendola entrare nella modernità.
 


Simbolismo - Adolfo de Carolis - Le Castalidi
Simbolismo - Adolfo de Carolis - Le Castalidi
 


Simbolismo Vittore Grubicy de Dragon - Mattino gioioso
Simbolismo Vittore Grubicy de Dragon - Mattino gioioso
 


Simbolismo - Pellizza da Volpedo

Simbolismo - Pelizza da Volpedo


Simbolismo - Gustav Klimt
Simbolismo - Gustav Klimt

 


Simbolismo - Giovanni Segantini
Simbolismo - Giovanni Segantini
 

Simbolismo - Edvard Munch

Simbolismo - Edvard Munch


Simbolismo - Jean Delville

Simbolismo - Jean Delville


Simbolismo - Gaetano Previati
Simbolismo - Gaetano Previati
 

Torna a indice Arte

Torna a indice Correnti

 

Vai all'indice di tutti gli artisti (85 pagine in ordine alfabetico)

 

 

 

Libri sul tema del Simbolismo

libro dei simboli. Scoprire il significa

Il libro dei simboli. Scoprire il significato delle opere d'arte
Battistini Matilde, Impelluso Lucia, 2012, Mondadori Electa

fortuna creativa nel simbolismo magico

La fortuna creativa nel simbolismo magico
Di Lallo Donatella, cur. Picariello A., 2011, Palladino Editore

simbolismo in Italia. Catalogo della mos

Il simbolismo in Italia. Catalogo della mostra (Padova, 1 ottobre 2011-12 febbraio 2012) cur. Mazzocca F., Sisi C., Marini Clarelli M. V., 2011, Marsilio

simbolismo del corpo umano. Dall'albero

Il simbolismo del corpo umano. Dall'albero della vita allo schema corporeo
Souzenelle Annick de, 2010, Servitium

Simboli, pittogrammi & silhouette. Con C

Simboli, pittogrammi & silhouette. Con CD-ROM 
Aymerich Marta, 2009, Logos

codice delle rune. Simboli di una sapien

Il codice delle rune. Simboli di una sapienza millenaria. Significato, segreti, poteri e tecniche profetiche 
Fortiz Ursula, 2009, De Vecchi

versi aurei, i simboli, le lettere

I versi aurei, i simboli, le lettere 
Pitagora, 2009, Carabba

 

Alessandro Laforet 1863-1937. Uno scultore tra verismo e simbolismo 
Previtera M. Angela, Rebora Sergio, 2009, Nexo

Eugenio Prati (1842-1907). Tra scapiglia

Eugenio Prati (1842-1907). Tra scapigliatura e simbolismo. Catalogo della mostra
2009, Silvana

simbolismo dell'olio nei sacramenti dell

Il simbolismo dell'olio nei sacramenti dell'iniziazione cristiana 
De Santis Gianni, 2008, VivereIn

porta di Rivodutri e il simbolismo della

La porta di Rivodutri e il simbolismo della palma 
Partini Anna M., Lanzi Claudio, 2007, Edizioni Mediterranee

Dal mondo antico al Cristianesimo sulle

Dal mondo antico al Cristianesimo sulle tracce di Giano. Il simbolismo della porta e del passaggio in relazione al Dio bifronte
Gasperoni Panella Vania, Cittadini Fulvi M. Grazia, 2008, Morlacchi

Entrare... nello straordinario potere de

Entrare... nello straordinario potere delle candele. Conoscerne il linguaggio, il simbolismo, le energie 
2008, De Vecchi

simbolismo paleocristiano. Dio, cosmo, u

Il simbolismo paleocristiano. Dio, cosmo, uomo
Ladner Gerhart B., 2008, Jaca Book

Mistica e architettura. Il simbolismo de Mistica e architettura. Il simbolismo del cerchio e della cupola
Hautecoeur Louis, 2006, Bollati Boringhieri
simbolismo delle nuvole. L'eternità flut

Il simbolismo delle nuvole. L'eternità fluttuante 
2008, Edizioni Mediterranee

Simbolismi ai confini dell'impero Asburg

Simbolismi ai confini dell'impero Asburgico 
2007, Skira

simbolismo dell'occhio

Il simbolismo dell'occhio 
Deonna Waldemar, 2008, Bollati Boringhieri

Maurice Denis. Maestro del simbolismo in

Maurice Denis. Maestro del simbolismo internazionale 
2007, Skira

Descrivere o narrare. Disegni francesi t

Descrivere o narrare. Disegni francesi tra naturalismo e simbolismo
Fagioli Marco, Marini Francesca, 2004, Aion

Per una ricerca completa di LIBRI - FILM - MUSICA CD/DVD: