foto corrente neue sachlichkeit




Cosa si intende per Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività)

Origini del Nuova Oggettività

Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) Georg ScholzLa corrente Neue Sachlichkeit, (Nuova Oggettività in italiano) è una corrente pittorica "Neorealista" che identifica una serie di opere e di artisti che, nella Germania degli anni '20, si contrappone  all'Espressionismo ed alle Correnti Astrattiste tipo "Blue Rider" e "Die Brücke".

Il termine "Neue Sachlichkeit" non identifica un nuovo concetto d'arte, ma nacque a Mannheim nel 1925 come titolo di una Mostra d'Arte che si proponeva di documentare le diverse tendenze dell'arte tedesca del primo dopoguerra.

Molti dei pittori che aderirono a questa corrente avevano fatto esperienza nel realismo, nel neoclassicismo, nell' espressionismo o nel dadaismo e questa rappresentava una naturale evoluzione.

Concetti e nomi dell'Nuova Oggettività

Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) Felix NussbaumLe due tendenze principali Neue Sachlichkeit erano quella "veristica" dei pittori come Otto Dix, George Grosz e Christian Shad e quella "classicista" di Alexander Kanoldt e George Schrimpf assimilata al termine di "Realismo Magico" introdotto dal famoso teorico d'arte  Franz Roh.

Gli artisti mostravano una nuova attenzione alla riproduzione della realtà anche con esagerazioni e lacerazioni espressioniste.

Il movimento non fu caratterizzato da uno stile unitario né da alcun raggruppamento ufficiale, ma la tendenza generale vide l'impiego meticoloso del dettaglio e una violenta satira volta a rappresentare il volto del male al quale si volevano ribellare.

Percorso e durata dell'Nuova Oggettività

  Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) - Otto DixLa corrente Neue Sachlichkeit pur avendo punti di contatto con il realismo, il neoclassicismo, l’espressionismo, il dadaismo e il surrealismo,  si compose da gruppi di pittori fra loro legati dall'appartenenza ad una città: George Grosz,  e Christian Shad a Berlino, Otto Dix e Conrad Felixmüller a Dresda e Karl Hubbuch, Wilhelm Schnarrenberger e Georg Scholz a Karlsruhe.

La Nuova Oggettività, dopo il 1930, nelle sue ultime fasi evolutive, si volse verso un oggettivismo sempre più preciso e distaccato, fino a decadere in uno stanco realismo illustrativo in cui si sono viste le premesse del verismo fotografico dell'arte ufficiale nazista.

Con la fine della Repubblica di Weimar nel 1933 e con la presa del potere da parte dei Nazisti  che consideravano la Neue Sachlichkeit come arte degenerata, numerosi artisti emigrarono, per lo più verso gli Stati Uniti.

I nazisti svuotarono i musei tedeschi delle opere considerate "degenerate" distruggendole in propagandistici roghi.



Realismo e Nuova Oggettività

Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività)Negli anni tragici dopo la Prima Guerra Mondiale nella quale la Germania era stata perdente per la prima volta da secoli, i pittori tedeschi cercarono di rappresentare la realtà così com'era, senza correzioni estetiche o ideologiche.

Questi artisti cercarono di creare opere che fossero come freddi specchi che riflettessero la società tedesca malata e corrotta, usando l’arte come un bisturi.

La Nuova Oggettività pur avendo nel realismo la stessa radice, si distingue da questo nel tentativo di mantenere una certa componente emozionale, tipica della tradizione culturale tedesca: accentuando ed intensificando alcuni particolari, al limite del caricaturismo.

La tendenza "verista" nel Neue Sachlichkeit

Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) Karl Hubbuch,Nel 1925 alla Mostra Neue Sachlichkeit parteciparono tra gli altri Otto Dix, George Grosz e Christian Schad che avevano in comune la "filosofia" della Nuova Oggettività e la predisposizione a dipingere l’immensa tragedia del dopoguerra tedesco.

I soggetti preferiti di questi artisti sono  figure di profittatori, sfruttatori,  prostitute, mutilati di guerra visti fra distruzioni, tuguri, salotti, caserme e rovine.

Continuò nel mondo artistico tedesco l'interesse per la critica sociale che aveva diffusamente caratterizzato l'Espressionismo, ma la Neue Sachlichkeit rifiutava le tendenze astratte proprie degli espressionisti in voga prima della Guerra.




La tendenza "classicista" nel Neue Sachlichkeit

Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) Christian SchadI pittori del Neue Sachlichkeit legati ai centri artistici di Monaco di Baviera e di Karlsruhe, erano più aperto alle influenze del movimento italiano Valori Plastici, ( Carlo Carrá, Giorgio de Chirico) di cui ammiravano la progettività tecnica e prospettica, senza mescolare arte e politica, evitando eccessive critiche alla società.

Questi artisti, che possono essere considerati come un ponte verso il surrealismo, erano poco impegnati politicamente, più interessati alle tecniche ed ai modi stilistici tradizionali; generalmente dipingevano paesaggi, nature morte e ritratti.

Per questa corrente fu coniato il termine " Realismo Magico" perché mirava a cogliere le zone di magico incanto della realtà quotidiana, alla ricerca di un classicismo armonioso e senza tempo.

Tra gli esponenti più noti di questa corrente si ricordano Georg Schrimpf, Alexander Kanoldtù, Franz Radziwillù, Carl Grossberg e Christian Schad.



Pittori oggettivistici dopo Neue Sachlichkeit

Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) Georg SchrimpfNeue Sachlichkeit (Nuova Oggettività)   Gerta OverbeckAltri artisti legati alla nuova oggettività furono Conrad Felixmüller (1897-1977), Christian Schad (1894-1982) e Rudolf Schlichter (1890-1955).

Seguiti da molti artisti contemporanei:
Fritz Burger-Muhlfeld, Friedrich Busack Heitmüller, Grethe Jürgens, Hans Mertens, Gerta Overbeck, Karl Rüter, Edgar Scheibe, Ernst Thoms e Erich Wegner, solo per citarne alcuni.







Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) -  Alexander Kanoldt

Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) - Carl Grossberg
Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) - Franz Radziwill
Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività)   Grethe Jürgens
Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività) - Rudolf Schlichter


Torna all'indice Correnti artistiche up


Argomenti correlati


Vetrina ANNUNCI e CONSIGLI





Libri sul tema della Corrente Neue Sachlichkeit (Nuova Oggettività)

  George Grosz. Visione e realtàà
cur. Jentsch R., 2007, Skira
  Otto Dix. La guerre
Dagen Philippe, Becker Annette, Compère-Morel Thomas, 2003, 5 Continents Editions
  Arte in vendita. Arte moderna e contemporanea occidentale: guida al collezionismo consapevole
Turati Paolo, 2009, Ananke